campionato 2010

MotoGP: "E se mio nonno avesse le ruote..."

- Ecco qui gli eventi fondamentali, quelli che ci fanno dire: "Cosa sarebbe successo se...?". Un semplice giochino tanto per far passare questo lungo periodo che ci separa dalla prima corsa del 2011 | G. Zamagni
MotoGP: E se mio nonno avesse le ruote...

 
Cosa sarebbe successo se Valentino Rossi non si fosse infortunato al Mugello? Quante volte abbiamo sentito ripetere questa domanda. Ma l'incidente di Rossi nel GP d'Italia non è l'unico episodio che, in qualche modo, ha cambiato il destino del campionato 2010 o, comunque, ha inciso sulla stagione conclusa a Valencia dopo 18 GP. Ecco quindi, gara per gara, gli eventi fondamentali, quelli che ci fanno dire: "Cosa sarebbe successo se...?". Un semplice giochino tanto per rivivere i momenti significativi della stagione e far passare questo lunghissimo periodo che ci separa dalla prima corsa del 2011.
 

GP QATAR: 1° ROSSI, 2° LORENZO, 3° DOVIZIOSO


Come ormai da tradizione, il primo GP dell'anno si disputa in Qatar, di sera. E subito accade un episodio che, a mio modo di vedere, inciderà in modo fondamentale sul campionato: al sesto giro, quando ha già un vantaggio di 2"3 sul secondo (Rossi), Casey Stoner perde il controllo della sua Ducati e finisce a terra. Un errore che non solo impedisce all'australiano di conquistare il primo successo stagionale, ma che gli toglie anche sicurezza. La mia opinione è che se Stoner avesse vinto in Qatar, avrebbe anche conquistato il titolo o, comunque, avrebbe lottato con Lorenzo fino all'ultimo.


GP SPAGNA: 1° LORENZO, 2° PEDROSA, 3° ROSSI


Rossi si è già infortunato (il 15 aprile) con la moto da cross (altro episodio fondamentale, ma che non prendo in considerazione perché accaduto fuori dai GP) e a giocarsi la vittoria sono Dani Pedrosa e Jorge Lorenzo. Il futuro campione del mondo riesce a ad annullare un distacco cospicuo e a infilare il rivale proprio all'ultimo giro, anche grazie a un problema tecnico della Honda di Pedrosa. Cosa sarebbe successo se Jorge non fosse riuscito a battere Dani? Probabilmente non sarebbe cambiato granché, se non a livello psicologico: il primo successo a Jerez da una grande carica al pilota della Yamaha.


GP FRANCIA: 1° LORENZO, 2° ROSSI, 3° DOVIZIOSO

Lorenzo domina facilmente, mentre Casey Stoner cade al terzo giro mentre era terzo in rimonta dopo una partenza incerta. Questa volta Casey probabilmente non avrebbe vinto, ma il podio era ampiamente alla sua portata: un altro piazzamento importante gettato al vento dal pilota della Ducati.


GP D'ITALIA: 1° PEDROSA, 2° LORENZO, 3° DOVIZIOSO

Mancano pochi minuti alla fine del secondo turno di prove libere, quando Valentino Rossi perde il controllo della Yamaha M1 all'ingresso della Biondetti1, finisce a terra e si rompe tibia e perone della gamba destra. Vale viene operato il giorno successivo (domenica 6 giugno) all'ospedale di Firenze: il suo mondiale, di fatto, finisce qui. Inutile dire che è questa la madre di tutte le recriminazioni, quella che fa ancora discutere gli appassionati. Un incidente che, secondo Valentino, è stato conseguenza diretta dell'infortunio alla spalla destra, mentre secondo Lorenzo è scaturito dalla pressione che lui aveva messo addosso al rivale. Comunque la si veda, è chiaro che quanto accaduto sabato mattina al Mugello segna in modo indelebile tutto il 2010.


GP GRAN BRETAGNA: 1° LORENZO, 2° DOVIZIOSO, 3° SPIES

Dani Pedrosa cade in prova e in gara non è al meglio: chiude ottavo. Ma anche in perfette condizioni, difficilmente sarebbe riuscito a contrastare Lorenzo.


GP OLANDA: 1° LORENZO, 2° PEDROSA, 3° STONER


Non ci sono eventi che incidono sul risultato finale.


GP CATALUNYA: 1° LORENZO, 2° PEDROSA, 3° STONER

A Barcellona si assiste a un'avvincente e spettacolare sfida ravvicinata tra Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso, che però cade al 15esimo giro, anche a causa di un problema al freno posteriore. Andrea è staccato di 0"440 millesimi da Jorge e seppure con difficoltà riesce a rimanere attaccata con i denti e le unghie al rivale. La scivolata di Dovizioso non cambia le sorti del campionato, ma quelle di Andrea un po' sì: un successo, ma anche un secondo posto, gli avrebbero dato grande fiducia nei suoi mezzi.


GP GERMANIA: 1° PEDROSA, 2° LORENZO, 3° STONER

Il GP del ritorno in pista di Valentino Rossi (quarto) è fortemente condizionato dall'esposizione della bandiera rossa, a causa di un incidente a Randy De Puniet. Si riparte da zero e trionfa Pedrosa, ma senza l'interruzione sarebbe probabilmente stato Lorenzo a salire sul gradino più alto del podio.


GP USA: 1° LORENZO, 2° STONER, 3° ROSSI


A Laguna Seca accade un episodio determinante: Dani Pedrosa cade al 12esimo giro mentre è al comando, anche se un po' in affanno, perché Lorenzo alle sue spalle spinge forte. Ma il secondo posto era ampiamente alla sua portata: un errore che incide sul campionato dello spagnolo della Honda.


GP REP. CECA: 1° LORENZO, 2° PEDROSA, 3° STONER


Nessun "se" e nessun "ma".


GP INDIANAPOLIS: 1° PEDROSA, 2° SPIES, 3° LORENZO


Pedrosa è in grande forma, Lorenzo un po' meno: un successo senza recriminazioni.


GP RIVIERA ADRIATICA: 1° PEDROSA, 2° LORENZO, 3° ROSSI


Prosegue lo stato di grazia di Pedrosa e della Honda.


GP ARAGON: 1° STONER, 2° PEDROSA, 3° HAYDEN


Finalmente, Casey Stoner vince il primo GP stagionale, su una pista sconosciuta per tutti. E' invece la prima volta nella quale Lorenzo non sale sul podio nel 2010, ma non accadono eventi imprevisti.


GP GIAPPONE: 1° STONER, 2° DOVIZIOSO, 3° ROSSI


Nel GP che verrà ricordato a lungo per la meravigliosa sfida carenatura contro carenatura tra le due Yamaha di Rossi e Lorenzo, accade un episodio importantissimo: la Honda di Pedrosa rimane accelerata, nel primo turno di libere, a causa della rottura della parte meccanica del "ride by wire" e lo spagnolo finisce a terra violentemente, infortunandosi alla spalla sinistra. Dani, in quel momento in grandissima forma, arriva a Motegi a 56 punti da Lorenzo e con la possibilità di salire un'altra volta sul gradino più alto del podio. L'incidente mette fine a ogni speranza di rimonta: un infortunio che non cambia l'esito del campionato - Jorge avrebbe comunque trionfato, visto il margine in classifica -, ma il finale sarebbe stato sicuramente più incerto e interessante.


GP MALESIA: 1° ROSSI, 2° DOVIZIOSO, 3° LORENZO


Casey Stoner cade all'ultima curva del primo giro, vanificando, ancora una volta nelle fase iniziali della corsa, un'altra possibilità di ottenere un grande risultato. Vince Rossi al termine di una bellissima sfida con Dovizioso, mentre Lorenzo è terzo e si aggiudica il titolo mondiale.


GP AUSTRALIA: 1° STONER, 2° LORENZO, 3° ROSSI


Nessun evento può impedire a Casey Stoner di vincere a casa sua...


GP PORTOGALLO: 1° LORENZO, 2° ROSSI, 3° DOVIZIOSO


Si prova solo con il bagnato, ma si corre con l'asciutto: secondo Valentino Rossi è un cambiamento determinante per il successo dello spagnolo.


GP COMUNITA' VALENCIANA: 1° LORENZO, 2° STONER, 3° ROSSI


Su questo GP incide ancora, in qualche modo, quanto accaduto in Giappone: Pedrosa non è al meglio della condizione fisica e non riesce a guidare come vorrebbe su una delle sue piste favorite. Così per Lorenzo è relativamente facile dominare.
 

 

Leggi tutti i commenti 127

Commenti

  • bvzm71, Cogorno (GE)

    manager di Chiavari

    scusate, l'utente kingcarl7683 ha citato un tecnico/manager di Chiavari, ma non ricordo il suo nome...

    chi se lo ricorda ?
  • Pacco1198, Genova (GE)

    io ero sul Bracco

    Domenica c'ero io ed eravamo un discreto gruppetto (la maggior parte nuovi adepti) Strada umida, sole e naturalmente "ravioli".....!

    Ok per pellegrini basta andar piano... domenica, come al solito, sono arrivato al tagliamento con lo stomaco rivoltato....! E va già bene che era umido...! Sono riuscito a fare il rutto liberatorio alle 18 uscendo dall'autostrada...!
Leggi tutti i commenti 127

Commenti

Inserisci il tuo commento