MotoGP 2022. GP d'Austria al Red Bull Ring. Pecco Bagnaia: “I piloti Ducati sono tra i più forti sulla griglia”

MotoGP 2022. GP d'Austria al Red Bull Ring. Pecco Bagnaia: “I piloti Ducati sono tra i più forti sulla griglia”
Giovanni Zamagni
Sette DesmosediciGP ai primi otto posti, ma Pecco ci tiene a sottolineare come anche chi guida fa la differenza: “La moto va benissimo, ma anche i piloti sono veloci: tutti possono puntare in alto. Quartararo nel 2021 si è giocato la vittoria e oggi la differenza di velocità massima era minima”
19 agosto 2022

Zeltweg - C’è una cosa che dà fastidio a Francesco Bagnaia: non riconoscere i meriti dei piloti. Secondo lui, la Ducati va fortissimo, è ovvio, ma anche chi la guida fa la differenza. Lo dice spesso, lo rimarca in maniera netta anche in questa occasione, quando gli si fa notare che sono sette le DesmosediciGP ai primi otto posti.

Quanti piloti forti ha Ducati! Io la penso così: Ducati ha tra i piloti più veloci sullo schieramento. Sicuramente è una moto che funziona molto bene, ma la verità è che tutti i piloti con la Ducati possono puntare in alto. Per me è stimolante stare lì davanti, bisogna stare sempre sul pezzo con tanti piloti così veloci: più che un problema credo sia una opportunità”

Cosa pensi della nuova chicane?

“Non è male, l’hanno studiata bene per lo spazio che c’è. Il muro sulla sinistra, però, non è il massimo e anche le barriere che hanno messo sono troppo vicine, non sono posizionate al meglio”

Quartararo è l’unico tra le Ducati, ma sembra in difficoltà con la moto: è un’occasione da sfruttare?

“Nel 2021, Fabio ha lottato tutta la gara per vincere e qui la Yamaha perde solo 2 km/h di velocità massima in rettilineo: non credo che sia un grande problema. Secondo me può fare bene”

Ultime da MotoGP

Da Automoto.it

Caricamento commenti...