GP di Germania

MotoGP 2021. GP di Germania al Sachsenring. Franco Morbidelli: "Non ho armi per difendermi"

- Franco deluso, quasi rassegnato: “Sento di guidare bene, ma non ho nessuna possibilità di superare i miei rivali: se giro da solo posso fare le mie linee, ma con gli altri perdo troppo in molti punti. E’ una MotoGP di altissimo livello, bella da vedere”
MotoGP 2021. GP di Germania al Sachsenring. Franco Morbidelli: Non ho armi per difendermi

La delusione gliela leggi in faccia, non c’è nemmeno bisogno di sentirlo parlare. Siamo quasi alla rassegnazione: Franco Morbidelli non ha i mezzi (tecnici) per trovare una soluzione.

“Non è facile trovare la chiave per recuperare solo in alcuni punti quello che perdi in tutto il resto del circuito rispetto ai piloti più veloci del mondo. E’ davvero complicato. Non ho la moto per superare nessuno”.

Puoi dire qualcosa rispetto alle altre Yamaha?

“E’ impossibile fare una comparativa, quello che io ho a disposizione è completamente differente da quello che hanno gli altri piloti. Possiamo cercare di migliorare qualche linea, vedere qualche punto dove sei più in difficoltà, ma non puoi sapere se devi migliorare tu come pilota o è la moto. Credo molto nel mio feeling, in quello che sento e il feeling mi dice che sto guidando bene, che sto facendo le cose giuste, ma non è abbastanza per stare nelle posizioni importanti. Se sono da solo, posso tenere un buon ritmo, ma assieme agli altri, quando non posso fare le mie linee, perdo troppo in rettilineo, non ho opzioni per recuperare in curva. In Q1 ero veramente molto al limite, non avrei potuto fare granché nemmeno se fossi riuscito a entrare in Q2”.

Secondo te, perché Quartararo riesce a essere così efficace nonostante gli altri piloti Yamaha fatichino?

“Conosco Fabio e so che ha uno stile di guida particolare, spesso riesce a fare linee molto differenti rispetto agli altri piloti, ma non so di più”.

Oggi ci sono state tante sorprese: qual è la tua spiegazione?

“Questa è una MotoGP con il livello più alto di sempre, ci sono molte Case che lavorano benissimo e che riescono a dare dei buoni pacchetti ai loro piloti. Il regolamento ha fatto sì che il livello sia altissimo e gli equilibri precari: è una bella MotoGP da vedere”.

 

Segui il GP di Germania 2021 sul nostro LIVE

Segui il commento delle qualifiche del Sachsenring con Zam e Alex De Angelis IN DIRETTA OGGI ALLE 20:45

Rivedi il commento delle libere del Sachsenring con Zam, l'Ing. Bernardelle e Nadia Padovani, moglie di Fausto Gresini e Team Owner di Gresini Racing

Gli orari della corsa in TV su Sky, DAZN e TV8

"Un team satellite può vincere il titolo?", l'analisi di Nico Cereghini

"Valentino Rossi: è quasi un addio ufficiale", il commento di Giovanni Zamagni

  • DK74ever, Ronchi dei Legionari (GO)

    La Moto 2021 vera e propria non esiste. Nessuna casa, tranne Aprilia , ha potuto mettere mano daccapo alla moto.
    Perche se fosse cosi, a questo punto Morbidelli avrebbe una 2020. Invece sono gli ufficiali ad avere una 2020 con migliorie qua e la, e non di motore perché erano congelati.
    BASTA con questa storiella" la moto di due anni fa" ..... O volete credere che Franco abbia la moto varata ai test Valencia 2018 (o poco distante da quella) ?
  • Davidhammer46, Modena (MO)

    Io sono di parte, ma come hanno già detto altri, Morbido era ben consapevole del contratto che ha accettato e firmato ed evidentemente in quel momento era l'opzione migliore. Quindi adesso poche balle e dare gas. E non sarebbe cambiato se al posto di Rossi ci fosse stato un altro, lui ha firmato per una moto "vecchia" e con quella deve correre. Inoltre credo proprio che anche a Rossi, visto che lavorerà con Ducati, si guarderanno bene dal dargli evoluzioni e aggiornamenti fino a fine stagione per evitare che poi spifferi agli avversari.
Inserisci il tuo commento