MotoGP 2021. Il Team Lenovo Ducati si fa in tre per Misano

  • di Emanuele Pieroni
Pecco Bagnaia determinatissimo dopo la vittoria sfumata per una caduta lo scorso anno, Jack Miller vuole riaprire il mondiale e anche Michele Pirro è prontissimo a buttarsi nella mischia
  • di Emanuele Pieroni
15 settembre 2021

L’anno scorso è salito sul podio, nonostante i postumi di un infortunio, poi, nel secondo round di Misano Adriatico, è caduto quando si trovava in testa alla gara. E’ passato circa un anno e tanto Pecco Bagnaia ha dovuto aspettare per provare, finalmente, la gioia di passare per primo sotto la bandiera a scacchi in MotoGP. Ma per lui è già tempo di voltare pagina, perché la gara di casa è alle porte: “

“Sono passati solo pochi giorni dal GP di domenica scorsa, ma sono già pronto ad affrontare un altro weekend di gara. La vittoria di domenica scorsa ad Aragón è stata davvero incredibile e sicuramente mi ha dato la carica giusta per affrontare la nostra seconda gara di casa a Misano – ha spiegato Bagnaia nel tradizionale comunicato diffuso da Ducati nel mercoledì che precede il gran premio - La mia squadra ed io stiamo davvero facendo un ottimo lavoro e mi sento molto a mio agio in sella alla Desmosedici GP, perciò sono ottimista. Misano è una pista che mi piace molto e dove spesso mi alleno con la mia Panigale V4 S. Inoltre lo scorso anno ho ottenuto qui il mio primo podio in MotoGP! Sono molto determinato e pronto a lottare nuovamente per la vittoria davanti a tutti i nostri tifosi”. Morale altissimo e determinazione alle stelle, quindi, con il suo compagno di squadra, Jack Miller, che però non è da meno: “Il GP di domenica scorsa ad Aragón non è andato esattamente come speravamo, ma nelle ultime gare le mie sensazioni in sella alla Desmosedici GP sono state davvero positive. Sono entusiasta di tornare a correre a Misano! È la nostra seconda gara di casa e l’atmosfera è sempre incredibile, con i nostri tifosi presenti sulla Tribuna Ducati. Sono determinato a concludere il nostro Gran Premio con un buon risultato”.

Stessa cosa vorrà fare anche Michele Pirro, che di questa Ducati Desmosedici è un po’ il “padre in pista”, visto che è lui a seguire lo sviluppo e a confrontarsi per primo con i tecnici per capire come migliorare la moto. Avrà l’opportunità, come da tradizione, di correre proprio a Misano una wildcard, su una pista che conosce molto bene e in cui, quindi, vorrà fare bella figura:  “Nelle scorse settimane abbiamo affrontato diverse giornate di test con la Desmosedici GP su questo tracciato e le sensazioni sono state positive. Vivrò questo fine settimana di gara senza pressioni ma determinato ad aiutare Pecco, Jack e la squadra ad ottenere i migliori risultati possibili”.

Ultime da MotoGP

Da Automoto.it

Caricamento commenti...