MotoGP 2022. GP Argentina, Luca Marini: "Posso fare anche meglio"

MotoGP 2022. GP Argentina, Luca Marini: "Posso fare anche meglio"
  • di René Pierotti
Il pilota Ducati è fiducioso e determinato: "Quest’anno mi sono sentito molto meglio da subito e ho fatto un gran passo in avanti come pilota e come persona, mi aspetto di poter lottare per queste posizioni tutta la stagione. La Ducati è una grande moto"
  • di René Pierotti
3 aprile 2022

Luca Marini, per la seconda volta in carriera, parte dalla prima fila in MotoGP. È molto felice e fiducioso ma non raggiante perché è determinato a far sì che questo sia solo un punto di inizio, quello nel quale pensava di essere già dall’inizio della stagione e che finalmente è riuscito a dimostrare.

È questo il Luca Marini che dobbiamo aspettarci?

“Può essere anche di più. Io quest’anno mi sono sentito molto meglio da subito e ho fatto un gran passo in avanti come pilota e come persona, mi aspetto di poter lottare per queste posizioni tutto l'anno. È sempre molto complicato anche entrare in Q2 ma si può continuare a stare qui davanti perché la Ducati è una grande moto. Abbiamo avuto un po’ di problemi a inizio stagione però in un paio di gare siamo riusciti a sistemarli. Mi aspetto di continuare a lottare per questi risultati. Sono contento"

Alla curva 11 tutte le moto scuotono molto e la Ducati di più, da cosa dipende?

"Lì ci sono 2-3 buche veramente grosse e non c'è modo di evitarle e se vuoi andare forte l'unica è passarci sopra, come abbiamo visto dai dati: non puoi passare largo o interno come fa la Moto2. Ho visto nei replay che Pecco ne ha sofferto tanto, è sicuramente un punto molto critico della pista"

Tu e altri piloti Ducati avete detto di aver risolto dei problemi, che significa? Avete ottimizzato le novità del 2022 o siete ritornati indietro verso la moto 2021?

"Nessun passo indietro, abbiamo fatto un ottimo lavoro come team e anche Ducati in generale. Analizzando i dati del Qatar e dell’Indonesia io riesco a capire meglio cosa serve per andare forte e portarla anche nella mia direzione per andare più forte. Quest’anno le sensazioni sono ottime"

Da Automoto.it

Caricamento commenti...