MotoGP 2022. GP della Thailandia. Accerchiato dalle Ducati ma occhio all'ultima curva di Fabio Quartararo: "Lì posso fare qualcosa..."

MotoGP 2022. GP della Thailandia. Accerchiato dalle Ducati ma occhio all'ultima curva di Fabio Quartararo: "Lì posso fare qualcosa..."
  • di René Pierotti
Il campione del mondo 2021 anche in Thailandia ha un buon passo ma ha tre Ducati davanti e altrettante dietro: "In rettilineo perdo molto"
  • di René Pierotti
1 ottobre 2022

Fabio Quartararo nel 2019 è partito dalla pole al Buriram con il tempo record di 1.29.719, oggi battuto da Bezzecchi (1.29.671). Il francese oggi ha girato in 1.29.909 che gli vale il quarto posto in griglia. Una buona posizione se non fosse che è accerchiato dalle Ducati: tre davanti e tre dietro.

Ieri Quartararo aveva detto “Ducati può fare strategia, io no”, e anche oggi per il francese la situazione non è troppo diversa. Come al solito il passo è buono, (secondo Bagnaia i due migliori sul passo sono proprio Fabio e Pecco) ma la difficoltà a sorpassare resta, anche se uno spiraglio c'è: l'ultima curva.
Tuttavia non mancano le difficoltà: “In rettilineo perdiamo tanto – ha detto il campione del mondo 2021 - Ho fatto un time attack e ho dato il 100%, ma siamo al limite in molti punti”. Il rettilineo del Buriram è lungo un chilometro.

Sul grip in pista…

“C’è grip ma nel 2019 ce n'era di più”

Riesci a sorpassare su questa pista?

“All’ultima curva posso farcela e mi trovo bene anche alla 9 e alla 10, dove entro molto veloce e dove posso provare a essere pronto per l’ultima curva”

Come vedi la partenza? Puoi recuperare posizioni?

“Sarebbe buono rimanere quarti, intanto"

Ultime da MotoGP

Caricamento commenti...