MotoGP 2022. Dopo Silverstone i media esteri rilanciano: "Marc Marquez sarà in Austria", ma a che serve?

MotoGP 2022. Dopo Silverstone i media esteri rilanciano: "Marc Marquez sarà in Austria", ma a che serve?
L'eventuale presenza del pilota spagnolo, ancora convalescente, avrebbe un duplice obiettivo. Un dato che definisce le difficoltà di HRC: nonostante abbia disputato metà gare il 93 è ancora la miglior Honda in classifica mondiale
8 agosto 2022

Dopo aver lanciato la notizia in vista del GP del Regno Unito i media esteri ci riprovano: Marc Marquez sarà in Austria tra due settimane per il GP a Spielberg. Per cosa? Secondo Todocircuito l'otto volte campione del mondo potrebbe essere nel paddock austriaco per dare supporto morale ma anche per parlare con gli ingegneri Hrc della nuova Honda 2023.

A Silverstone la Honda ha mostrato ancora una volta gli enormi limiti già emersi durante la stagione.

Basta un dato a dare la dimensione del problema: Marquez è ancora il miglior pilota Honda in classifica nonostante abbia disputato metà delle gare e neanche lontanamente vicino alla sua forma ideale.

Controllate per credere: lo spagnolo ha 60 punti contro i 45 di Nakagami, i 42 di Pol Espargaro e i 27 del fratello Alex.

Nakagami proprio a Silverstone ha annunciato che Honda gli ha chiesto, per il prossimo anno, di fare il collaudatore e lui ha accettato. Ieri il giapponese è stato il miglior pilota HRC, 13esimo, alle sue spalle Espargaró (14esimo).

Secondo Todocircuito il numero 93 tra due settimane sarà al Red Bull Ring per aiutare Honda. Il giornale spagnolo ha ricordato che la notizia dell'eventuale presenza di Marquez in qualche GP dopo la pausa di luglio era stata annunciata da Alberto Puig. L'obiettivo di Hrc, secondo Todocircuito, era quello di far stare vicino Marquez agli ingegneri per iniziare lo sviluppo della moto del 2023. 

Si è sentito dire da più parti che MM avrebbe fissato come obiettivo del ritorno in sella i test di Misano del 6 e 7 settembre, prima però deve sostenere almeno un altro controllo medico che sancisca il via libera definitivo, dopo la quarta operazione all'omero destro avvenuta il 3 giugno in Usa, subito dopo il GP del Mugello.

Puig, qualche settimana fa, ha detto in un'intervista a Radio Marca Barcelona ​​che secondo la sua esperienza vedremo Marquez in moto "prima della fine dell'anno" senza però indicare se la moto in questione fosse una MotoGP o un'altra moto. 

Secondo Todocircuito Marc sarà già con la sua squadra in Austria per dare supporto morale e per parlare con Hrc della prossima RC213V. Servirà a qualcosa?

Ultime da MotoGP

Caricamento commenti...