gp d'australia

SBK. Le dichiarazioni dei protagonisti della Superpole

- Ecco quanto hanno dichiarato i primi tre piloti classificati della Superpole di Phillip Island ed il commento di Troy Bayliss | C. Baldi, Phillip Island
SBK. Le dichiarazioni dei protagonisti della Superpole

Jonathan Rea: «E’ stato un modo strano di concludere a Superpole. Dal mio punto di vista abbiamo fatto un buon lavoro con la gomma da gara in queste alte temperature e la mia Kawasaki funziona molto bene. Abbiamo migliorato sensibilmente il set up nelle prove libere. Sono molto contento della mia pole position. Mi sarebbe piaciuto poter utilizzare la gomme morbida da tempo, perché so che con questa gomma la Ninja va davvero forte e quindi il mio tempo sul giro avrebbe potuto essere molto buono».      

Chaz Davies: «Questa mattina abbiamo proseguito il lavoro iniziato ieri, testando alcune nuove soluzioni per meglio comprendere la reazione delle gomme ai vari assetti. Penso quindi di essermi preparato a dovere e sono anche contento di non aver rilevato nessun problema significativo. Nelle qualifiche ho pensato di uscire con la gomme da tempo il più presto possibile, ma non sono riuscito a terminare in tempo il mio giro veloce. Ad ogni modo partire dalla prima fila rappresenta certamente un buon modo per iniziare la stagione. Ritengo che siamo pronti e non vedo l’ora che inizino le gare». 

Leon Haslam: «In Superpole si tratta di abituarsi in fretta al giro singolo, non conta troppo il lavoro fatto con la gomma da gara, quindi aver ottenuto il terzo tempo proprio con quella mi fa ben sperare. Sono dispiaciuto per il brutto incidente di Salom. Fortunatamente ho sentito che è cosciente e si muove. In ottica gara abbiamo fatto dei passi in avanti, migliorando specialmente nel terzo settore. Sicuramente le alte temperature ci costringono a cambiare molto a livello di setup, ma il mio team ha lavorato alla grande e quindi sono fiducioso. Le condizioni saranno le stesse per tutti ed io sono soddisfatto del mio passo gara. Domani ci divertiremo».

Troy Bayliss: «Oggi è andata decisamente meglio rispetto a ieri. Siamo riusciti  a percorrere qualche buon giro e mi sono sentito maggiormente a mio agio sulla moto. Nelle prove libere sono caduto ed è stato un high side notevole, ma per fortuna sono atterrato bene e non mi sono fatto nulla. Mi è dispiaciuto non essere entrato in Superpole due, ma sono ugualmente felice perché non utilizzavo le gomme da qualifica da molto tempo e ci vuole della pratica per prendere confidenza con quel tipo di gomma.  Sono certo che domani potremo compire ulteriori miglioramenti. Le alte temperature previste per domani saranno un fattore da tenere certamente in considerazione, ma saranno le stesse per tutti e quindi dobbiamo solo aspettare e vedere cosa potremo fare». 

 

  • mekke7421, Campi Bisenzio (FI)

    @THEATT

    proprio per i motivi che scrivi te a me non sembra che stia facendo una brutta figura..su di una moto su cui è salito ieri, su gomme da qualifica mai usate prima , alla sua età dopo 8 anni di stop non è finito a dieci secondi quindi è un gran manico!!!!
    Con questo non voglio dire che domani Troy vinca o faccia podio, anche perchè se così fosse saremmo costretti a riflettere sull'effettivo livello dei piloti della sbk e se fossi uno dei team manager di un pilota di primo piano messo dietro da Troy lo farei tornare a casa a nuoto.. Però credo che un bel risultato a metà classifica sia un buon obbiettivo e alla sua portata
  • HRC MrPink, Milano (MI)

    il CBR è proprio un catrame

    Guintolì ci è salito, e da primo è passato decimo, Haslam e Rea se ne sono andati da quindicesimi e ora sono primo e terzo.
Inserisci il tuo commento