Mercato piloti

MotoGP, Domenicali (Ducati): "Lorenzo, rimane amarezza"

- L'AD della Casa bolognese commenta l'ormai certa fine del rapporto con il pilota spagnolo
MotoGP, Domenicali (Ducati): Lorenzo, rimane amarezza

Manca ovviamente il crisma dell'ufficialità, ma che il rapporto fra Ducati e Jorge Lorenzo sia sulla via dell'interruzione restano davvero pochi dubbi. Come ci ha raccontato il nostro Zam, le due parti sono su posizioni assolutamente inconciliabili, e la partenza dello spagnolo dal team ufficiale è praticamente inevitabile.

Nella stessa direzione è da interpretare il commento del CEO Ducati Claudio Domenicali, che all'inaugurazione del Ducati Scrambler Food Factory, a Bologna, ha espresso il suo rammarico per il mancato successo dell'operazione Ducati-Lorenzo. «Lorenzo è un grande pilota che non è riuscito a trarre il meglio dalla nostra moto» ha commentato l'AD. «Una moto che ha grandi punti di forza e qualche debolezza, purtroppo né lui né i tecnici sono riusciti fino a ora a fare rendere al massimo il suo talento. Questa è una punta di amarezza che ci rimane».

Pur con le difficoltà di Lorenzo nel trovare una nuova sistemazione - l'approccio alle selle più appetibili sembra subordinato a termini economici che Jorge non parrebbe disposto ad accettare - è abbastanza scontato prevedere un prosieguo del campionato da separati in casa, anche se ogni annuncio, con ogni probabilità, verrà rimandato almeno a dopo il World Ducati Week per evitare imbarazzi.

Interessante anche la dichiarazione in merito all'appoggio a Dovizioso («è il pilota su cui puntiamo») e soprattutto quella sulla scelta del pilota da affiancargli («sarà un pilota che porterà sicuramente la squadra a lavorare in modo equilibrato e congiunto»).

E.L.

Leggi tutti i commenti 368

Commenti

  • corivorivo, Padova (PD)

    volevi dire...il dopo lorenzo...
    (giramenti di testa per l'altitudine?!)
  • Campiglio1956, Lugagnano Val d'Arda (PC)

    Siamo oltre i 350 messaggi; quell'altro articolo su Lorenzo ha passato da tempo i 500. Certo che il dopo-Rossi non si sta proprio annunciando privo di interesse, come sostenevano in tanti... bè direi meglio così, no?
Leggi tutti i commenti 368

Commenti

Inserisci il tuo commento