GP del Regno Unito

MotoGP 2019. Fabio Quartararo chiude in testa il venerdì a Silverstone

- Anche nelle FP2 il più veloce è il pilota Yamaha. Alle sue spalle Marquez, Vinales e Rossi
MotoGP 2019. Fabio Quartararo chiude in testa il venerdì a Silverstone

SILVERSTONE - Quartararo conquista il miglior tempo nelle FP2, davanti a Marc Marquez, Maverick Vinales e Valentino Rossi, sesto Andrea Dovizioso, 16esimo Andrea Iannone. Nella combinata dei tempi.

Marc Marquez continua a impressionare: a inizio FP2, mentre quasi tutti montavano le dure (o le medie) lui è entrato in pista con le soffici, facendo un gran tempo al terzo giro. Con quelle gomme, Marquez ha continuato a tirare, è caduto (senza conseguenze) alla curva 8, ha ripreso e ha tenuto un gran ritmo. Poi, negli ultimi dieci minuti, mentre tutti passavano alle soffici per il “time attack”, lui è entrato in pista con una dura nuova al posteriore, facendo un incredibile 1’59”476. Solo Fabio Quartararo era riuscito a fare meglio - 1’59”2 - ma il suo tempo è stato prima cancellato per aver messo per qualche centimetro la gomma all’esterno del cordolo alla curva 6 e poi riammesso. Esattamente come è accaduto a Valentino Rossi nello stesso punto: l’1’59”9 di Valentino è così stato in un primo tempo cancellato e da quarto Rossi si era ritrovato 17esimo. 

MARQUEZ DA BATTERE
Questa la cronaca. Per quanto riguarda il passo, il punto di riferimento rimane Marquez, che sembra sempre un turno avanti rispetto agli altri, perlomeno nell’uso delle gomme: lui ha già la situazione piuttosto chiara e sotto controllo. Ma anche Cal Crutchlow, terzo nelle FP2, quarto nella combinata, è andato piuttosto bene, a conferma che su questo tracciato la Honda sembra funzionare piuttosto bene. Naturalmente, non fa testo l’ultimo tempo di Jorge Lorenzo, al rientro dopo due mesi di assenza: il dolore sembra accettabile, ma Jorge non può avere il ritmo che hanno i suoi rivali, oltretutto con la paura di cadere nuovamente. Non è quindi giudicabile.
 

YAMAHA COMPETITIVA
La prima giornata di prove libere ha messo in mostra una Yamaha competitiva (a parte trovate un’intervista a Maio Meregalli), con Maverick Vinales sempre piuttosto veloce e costante, un Quartararo, come già detto, molto efficace, un Franco Morbidelli in crescita e un Valentino Rossi veloce. In generale, comunque, è stata una buona Yamaha.

DOVIZIOSO PRIMA DUCATI
In Casa Ducati, il più veloce è stato Andrea Dovizioso, risalito nel finale in sesta posizione. Prima del “time attack”, il Dovi si è concentrato sulla preparazione per la gara, effettuando parecchi giri con una gomma media usata del mattino: il suo passo non è male. Al 9° e 10° posto Jack Miller e Danilo Petrucci: non sono così lontani, ma al momento Dovizioso sembra più a posto di loro. Buona prestazione di Aleix Espaergaro, che porta l’Aprilia nei dieci, mentre Andrea Iannone, dopo un buon inizio nelle FP1, non è riuscito a ripetersi nel pomeriggio. Non è la prima volta che accade.

Scopri i temi del GP e consulta le statistiche dei vincitori degli ultimi tre anni. Per guardare in diretta o in differita la gara leggi gli orari TV di TV8 e Sky.

CLASSIFICA

Pos. Num. Pilota Nazione Team Moto Km/h Data e ora Distanza 1st/Prev.
1 20 Fabio QUARTARARO FRA Petronas Yamaha SRT Yamaha 317.6 1'59.225  
2 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 325.3 1'59.476 0.251 / 0.251
3 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 321.4 1'59.765 0.540 / 0.289
4 46 Valentino ROSSI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 318.5 1'59.937 0.712 / 0.172
5 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 327.2 1'59.993 0.768 / 0.056
6 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 327.2 2'00.110 0.885 / 0.117
7 21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 315.7 2'00.183 0.958 / 0.073
8 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Tech 3 KTM 319.5 2'00.360 1.135 / 0.177
9 43 Jack MILLER AUS Pramac Racing Ducati 325.3 2'00.392 1.167 / 0.032
10 9 Danilo PETRUCCI ITA Ducati Team Ducati 324.3 2'00.428 1.203 / 0.036
11 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 319.5 2'00.492 1.267 / 0.064
12 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 324.3 2'00.497 1.272 / 0.005
13 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 323.3 2'00.591 1.366 / 0.094
14 5 Johann ZARCO FRA Red Bull KTM Factory Racing KTM 323.3 2'00.664 1.439 / 0.073
15 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 322.3 2'00.666 1.441 / 0.002
16 63 Francesco BAGNAIA ITA Pramac Racing Ducati 324.3 2'00.788 1.563 / 0.122
17 29 Andrea IANNONE ITA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 324.3 2'00.907 1.682 / 0.119
18 50 Sylvain GUINTOLI FRA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 319.5 2'02.240 3.015 / 1.333
19 55 Hafizh SYAHRIN MAL Red Bull KTM Tech 3 KTM 317.6 2'02.417 3.192 / 0.177
20 53 Tito RABAT SPA Reale Avintia Racing Ducati 323.3 2'02.473 3.248 / 0.056
21 99 Jorge LORENZO SPA Repsol Honda Team Honda 323.3 2'02.907 3.682 / 0.434
22 17 Karel ABRAHAM CZE Reale Avintia Racing Ducati 316.7 2'02.993 3.768 / 0.086
  • Gibix, Casnate con Bernate (CO)

    Veramente bravo Quartararo, e la sua velocitá massima non lo aiuta di certo. Come Rossi.
  • akilao, Fiorenzuola d'Arda (PC)

    Possibile nessuno abbia notato che uno straordinario Oliveira alla guida di una KTM si trovi in Q2 subito dietro alla Ducati ufficiale del Dovi e davanti a Miller e Petrux sulle altre Ducati? O dobbiamo sempre sottolineare solo le buone/cattive prestazioni dei soliti noti?
Inserisci il tuo commento