GP di Teruel

MotoGP 2020. Franco Morbidelli: “Sono pronto a rischiare come a Misano”

- Franco è soddisfatto sia delle qualifiche sia del passo gara: “Sono orgoglioso del mio tempo e, in generale, sono contento per come sono andati tutti i turni. Sono ancora in lotta per il campionato, bisogna osare per avvicinarsi alla vetta”
MotoGP 2020. Franco Morbidelli: “Sono pronto a rischiare come a Misano”

E’ competitivo sulla distanza ed è andato forte in qualifica: decisamente una bella giornata per Franco Morbidelli, secondo a 0”063 da Nakagami.

“In qualifica ho fatto un bel giro, sono contento e orgoglioso del mio tempo. Tutte le sessioni sono andate piuttosto bene, anche se da fuori possiamo sembrare meno veloci rispetto a settimana scorsa, quando eravamo stato forti in prova e meno in gara: speriamo che questa volta succeda il contrario”.

 

Come affronterai la gara?

“Sapendo che sono ancora in lotta per il titolo, ma non così tanto: bisogna rischiare un po’ per recuperare punti importanti. Vorrei fare un podio per avvicinarmi un po’ alla vetta della classifica, finire al meglio questa terza gara consecutiva. Insomma, è un GP dove bisognerà azzardare, spingere un po’ ”.

 

Rispetto a settimana scorsa ti senti più o meno forte?

“Credo che abbiamo fatto un passo in avanti, migliorando tanti piccoli aspetti. La sensazione è che potremo essere più forti, ma non puoi mai avere la certezza finché non sei in gara: sarà importante capire nei primi giri come sarà la situazione, per gestire al meglio le gomme. Come a Misano, voglio prendermi dei rischi: là aveva pagato, speriamo accada anche qui”

 

Sei disposto ad aiutare Quartararo?

“Al momento sono ancora in lotta per il campionato, perché dovrei aiutarlo? In caso, lo farò solo quando matematicamente non sarò più in gioco per il mondiale”.

  • Bruno_7, Genova (GE)

    Tranquillo, ma purtroppo le gomme saranno l'ago della bilancia che stavolta penderà verso HRC. Copione già visto.
  • Nick_Farl_4014655, Agugliano (AN)

    in lotta per il campionato? i piloti difettano di realismo, ma forse per questo sono piloti.
Inserisci il tuo commento