GP di San Marino

MotoGP 2019 a Misano. Vittoria di Marc Marquez

- Trionfo all’ultimo giro del pilota della Honda, davanti a Quartararo e Vinales. Quarto Rossi, quinto Morbidelli, sesto Dovizioso, decimo Petrucci. Gara poco stimolante (finale a parte): voto 6
MotoGP 2019 a Misano. Vittoria di Marc Marquez

MISANO ADRIATICO - Questa volta, Marc Marquez ha vinto la volata dell’ultimo giro, il più spettacolare, forse l’unico spettacolare di tutta la gara.

Fabio Quartararo è stato sempre davanti a dettare il ritmo, Marc Marquez sempre a un distacco variabile tra il decimo e i due decimi, sempre apparentemente con la situazione sotto controllo, con un po’ di margine da amministrare. Si pensava che Marc provasse prima dell’ultimo giro a passare il rivale - visti gli ultimi precedenti -, ma Fabio non gli ha dato la possibilità, è stato al comando con autorità e grande sicurezza.

Poi, l’attacco alla prima curva dell'ultimo giro, con Marquez prepotentemente davanti. Gara finita, si è pensato. Macché! Quartararo non ha mollato, l’ha ripassato alla quattro, ma alla Quercia, Marquez ha fatto la più bella staccata della stagione, conquistando il primo posto di forza, autorità, bellezza.

Gara finita, si è pensato nuovamente. Tutt’altro: Fabio si è riavvicinato, è arrivato a sfiorare la ruota posteriore del rivale, ma non ha potuto nemmeno provarci. Straordinari tutti e due.

Terzo Maverick Vinales, che per un certo senso ha un po’ deluso, dopo essere partito benissimo dalla pole position. Sembrava potesse imporre il suo ritmo, ma quando Quartararo l’ha passato al terzo giro, è andato in crisi, stile Jorge Lorenzo in passato. Poi, da metà gara in poi, è tornato a girare più veloce di tutti, avvicinandosi fino a 1”5. Ma ormai era tardi per la vittoria.

Tre italiani in fila

Al quarto posto Valentino Rossi, che ha pagato caro la qualifica di ieri, perché è stato a lungo dietro a Pol Espargaro, difficilissimo da superare. Quando ci è riuscito, davanti ormai erano lontanissimi e Valentino ha perso altro tempo per superare l’amico e rivale Franco Morbidelli.

Poi, una volta quarto non ha potuto far altro che difendere la posizione, con Morbidelli buon quinto e Andrea Dovizioso sesto: il 'Dovi', ancora più di Rossi, ha pagato la fatica a superare la KTM.

Per la Ducati un GP da dimenticare: Pirro è caduto, Petrucci ha chiuso lontanissimo al decimo posto, anche dietro Jack Miller. Un disastro.

E il mondiale si può già chiudere in Thailandia: adesso il suo vantaggio è di 93 punti quando mancano solo sei gare. Un dominio totale.

Malissimo l’Aprilia, 12esima con Aleix Espargaro, mentre Andrea Iannone non ha nemmeno corso, per i postumi dell’infortunio alla spalla sinistra.

La classifica della gara

Pos. Punti Num. Pilota Nazione Team Moto Km/h Data e ora/Distanza
1 25 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 161.3 42'25.163
2 20 20 Fabio QUARTARARO FRA Petronas Yamaha SRT Yamaha 161.3 +0.903
3 16 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 161.2 +1.636
4 13 46 Valentino ROSSI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 160.5 +12.660
5 11 21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 160.5 +12.774
6 10 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 160.5 +13.744
7 9 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 160.1 +20.050
8 8 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 159.9 +22.512
9 7 43 Jack MILLER AUS Pramac Racing Ducati 159.7 +26.554
10 6 9 Danilo PETRUCCI ITA Ducati Team Ducati 159.4 +31.456
11 5 5 Johann ZARCO FRA Red Bull KTM Factory Racing KTM 159.3 +32.388
12 4 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 159.2 +34.477
13 3 53 Tito RABAT SPA Reale Avintia Racing Ducati 159.1 +35.325
14 2 99 Jorge LORENZO SPA Repsol Honda Team Honda 158.4 +47.247
15 1 55 Hafizh SYAHRIN MAL Red Bull KTM Tech 3 KTM 157.5 +1'02.280
16   88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Tech 3 KTM 157.2 +1'07.831
17   17 Karel ABRAHAM CZE Reale Avintia Racing Ducati 156.1 +1'24.666
18   30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 152.8 1 Giro
Non classificato
    35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 159.3 5 Giri
    51 Michele PIRRO ITA Ducati Team Ducati 158.0 6 Giri
    42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 160.0 12 Giri
    63 Francesco BAGNAIA ITA Pramac Racing Ducati 158.5 16 Giri
Leggi tutti i commenti 293

Commenti

  • Paolo93hrc, Ravenna (RA)

    avevo detto poco tempo fa che per vincere i mondiali almeno 8 gp su 20 li devi vincere. Ora siamo a 7 uno zero mentre dominava per il resto sempre secondo. Dovrebbe riuscire ad arrivare a 8 visto che ne mancano 5. Ragazzi se vi sta antipatico non tirate fuori argomenti inesistenti a noi lontani anni luce, sono corse di moto, e lui sa correre come smettetela di sputare su un campione che ha vinto 6 mondiali, io da appassionato lo vorrei rivedere vincente per zittire tutti voi.Poi ancora con la polemica del 2015 il mondiale non l'ha vinto marquez ma lorenzo l'unico che in pista con moto e fisico a posto ha veramente duellato con lui. Honda aveva visto lungo sa benissimo che con la gp19 e a posto fisicamente sarebbe stato un brutto cliente quindi meglio portarlo di qua, in hrc non temono certamente chi vince spodaricamente ma la ducati degli ultimi 3 anni è la moto che dopo honda ha vinto di piu' fate 2 conti ciao.
  • RustyMC, Foggia (FG)

    Se Marquez non avrebbe frenato in curva poco prima del traguardo...Quartararo lo avrebbe passato di sicuro (come ha fatto Rins), invece così l'ha ostacolato costringendolo al distacco.
Leggi tutti i commenti 293

Commenti

Inserisci il tuo commento