MotoGP 2022. Promossi e rimandati a metà campionato

MotoGP 2022. Promossi e rimandati a metà campionato
Giovanni Zamagni
Il motomondiale è andato in vacanza per cinque settimane: si torna in pista il 5 agosto per le prove del GP di Gran Bretagna. E’ il momento giusto per fare un bilancio, parlando dei piloti: chi ha fatto bene, chi ha deluso, chi è stato il più convincente, chi il peggiore?
1 luglio 2022

Il podcast numero 73 di #atuttogas è dedicato ai piloti della MotoGP: promossi e rimandati (non bocciati, perché c’è tempo per rimediare) a metà campionato, dopo 11 gare disputate e 9 ancora da fare tra agosto e novembre. Chi va in vacanza tranquillo, consapevole di aver fatto tutto quello che poteva? Chi, invece, ha qualche preoccupazione, con più di un motivo su cui recriminare?

 

Promossi

Sono stati grandi protagonisti Fabio Quartararo e Aleix Espargaro: senza dubbio i migliori della prima parte del 2022, anche se per motivi differenti. Quartararo ha portato la Yamaha a livelli impensabili: senza di lui, si parlerebbe di fallimento totale della M1. Espargaro ha dimostrato a 32 anni qualità inimmaginabili: in lui, si rivede il cammino fatto da Andrea Dovizioso con la Ducati. Espargaro/Aprilia è una coppia che fa sognare gli appassionati: il titolo è possibile? Perché no.

Da applausi, il debutto in MotoGP di Marco Bezzecchi, uno che è sempre stato veloce, ma che nel 2022 sta facendo anche qualcosa di più. Bravo Johann Zarco, che però non entusiasma mai e gli sembra sempre mancare qualcosa per arrivare in altissimo; encomiabile Brad Binder per quello che fa in gara; veloce, ma Paperino Alex Rins. Da promuovere anche Marc Marquez: ad Austin ha entusiasmato, in condizioni fisiche impossibili. Promosso Enea Bastianini, vincitore di tre GP, ma non del tutto convincente. Perché, si sa, non ci si accontenta mai.

 

Rimandati

Il mistero più grande di questo 2022 è sicuramente Franco Morbidelli: dov’è finito il pilota fenomenale capace di vincere tre gare con la Yamaha 2019 nel 2020? Già che siamo in Casa Yamaha: grande delusione per Andrea Dovizioso, che sognava il titolo con questa moto, invece è così avvilito che già conta i giorni per tornare a fare motocross. Sotto le aspettative anche Joan Mir, in difficoltà tutti i piloti Honda, anche se non sempre per colpa loro. E uno come Pecco Bagnaia è da promuovere o da rimandare?

Nell’episodio completo, numero 73, di #atuttogas, il podcast di moto.it, viene dato un voto e un giudizio a tutti i piloti della Motogp 2022: si potrà ascoltare da domenica prossima, 3 luglio, su moto.it e sulle principali piattaforme podcast.

Ultime da MotoGP

Da Automoto.it

Caricamento commenti...