MotoGP 2023. GP d'Australia. Marco Bezzecchi: “La Ducati non vince da tanto, ma può essere competitiva anche qui”

MotoGP 2023. GP d'Australia. Marco Bezzecchi: “La Ducati non vince da tanto, ma può essere competitiva anche qui”
Giovanni Zamagni
L’ultimo a riuscire a salire sul gradino più alto del podio con la Desmosedici è stato Stoner nel 2010, mentre l’ultimo italiano a trionfare è stato Valentino Rossi nel 2014. “Qui la Ducati fa meno la differenza, ma si può fare bene. Lunedì ero distrutto, adesso sto meglio”
19 ottobre 2023

Phillip Island - Il GP dell’Indonesia è ancora negli occhi, nella testa e nelle… ossa di Marco Bezzecchi.

“È stato un GP duro. Anzi, più in generale una settimana dura, un “tour de force” per correre. Lunedì mi sentivo male, ma adesso, dopo aver lavorato due giorni con il mio fisioterapista, mi sento meglio. Credo sarà più facile rispetto all’Indonesia: sto meglio, ma è ancora dura”

Puoi pensare a un GP all’attacco?

“Bisognerà stare più attenti del normale, senza però fare sconti: non sarà facilissimo, ma vediamo cosa viene fuori”

Perché a Phillip Island ci sono spesso gare di gruppo?

“Perché è un po’ più difficile fare la differenza, un po’ per le scie, un po’ per il consumo della gomma, sempre altissimo: non puoi spingere più di tanto durante la gara. Devi essere più forte per fare la differenza. Credo che Alex Rins l’anno scorso potesse anche andare via, ma non aveva voluto esagerare. Ma a fine gara era quello più veloce di tutti”

La Ducati non vince qui dal 2010, dai tempi di Stoner: c’è un motivo particolare?

“Qui non c’è molto da staccare e da ripartire, i punti forti della Ducati fanno meno la differenza e le altre moto, specie quelle più fluide, come potrebbero essere le quattro cilindri in linea riescono a colmare la differenza rispetto alle piste dove bisogna staccare e ripartire forte. Ma credo che adesso la Ducati possa andare bene anche qui”

L’ultimo pilota italiana a vincere qui è stato Rossi nel 2014: ci pensi?

“No, a me non cambia niente, ma non è l’aspetto più importante di tutto”

Naviga su Moto.it senza pubblicità
1 euro al mese
Caricamento commenti...