GP Catalunya

MotoGP 2019: Spunti, considerazioni e domande dopo le QP del GP di Catalunya

- Quali potrebbero essere le chiavi del GP? Giusta la penalità a Vinales? Marquez ha chiesto che anche Lorenzo fosse punito
MotoGP 2019: Spunti, considerazioni e domande dopo le QP del GP di Catalunya

Spunti, considerazioni, domande dopo le qualifiche del GP di Catalunya.

 

Ideal time delle QP.

L’ideal time (IT) è la somma dei migliori tempi realizzati da un pilota in ciascuno dei quattro settori in cui viene suddivisa la pista (tra parentesi il tempo reale ottenuto, BT).

Marquez 1’39”257 (1’39”499); Quartararo 1’39”396 (1’39”484); Rossi 1’39”594 (1’39”753); Vinales 1’39”656 (1’39”710); Rins 1’39”701 (1’39”870); Morbidelli 1’39”711 (1’39”711); Dovizioso 1’39”777 (1’39”777); Petrucci 1’39”844 (1’39”844); Crutchlow 1’40”013 (1’40”151); Lorenzo 1’40”119 (1’40”199); P.espargaro 1’40”128 (1’40”425); Mir 1’40”206 (1’40”240).

Considerazioni: Ha ragione Marquez quando afferma che la pole era alla sua portata: senza l’errore sarebbe stato davanti a tutti “facilmente”; la classifica dell’IT è significativamente differente da quella del BT: non è un evento che accade frequentemente.

 

Quali potrebbero essere le chiavi del GP?

  1. Scelta gomme. Tutti i piloti la indicano come la vera chiave di questo GP: con tre mescole utilizzabili sia all’anteriore sia al posteriore, bisognerà stare molto attenti, come ha detto Rossi, ad accoppiarli nella maniera giusta. Poi, naturalmente, sarà fondamentale la gestione in gara;
  2. La partenza. La distanza dalla linea di partenza alla prima curva è notevole: potrebbe mettere in difficoltà Yamaha e Suzuki e, viceversa, favorire Honda e Ducati;
  3. La prima variante. Quando dopo il rettilineo di partenza c’è una variante e non una curva singola, le possibilità di contatto aumentano notevolmente;
  4. La tattica di Marquez. Lui dice che se Quartararo o un pilota Yamaha proverà ad andare in fuga, non farà pazzie per andargli dietro, con l’unico obiettivo di arrivare davanti ai suoi rivali per il titolo;
  5. Il rendimento della Yamaha. Quattro M1 nelle prime due file, un buon passo gara per almeno due piloti (Quartararo e Rossi) sembrano il preludio di una grande competitività; ma al Mugello si è visto come in gara, insieme a tutti gli altri, la M1 faccia molta più fatica che in prova.

 

Il passo gara (in collaborazione con Antonio Lopez).

FP4: media dei migliori 10 giri:

  1. Quartararo 1’40”709; 2. Rins 1’40”724; 3. Marquez 1’41”072; 4. Mir 1’41”196; 5. Rossi 1’41”235; 6. Vinales 1’41”334; 7. Lorenzo 1’41”444; 8. Morbidelli 1’41”534; 12. Dovizioso 1’41”813; 13 Petrucci 1’41"860

FP4: media dei migliori 5 giri:

1. Rins 1’40”452; 2. Quartararo 1’40”478; 3. Vinales 1’40”802; 4. Marquez 1’40”838; 5. Rossi 1’41”060; 6. Mir 1’41”108; 7. Miller 1’41”191; 9. Petrucci 1’41”251; 10. Morbidelli 1’41”253; 11. Lorenzo 1’41”304; 12. Dovizioso 1’41”395

 

E’ giusta la penalizzazione a Vinales?

Sì. E’ stato evidente che Maverick non l’abbia fatto apposta, ma quello che ha fatto ha causato un potenziale pericolo enorme: Quartararo ha evitato il contatto per un pelo. E’ andata bene, giusto sanzionarlo.

 

Marquez ha chiesto che anche Lorenzo fosse punito, come era successo a lui in passato: ha ragione?

Sì. Anche se quanto fatto da Lorenzo è molto meno grave della manovra di Vinales, Jorge ha comunque dato fastidio a un rivale.

 

Dal Mugello, Marquez non perde occasione per attaccare Lorenzo: come mai?

A Marc ha dato fastidio - molto fastidio - che la Honda abbia assecondato le richieste di Jorge per il viaggio in Giappone e, così, non perde occasione per attaccarlo. La sensazioni è che attacchi Lorenzo per mandare un chiaro messaggio alla HRC.

 

Tre frasi delle qualifiche

3) Marc Marquez: “Che la Honda non tocchi telaio e motore, la moto è competitiva così”;

2) Maverick Vinales: “Ho sbagliato, ma altri piloti, per lo stesso motivo, non sono stati puniti”

1) Fabio Quartararo: “Una pole molto più bella di quella di Jerez: là avevo sfruttato il traino di Morbidelli, qui l’ho conquistata totalmente da solo”.

 

Pronostico.

Carlo Pernat (manager): Rins, Dovizioso, Rossi

Massimo Calandri (la Repubblica): Rossi, Rins, Dovizioso

Nico Forletta (RadioRai): Dovizioso, Rins, Marquez

Flavio Vanetti (Corriere della Sera): Rins, Dovizioso, Marquez

Manuel Pecino (PecinoGP): Rins, Marquez, Rossi

Zam: Rins, Dovizioso, Marquez

  • Aspes 125 yuma, Bologna (BO)

    Iniziano i primi screzi in famiglia..., fine della luna di miele...

    Meno male non ci sono figli di mezzo.
  • Strijbos, Alessandria (AL)

    Mi piacerebbe tanto vedere le Yamaha a podio...ma non ci scommetto...un conto è fare i tempi in prova, con le linee che vuoi, un conto è farlo per 40 minuti in mezzo agli altri...senza contare il discorso gomme, grip,spinning e durata...
    Vedo bene il Dovi e Rins...
Inserisci il tuo commento