mostra aiuto
Accedi o registrati
prova enduro stradale

BMW G 650 GS Sertão

Senza confini!
- Una enduro monocilindrica con cui fare di tutto un po’ e senza temere per il portafoglio? Ecco la G 650 GS Sertão, BMW piccola e avventurosa. Sfiora i 170 km/h e fa quasi 30 km con un litro di verde. Costa 7.750 euro
BMW G 650 GS  Sertão


La prova della BMW G 650 GS  Sertão

Poco più di un anno fa abbiamo avuto modo di provare la BMW G 650 GS, monocilindrica dal prezzo contenuto, 6.990 €, facile da guidare e dai consumi contenuti. BMW ora ci propone la versione con cerchio da 21 pollici in luogo dei 19 della GS stradale, e sospensioni con escursione maggiore e quindi più adatte a un uso fuoristradistico. Il nome la dice tutta sulle velleità della monocilindrica tedesca, Sertão come il deserto brasiliano (una volta c'era la Ténéré... ma era tutto un altro continente). I contenuti non cambiano molto, tanto meno stravolgono il concetto della GS con cerchio da 19 pollici, ma per chi ama avventurarsi lungo strade sterrate e anche moderatamente impervie, magari con armi e bagagli annessi, la G 650 GS Sertão è perfetta.

Cosa cambia rispetto alla G 650 GS

Andiamo per gradi e vediamo cosa differenzia la versione desertificata della G 650 GS. Il motore rimane il robusto e poco assetato monocilindrico bialbero da 652 cc raffreddato a liquido, 4 valvole per cilindro e lubrificazione a carter secco, con 48 CV (25 KW) a 6.500 giri e 60 nm a 5.000 giri di coppia massima (è disponibile anche la versione depotenziata da 34 CV e 47 Nm di coppia), il telaio è lo stesso a traliccio in tubi d'acciaio, mentre le sospensioni si “allungano” e aumentano l'escursione utile. La forcella telescopica da 41 mm di diametro, passa da 170 mm (140 mm la versione ribassata) a 210 mm, mentre il mono, sempre ancorato al forcellone da un leveraggio, è regolabile nel precarico molla con un comodo registro remoto, passa da 165 mm (130 la ribassata) a 210 mm. Se poi l'aumento dell'altezza da terra non fosse sufficiente, il paramotore della Sertão ci può mettere al riparo da fastidiosi e dannosi contatti con il terreno. Cambia naturalmente anche l'altezza da terra del piano di seduta, che si alza da 780 mm fino a 860 mm (900 per la sella rialzata).
Copia incolla anche nel reparto freni, il singolo anteriore da 300 mm, con pinza flottante a doppio pistoncino, viene confermato per l'impiego maggiormente votato al fuoristrada, così come il posteriore da 240 mm e relativa pinza flottante a singolo pistoncino. Di serie per la G 650 GS Sertão è previsto l'ABS (disinseribile) che è invece optional sulla GS “stradale”.
Esteticamente la differenza che si fa notare maggiormente sono i cerchi a raggi e non più in lega, con la gommatura di sezione inferiore, 90/90 anteriore e 130/80 posteriore, mentre sparisce il piccolo parafango anteriore, al posto del quale troviamo una piastra di rinforzo. Per il resto, a parte la grafica con la scritta Sertão ben in vista, non cambia nulla.

Il serbatoio, nel codino, tiene 14 litri (4 di riserva)


Finiture

In generale le finiture della G 650 GS Sertão sono buone, le plastiche non verniciate sono piacevoli al tatto (anche se soggette a graffiarsi facilmente) mentre la luce degli accoppiamenti dei singoli elementi è buona in generale, con la sola eccezione della sella che sembra sempre agganciata male a causa dell'eccessivo spazio presente tra l'imbottitura e le plastiche della carena.
Non particolarmente attraenti i supporti delle pedane e le leve, mentre la verniciatura sembra piuttosto delicata per una moto che potrebbe avere incontri ravvicinati con ghiaia e sassi. Inoltre si iniziano a vedere le prime tracce di ruggine sia sul cavalletto, particolare assai fastidioso per una moto che ha pochi mesi di vita.




La nostra prova

Premetto che prima di montare in sella alla Sertão, c'è un piccolo ma fastidioso sforzo da compiere, "issarla" dal cavalletto laterale che inclina eccessivamente la moto su un lato (nel caso in cui la si debba parcheggiare anche solo in leggera pendenza, lo sforzo diventa davvero significativo nel momento in cui la si volesse raddrizzare), se poi si volessero caricare armi e bagagli ... beh meglio dotarla del cavalletto centrale!
Una volta in sella ci si trova davvero bene, come su gran parte delle enduro stradali d’altra parte. Il manubrio largo mette subito a proprio agio, mentre la sella, sebbene non sia particolarmente soffice sembra (e con il passare dei chilometri lo confermerà) abbastanza comoda. Rispetto alla G 650 GS "stradale" si fa più fatica a poggiare i piedi a terra, ma è il prezzo da pagare alla configurazione fuoristradistica di questa monocilindrica.
La strumentazione che ci ritroviamo di fronte appaga l'occhio, ma se consideriamo la ricchezza di informazioni qualche cosa in più lo si poteva anche fare. All'orologio e ai contachilometri (con il parziale che si azzera automaticamente non appena si accende la spia della riserva) nel display si aggiunge il solo contagiri, mentre il tachimetro è analogico. Considerando le velleità granturistiche/avventurose della Sertão, un indicatore del livello carburante e un termometro del liquido di raffreddamento sarebbero ben accetti. Un check della strumentazione e una leggera pressione sullo starter, ed ecco che il mono lestamente si avvia e borbotta al minimo, con la pulsazione tipica di questo genere di motori. Una regolata agli specchi retrovisori, un'aggiustatina al registro della leva frizione e si parte.
Agile e leggera come ci si aspetta da una monocilindrica da 193 Kg in ordine di marcia, la Sertão si dimostra immediatamente facile e intuitiva, come la sorella con il cerchio anteriore da 19 pollici d'altra parte. Il mono anche prima di raggiungere la temperatura ottimale di esercizio, si dimostra trattabile e discretamente fluido (sempre tenendo conto della sua architettura). Una volta "caldo" (si deve andare a naso vista la mancanza dell'indicatore della temperatura) i 48 CV rendono la Sertão adatta ad ogni tipo di condizione di traffico e a ogni genere di strada. L’erogazione è piuttosto fluida, diciamo dai 2.000 giri in su, mentre gli strappi tipici del monocilindrici ai bassissimi regimi sono minimi su questo bialbero.
Lo spunto da fermo non è certo da sportiva, ma difficilmente ci si trova in debito di potenza in accelerazione, mentre la facilità con cui prende i giri il mono, dai 2.000 giri in su, rende la Sertão brillante e adatta all'uso cittadino. In questo frangente emergono anche le notevoli doti di agilità, che grazie anche a un angolo di sterzo favorevole, permettono di districarsi anche in mezzo agli ingorghi più snervanti, mentre le sospensioni a corsa lunga, sono una manna per annullare gli effetti indesiderati di buche, ciottolati e tombini vari (comodo il manopolone per la regolazione del precarico anche mentre si è in sella).
La mancanza del vano sottosella è solo in parte mitigata dal vano portaoggetti che è nascosto sotto la piastra portapacchi (dove è celata anche la maniglia di sblocco della sella). Qui vi si possono riporre i documenti, un bloccadisco e un ragno elastico, stop.
In questa primavera caratterizzata da notevoli sbalzi di temperatura e da improvvisi acquazzoni, la presenza delle manopole riscaldate (optional) è un particolare che si apprezza notevolmente, così come l'ABS, che è possibile disattivare a piacimento nell'uso fuoristrada.

Come va lontano dalla città

Spostandosi fuori città, la G 650 GS Sertão, si dimostra una compagna di viaggio di tutto rispetto. Il piccolo cupolino aiuta a spezzare il flusso d'aria che investe il guidatore, creando qualche vortice di troppo ma non particolarmente fastidioso, mentre le sospensioni sostengono bene la moto e rendono stabile la piccola tedesca anche alle velocità più elevate (arrivando ai 170 km/h dichiarati la stabilità non viene mai compromessa), mentre nel misto spremendo a dovere il motore, ci si riesce anche a prendere qualche soddisfazione di guida, potendo contare sull'ampia luce a terra e sul solido grip offerto dalle Metzeler Tourance EXP di serie. Tale comportamento si mantiene anche ammorbidendo il precarico del mono, attraverso il comodo comando di regolazione remoto, operazione che rende ancora più confortevole la monocilindrica tedesca.
 

Il mono, anche prima di raggiungere la temperatura ottimale di esercizio, si dimostra trattabile e discretamente fluido

La trasmissione priva di giochi e la bontà della frizione consentono un perfetto uso del cambio (a 5 rapporti) che ha il solo difetto di avere una corsa della leva eccessivamente lunga, mentre gli innesti sono precisi.
Le vibrazioni, che si manifestano in particolar modo durante le accelerazioni e agli alti regimi, sono più che accettabili a velocità costante, fino all'approssimarsi dei 105-110 km/h, dopo di che iniziano a farsi sentire in modo fastidioso in particolar modo all'altezza della sella, ma come per incanto tendono a scemare oltrepassati i 130-135 km/h indicati, e anche a velocità prossime a quella massima sono accettabili. Essendo una moto tedesca, la Sertão da questo punto di vista è tarata per le autobahn germaniche, le autostrade prive di limiti di velocità.

E in fuoristrada?

In città tutto bene, fuori città pure, ma in fuoristrada? La monocilindrica tedesca si comporta al meglio anche tra sassi e rovi. Naturalmente i pneumatici di serie, che hanno ben figurato su asfalto, raggiungono facilmente i propri limiti al di fuori dello sterrato compatto, ma senza fretta e con un pelo di malizia, si riescono a superare anche tratti fuoristrada impegnativi grazie al peso ridotto (soprattutto rispetto alle endurone pluricilindriche) e alle buone doti di agilità. Per andare oltre è necessario il “tassello”, più o meno pronunciato, a seconda delle capacità di guida!
Le sospensioni da parte loro si dimostrano all'altezza della situazione copiando discretamente anche le sconnessioni più pronunciate, e dimostrando di avere una taratura ottimale per ogni tipo di terreno.

Consumi

E qui più che di una sorpresa, possiamo parlare di una conferma. BMW dichiara quasi 30 km con un litro a 90 km/h, ebbene durante il lungo periodo in cui la G 650 GS Sertão è stata con noi, le percorrenze medie sono state di 26-27 km/litro nell'uso quotidiano (città/extraurbano), 23-24 km/litro in autostrada e chiedendo tutto al motore... non siamo mai scesi sotto i 20. Davvero niente male di questi tempi.


Pregi


Guidabilità | Consumi | Erogazione lineare

Difetti


Mancanza indicatore livello carburante | Finiture perfettibili 
 

  1 di 55  
  • palace, Pisa (PI)

    bmw sertao all road

    Ho acquistato in settembre 2013 un sertao a km 0.
    Moto facile polivalente divertente e moderatamente leggera per il settore per cui è stata progettata (trail bike).
    Non riconosco validi tutti i giudizi negativi espressi dai lettori di moto.it nei confronti di questa moto se non quello di essere super valutata a listino (E 8500,00).
    Io come km 0 ho speso molto meno e ora mi trovo fra le mani un bel giocattolone con cui fare non tutto ma un pò di tutto.
  • 950-690, Lesmo (MB)

    Sertao in fuoristrada

    Ciao a tutti,
    Ho avuto modo di provare la Sertao e la Tènèrè 660 in fuoristrada.
    Se la Sertao viene venduta e spacciata per moto dual sport avrei qualche perplessità ovvero:
    1. leva del cambio impossibile da utilizzare con gli stivali da fuoristrada!!!! bisogna cambiare con il tallone..vergognoso!!!!
    2. Date un occhio alla leva del freno posteriore...vergognoso anche questo, oltre la fattura anche la forma che funge da invito per attirare a sè ogni sorta di rami ed altro....
    3. Posizione di guida infossata molto comoda in strada ma, secondo mio modesto parere, scomodissima per utilizzo in piedi (come spesso accade in fuoristrada).
    4. motore molto valido in erogazione, tiro e vibra poco.
    Peso nell'ordine dei 200 kg!!
    Secondo me è una dual sport per utilizzo 70% strada e 30% fuori ma uso turistico, certamente seduti e non in piedi.
    Concorrenti attualmente sul mercato: Yamaha Tènèrè 660, non ne vedo altre, almeno con questi prezzi "accessibili"
    Con poche modifiche sarebbe un ottima moto! Non capisco come possano fare questi errori ed per risparmiare veramente poco avrebbero un'ottima moto..poi sull'estetica nn si discute..a me non piace un granchè!
    Ciao a tutti!
Inserisci il tuo commento

Scheda tecnica

Bmw G 650 GS Sertão (2012 - 14)
  • Informazioni generali
  • Misure
  • Motore
  • Ciclistica
  • Batteria
  • Marca Bmw
  • Modello G 650 GS
  • Allestimento G 650 GS Sertão (2012 - 14)
  • Categoria Enduro Stradale
  • Inizio produzione 2011
  • Fine produzione n.d.
  • Prezzo 8.560 - chiavi in mano, comprensivo di immatricolazione
  • Garanzia n.d.
  • Optional n.d.
  • Lunghezza 2.165 mm
  • Larghezza 920 mm
  • Altezza n.d.
  • Altezza minima da terra n.d.
  • Altezza sella da terra MIN 780 mm
  • Altezza sella da terra MAX n.d.
  • Interasse n.d.
  • Peso a secco 175 Kg
  • Peso in ordine di marcia n.d.
  • Cilindrata 652 cc
  • Tipo motore n.d.
  • Tempi 4
  • Cilindri 1
  • Configurazione cilindri -
  • Disposizione cilindri -
  • Inclinazione cilindri -
  • Inclinazione cilindri a V -
  • Raffreddamento a liquido
  • Avviamento elettrico
  • Alimentazione n.d.
  • Alesaggio n.d.
  • Corsa n.d.
  • Frizione n.d.
  • Numero valvole n.d.
  • Distribuzione n.d.
  • Ride by Wire n.d.
  • Controllo trazione n.d.
  • Mappe motore n.d.
  • Potenza 48 cv - 35 kw - 6.500 rpm
  • Coppia 60 nm - 5.000 rpm
  • Emissioni Euro 3
  • Depotenziata
  • Tipologia cambio meccanico
  • Numero marce 5
  • Presenza retromarcia No
  • Consumo medio VMTC n.d.
  • Capacità serbatoio carburante 14 lt
  • Capacità riserva carburante n.d.
  • Trasmissione finale n.d.
  • Telaio n.d.
  • Sospensione anteriore n.d.
  • Escursione anteriore n.d.
  • Sospensione posteriore n.d.
  • Escursione posteriore n.d.
  • Tipo freno anteriore disco
  • Misura freno anteriore 300 mm
  • Tipo freno posteriore disco
  • Misura freno posteriore 240 mm
  • ABS
  • Tipo ruote n.d.
  • Misura cerchio anteriore 19 pollici
  • Pneumatico anteriore n.d.
  • Misura cerchio posteriore 17 pollici
  • Pneumatico posteriore n.d.
  • Batteria n.d.
  • Capacità n.d.
  • Autonomia e durata n.d.
  • Batteria secondaria n.d.
Bmw

Nuovo: Bmw G 650 GS

Vedi tutti
Indietro Avanti

Usato: Bmw G 650 GS Sertão (2012 - 14)

Vedi tutti
Indietro Avanti

Confronta moto

Confronta la moto selezionata con quella che vuoi, sia nuova che uscita dai listini.

Ad esempio puoi confrontare la moto che desideri acquistare con quella da te posseduta in questo momento e vedere le differenze.

Confronta