Video

MotoGP 2020 in Austria: il video del mezzo miracolo del RedBull Ring

- Joahnn Zarco e Franco Morbidelli che si toccano a 300Km/h, cadendo ma senza farsi troppo male. Le loro moto che rimbalzano in pista e sfiorano Maverick Vinales e Valentino Rossi. Oggi la sorte ha voluto essere buona...

Dopo quanto accaduto nella gara di Moto2 e poi in quella di MotoGP è lecito affermare che oggi al RedBull Ring c’era pure la fortuna in mappatura benevolenza. Le immagini delle moto di Joahnn Zarco e Franco Morbidelli che piombano in pista a poche decine di centimetri da Maverick Vinales e Valentino Rossi ne sono la prova. Impressionanti e agghiaccianti, con lo steso Valentino che, rientrando ai box dopo le bandiere rosse, s’è portato le mani sul casco avendo preso coscienza di quello che sarebbe potuto succedere. Esattamente come capitato in mattinata in Moto2, con il tremendo botto di Syahrin che, però, è addebitabile solo ed esclusivamente alla fatalità, mentre quello avvenuto in MotoGP ha riacceso il dibattito sulla sicurezza del RedBull Ring. Al di là delle responsabilità dei singoli piloti coinvolti e delle dinamiche degli incidenti.

  • MarcoG8661, Bordighera (IM)

    E' andata bene...miracolo intero....
    Piuttosto che cercare di chi è la colpa (se qualcuno ne ha....), cercherei di capire come rendere quel circuito un po' più sicuro....
  • panealpane, Gossolengo (PC)

    Riguardo a cosa si potrebbe fare, ho notato come la moto di Zarco, che è rimasta in piedi senza pilota ed ha proseguito come un missile, sia stata comunque notevolmente rallentata dall'impatto contro l'air-fence (spero si scriva così), mentre quella del Morbido ha carambolato sull'erba mantenendo una velocità tale per cui, quando è passata davanti al naso del Vale, stava ancora letteralmente volando.
    Domanda: se aggiungessero molti più di questi air-fence, a fianco del rettilineo/semi curva a sinistra, in modo da rallentare chi vada fuori pista? Il punto in cui si riparte dopo la curva a destra , deve per forza restare così scoperto?
Inserisci il tuo commento