MotoGP 2022. GP del Portogallo, vittoria in solitaria per Fabio Quartararo

MotoGP 2022. GP del Portogallo, vittoria in solitaria per Fabio Quartararo
Giovanni Zamagni
Il pilota francese ha chiuso davanti a Johann Zarco e Aleix Espargaro. Grande rimonta di Pecco Bagnaia fino all’ottava posizione, 11esimo Andrea Dovizioso, 12esimo Luca Marini, 13esimo Franco Morbidelli, 15esimo Marco Bezzecchi. Gara poco avvincente, a parte l’ultimo giro: voto 6,5
24 aprile 2022

Portimao - Dominio assoluto. Fabio Quartararo riporta la Yamaha davanti a tutti e lo fa con una gara incredibile, dominata dal quarto giro, quando ha superato deciso Joan Mir: da lì in poi, la sua gara è stata solitaria, tanto che le telecamere hanno inquadrato nuovamente il numero 20 solo sul traguardo.

Fabio è scattato benissimo dalla secondo fila, alla prima curva è arrivato terzo, ma si è visto subito che aveva fretta: alla seconda curva ha superato Zarco, poi si è messo dietro a Mir, fino a decidere di superarlo al quarto giro, per poi scappare via solitario.

Un successo strepitoso che vale anche la testa del campionato, seppure a pari punti con Alex Rins, risalito al quarto posto dopo essere partito dalle retrovie: bella rimonta per Alex, altra gara molto consistente.

Ducati/Aprilia sul podio

Il secondo posto lo porta a casa Johann Zarco, autore di una gara prudente all’inizio e molto efficace da metà in poi: il francese scattava dalla pole, ma dalle prove si era visto che non aveva il passo migliore. Johann è stato però bravo a sfruttare al massimo il suo potenziale, resistendo nel finale al ritorno di Aleix Espargaro, che ha iniziato l’ultimo giro pensando al secondo posto. Un piccolo errore in frenata, però, gli ha fatto perdere il contatto con il codone della Ducati e a quel punto Aleix si è giustamente accontentato di un terzo posto che vale anche il terzo posto in campionato a tre punti dalla vetta.

L’Aprilia c’è, adesso gli manca un terzo posto per perdere le concessioni per il 2023: gran risultato. Per la RS-GP è il secondo podio della stagione, il terzo della storia, con Espargaro che continua a fare una bella differenza, mentre Maverick Vinales continua a mancare troppo a inizio gara. Era sceso fino al 18esimo posto, o giù di lì, poi è risalito fino al decimo: il potenziale c’è, ma Maverick deve darsi una svegliata all’inizio.

Miller stende Mir

Al 19esimo giro, mentre Zarco, Mir e Miller erano in lotta per il secondo posto, Jack ha forzato la staccata alla curva numero uno, perdendo il controllo dell’avantreno e finendo per travolgere l’incolpevole Mir. Nella sabbia, prima Joan ha applaudito ironico il pilota della Ducati, con il quale ha un conto aperto, poi, vedendolo a terra, è andato subito a sincerarsi delle sue condizioni. I due si sono chiariti e si sono abbracciati, ma che peccato per i pilota della Suzuki.

Battaglia tra fratelli

All’ultimo giro, grande sfida tra Marc Marquez e Alex Marquez, che non si sono risparmiati le carenate: alla fine l’ha spuntata Marc, dal quale però ci si aspettava ben altro risultato.

Bravo Bagnaia

All’ultimo giro, Pecco Bagnaia ha superato Pol Espargaro, per un ottavo posto finale di grande valore, considerando le sue condizioni fisiche. Ma, ancora una volta, complessivamente bisogna parlare di occasione persa. A terra Enea Bastianini al decimo giro, mentre era decimo.

Promossi e bocciati

Promossi: Quartararo, Zarco, A.Espargaro, Rins.

Bocciati: Miller, Bastianini Martin (caduto), Dovizioso, Morbidelli e Honda

CLASSIFICA FINALE
CLASSIFICA FINALE

Ultime da MotoGP

Da Automoto.it

Caricamento commenti...

Hot now