MotoGP 2022. Spunti, domande e considerazioni dopo le qualifiche del GP di Germania al Sachsenring

MotoGP 2022. Spunti, domande e considerazioni dopo le qualifiche del GP di Germania al Sachsenring
Giovanni Zamagni
L'analisi di Zam alla fine del sabato, quando i motori sono ancora caldi nei box e piloti, tecnici e meccanici pensano alle strategie per la gara!
18 giugno 2022

Quali potrebbero essere le chiavi del GP?

  1. Il consumo della gomma. Sarà l’elemento chiave, senza dubbio: il caldo anomalo renderà ancora più complicata la gestione specie nelle curve a sinistra;

  2. La partenza di Quartararo. Non avendo - o quasi - possibilità di superare, il via del pilota della Yamaha diventa fondamentale per la gara;

  3. La consapevolezza di Bagnaia. Pecco sa di essere molto veloce e di avere anche qualche possibilità in più di sorpasso rispetto a Quartararo: anche non partendo al meglio, può vincere il GP;

  4. Zarco alleato di Bagnaia. Il pilota della Pramac non ha il passo per giocarsi la vittoria, ma partendo bene e tenendosi dietro Quartararo, potrebbe diventare un prezioso alleato di Pecco;

  5. I primi giri di Mir. Il pilota della Suzuki ha un buonissimo passo: se riesce a recuperare posizioni nei primi giri, può anche pensare al podio.

Passo gara (la media dei migliori sette passaggi)

  1. Quartararo 2. Bagnaia 3. Mir 4. Nakagami 5. Oliveira 6. Marquez 7. Zarco 8. Marini 9. Vinales 10. Bezzecchi

Naviga su Moto.it senza pubblicità
1 euro al mese

Domande e risposte

Jack Miller è stato penalizzato per essere caduto nelle FP4 nella stessa curva dove era scivolato poco prima Aleix Espargaro, con le bandiere gialle ancora esposte?

Sì: dovrà effettuare un “long lap penalty”. Solitamente, per questo tipo di infrazione, si perdono tre posti sullo schieramento, ma in questo caso è stato deciso diversamente. Misteri dello Stewards Panel…

A Bastianini è stato cancellato l’ultimo giro della Q1 perché era scaduto il tempo, nonostante la bandiera a scacchi non sventolasse ancora: giusto?

Sì. E’ vero che la bandiera non sventolava, ma fa fede il cronometro ed è stato verificato - non chiedetemi come, però - che Enea è passato sul traguardo un millesimo (!) dopo la fine della sessione. In questo caso non importa se la bandiera non sventolava ancora.

Cosa sta succedendo a Pol Espargaro, 13esimo?

Nella caduta di ieri nelle FP1, Espargaro si è rotto o incrinato - non è ancora chiaro - una costola a sinistra: sta soffrendo moltissimo. Quindi non è a posto fisicamente.

Confronto in qualifica tra compagni di squadra

Bagnaia/Miller 6/4; Mir/Rins 7/3; Binder/Oliveira 5/5; Zarco/Martin 5/5; A.Espargaro/Vinales 10/0; Quartararo/Morbidelli 10/0

Classifica nei quattro turni di libere.

Proviamo a fare un “giochino”: diamo i punti, da 25 a 1, come in gara, a ogni turno di prove libere e vediamo se la classifica finale può essere indicativa per la gara. Prendiamo in considerazione Bagnaia, A.Espargaro, Quartararo, Zarco e Mir: FP1: Bagnaia 20 punti; Quartararo 16; Zarco 13; A.Espargaro 10; Mir 3. FP2: Bagnaia 25; A.Espargaro 13; Zarco 11; Quartararo 9; Mir 6. FP3: Bagnaia 25; A.Espargaro 20; Zarco 13; Quartararo 10; Mir 9. FP4: Quartararo 25; Bagnaia 20; Mir 16; Zarco 9; A.Espargaro 0. Totale: Bagnaia 90; Quartararo 60; Zarco 46; A.Espargaro 43; Mir 34

Tre frasi delle qualifiche

1. Aleix Espargaro: “Non capisco come un pilota Ducati non sia in testa al campionato”;

2. Enea Bastianini: “Non ho visto la bandiera a scacchi perché semplicemente non c’era”;

3. Fabio Quartararo: “In qualifica ho spento il cervello”.

Pronostico

  1. Bagnaia 2. Quartararo 3. A.Espargaro

Caricamento commenti...