Giacomo Agostini: “Tutti devono capire che Bagnaia ha fatto un grande campionato"

Giacomo Agostini: “Tutti devono capire che Bagnaia ha fatto un grande campionato"
Giovanni Zamagni
Chi è il favorito al titolo a tre gare dal termine? L’analisi del 15 volte iridato è come sempre interessante. Ma si parla anche di gioco di squadra, con aneddoti interessanti
7 ottobre 2022

A tre gare dal termine, nell’era MotoGP, quindi dal 2002, non si era mia registrato un distacco così contenuto tra i primi tre in classifica generale, con Pecco Bagnaia a -2 da Fabio Quartararo e Aleix Espargaro a -20. Probabile che il titolo venga assegnato nell’ultimo GP di Valencia, come è già accaduto nel 2006 (Hayden primo, Rossi secondo), nel 2013 (Marquez primo, Lorenzo secondo), nel vergognoso 2015 (Lorenzo primo, Rossi secondo) e nel 2017 (Marquez primo, Dovizioso secondo). Quattro campionati chiusi proprio nel finale, ma a tre gare dal termine il vantaggio del primo in classifica - che tre volte su quattro è poi diventato campione, fa eccezione Rossi nel 2015, ma sappiamo perché - era decisamente superiore rispetto ai due punti che deve difendere oggi il pilota della Yamaha.

 

“Fino al GP della Thailandia - è l’analisi di Agostini - vedevo favorito Quartararo, adesso la situazione è molto differente”.

 

Molti dicono: con quella Ducati lì non si può perdere: il campione Ago ragiona in maniera differente. “La grande moto va con il grande pilota e il grande pilota va con la grande moto: se Bagnaia è davanti agli altri piloti con la DesmosediciGP, è perché lui riesce a dare qualcosa in più”.

 

Su Quartararo: “Quando parte bene, riesce a mantenere il ritmo, viceversa non ce la fa: non so se dipenda solo dalla moto. Lui, però, ha dimostrato di essere un grande pilota”. Tra i due, chi è più sotto pressione: Bagnaia che in qualche modo è obbligato a vincere o Quartararo che può solo difendersi? Difficile rispondere anche per Ago.

 

Poi si parla di giochi di squadra, con un gustosissimo aneddoto di quella volta a Modena con la Morini… E Aleix Espargaro è ancora in gioco per il titolo? Sì per l’aritmetica, ma il 15 volte iridato ha più di un dubbio.

 

Prossima gara, Phillip Island: “E’ sempre difficile fare pronostici, lì la Yamaha non va male, ma Bagnaia in questo momento è molto forte e determinato”. In definitiva, Giacomo Agostini su chi scommetterebbe un euro? La risposta nell’86esimo episodio di #atuttogas, online su Moto.it e sulle principali piattaforme podcast a partire da domenica 9 ottobre.

Da Automoto.it

Hot now

Caricamento commenti...