piloti

I commenti dei piloti dopo il secondo giorno di Test a Sepang

- Tanto lavoro per tutti nella seconda giornata di test, a sentire i commenti dei piloti c'è un diffuso ottimismo, ma anche una strategica prudenza
I commenti dei piloti dopo il secondo giorno di Test a Sepang

Honda

Marc Marquez
«Abbiamo continuato con il nostro programma di lavoro. Abbiamo provato nuove parti e fatto test sulla ciclistica, abbiamo avuto alcuni riscontri punti positivi e alcuni negativi. Per quanto riguarda il setup, abbiamo migliorato la stabilità in frenata, risultato che ho fatto un po' fatica a raggiungere, ma alla fine abbiamo trovato un buon compromesso. Spero che domani potremo continuare nello stesso modo, con coerenza e velocità»

Dani Pedrosa
«Oggi abbiamo provato il nuovo telaio e lo abbiamo confrontato con la versione precedente, ma domani continueremo a lavorare con entrambi perché non è chiaro quale sia il migliore. Mi sono trovato bene con entrambi, ma devo fare più giri in modo da essere in grado di prendere una decisione chiara. Abbiamo anche provato le nuove gomme Bridgestone, oggi è toccato alla morbida e abbiamo lasciando la mescola dura per domani. Stiamo andando abbastanza bene qui, ma il campionato si corre su tante piste diverse e la moto deve andare bene su tutte».


Yamaha


Valentino Rossi
«Oggi è un'altra giornata positiva, abbiamo lavorato molto e ho fatto 60 giri. Abbiamo provato un sacco di cose tra cui pneumatici nuovi e vecchi, per cercare di fare un confronto. Abbiamo lavorato sulle regolazioni della moto e provato altre cose, alcune hanno dato buoni risultati altre non hanno funzionato come ci aspettavamo.
Comunque sono contento perché ho ​​migliorato il mio tempo sul giro rispetto a ieri e sono in quarta posizione e non lontano dalla vetta».


Jorge Lorenzo

«A parte la posizione che non è l'ideale, penso che abbiamo fatto un passo avanti. Abbiamo modificato l'elettronica e abbiamo migliorato il comportamento della moto in curva e ora è più come l'anno scorso. Posso tenere un ritmo più costante ed essere un po' più veloce. Dobbiamo continuare a lavorare. I nostri avversari sono forti in questo momento, ma oggi sono certamente più felice di ieri».


Ducati


Andrea Dovizioso
«Sono contento dei progressi che abbiamo fatto, non mi aspettavo di provare delle sensazioni così buone nel primo test dell'anno. Siamo riusciti a migliorare in inserimento e anche ad avere un po’ più di velocità in centro curva. Acceleriamo un po’ più forte perché la moto si impenna di meno e quindi possiamo usare più potenza. Ci siamo avvicinati ai primi come tempi, come passo anche, ma c’è ancora tanto lavoro da fare. Però giudico i miglioramenti che abbiamo fatto in questi primi due giorni più che positivi».

Cal Crutchlow

«Credo di essere uno dei piloti che ha migliorato di più oggi come tempo sul giro. Ieri ero un po’ arrugginito e non avevo il feeling giusto sulla moto, ma il problema è stato soltanto mio. Oggi abbiamo girato solo con la GP14, testando alcuni assetti che non avevamo avuto tempo di provare ieri. Il risultato è stato positivo e quindi abbiamo fatto un buon passo in avanti. La nuova moto è molto migliorata nell'ingresso in curva, ed è un fatto positivo per la Ducati. In generale direi che sono piuttosto soddisfatto, anche se siamo abbastanza lontani dai primi».

Michele Pirro
«Oggi abbiamo lavorato su alcuni particolari, come ad esempio il freno motore, e abbiamo fatto anche alcune prove per capire i consumi: infatti sono rimasto a piedi senza benzina lungo il tracciato! Dato che la moto è nuova stiamo ancora cercando di capire diverse cose ed è il mio compito provare tutte le novità che abbiamo portato qui. Sono contento, anche se so che ci vorrà ancora tanto lavoro e un un po’ di tempo, però adesso abbiamo le idee chiare su che cosa fare».

  • magomir200316, Cinisello Balsamo (MI)

    ...

    ... non guardate la classifica di oggi ragazzi!
    Gli unici ad aver "tirato" un pò sono i ragazzi sfrontati; vedi Marquez e Espargaro.

    Le vecchie volpi (Lorenzo, Rossi Pedrosa) secondo me stanno facendo strategia e stanno lavorando sulla costanza.
  • Dannatio1057, Bologna (BO)

    Temo proprio..

    ...che tu abbia ragione Alessandro200958; il Gap "tecnico" è diventato molto più che sensibile!
    Il fatto che Honda in primis si opponga al "blocco" dell'elettronica ed alla centralina unica,è un chiaro indice del fatto che sanno perfettamente che è tutta li ( o moltissima parte ) la enorme superiorità che hanno in questo momento....e "ovviamente" non vogliono rinunciarvi.....
    Personalmente lo trovo un atteggiamento al limite dell' autolesionistico, nella misura in cui finiranno per disamorare sempre maggiori fette di pubblico.... il che comporterà che gli investimenti ad un certo punto non avranno più una contropartita pubblicitaria adeguata....e gli altri, molto più piccoli e meno dotati, avranno già mollato il campo da tempo......
    E dire che Honda avrebbe una forza tale da poter competere senza remore di centraline e quant'altro......
Inserisci il tuo commento