SBK 2022. Pirelli sceglie il National Trophy per lo sviluppo della SCQ

SBK 2022. Pirelli sceglie il National Trophy per lo sviluppo della SCQ
Carlo Baldi
A Valleunga Pirelli metterà a disposizione di 15 piloti del National Trophy la nuova SCQ per poterla testare nelle gare di sabato e domenica, in vista del round SBK dell’Estoril
3 maggio 2022

La novità di Pirelli 2022 nel Campionato Mondiale Superbike è l’introduzione della gomma posteriore SCQ. Una svolta importante nel mondiale delle derivate in quanto elimina la gomma da qualifica, utilizzata solamente in Superpole e con una vita di un paio di giri solamente. Uno spreco inutile a livello economico ed ecologico se si pensa al suo smaltimento.

La SCQ ha il compito non solo di sostituire la gomma da qualifica, ma anche la SCX che nata come gomma da tempo viene invece ormai utilizzata per le gare lunghe.

La casa della P lunga è riuscita negli anni da produrre pneumatici sempre più performanti con mescole sempre più “tenere" ma in grado di resistere anche per molti giri. E’ successo in precedenza con la SC0 e lo scorso anno con la SCX, entrambe nate per le Superpole e la Superpole Race, ma rivelatesi poi performanti anche nelle gare a lunga percorrenza.

La nuova sfida è ora quella di introdurre una gomma che possa andar bene per i pochi giri della Superpole, mantenendo però le proprie caratteristiche anche nella Superpole Race che come sappiamo si corre sulla distanza di dieci giri.

Nei primi due round di Aragon ed Assen la prima parte della sfida è già stata vinta. Con la SCQ Toprak Razgatlioglu ha spazzato via sia il giro veloce del Motorland che quello del TT Circuit. In Spagna dove il giro veloce apparteneva a Rea che lo aveva stabilito nel 2021 in 1’48”458 il turco ha completato un giro in 1’48”267, mentre in Olanda la sua prestazione è stata ancora più eclatante. Il vecchio fast lap, anche in questo caso di Rea, resisteva dal 2017: 1’33”505. Il Campione del mondo 2021 ha invece fermato i cronometri sull’incredibile tempo di 1’32”934. Oltre sei decimi più veloce. Merito innanzitutto del polso destro di Toprak e dell’ottimo lavoro della sua squadra, ma anche della nuova SCQ che gli ha permesso di scaricare in pista tutti i cavalli della sua R1.

Per quanto riguarda la seconda parte della nuova sfida Pirelli, l’utilizzo nella gara sprint di 10 giri, purtroppo le basse temperature sia di Aragon che di Assen non hanno permesso ai piloti di utilizzare la SCQ e quindi non esiste ancora la certezza che il nuovo pneumatico della casa italiana sia in grado di garantire sicurezza e prestazioni per dieci giri. “Un conto è fare dei long run - ci ha dichiarato Giorgio Barbier, Direttore Attività Sportive Business Unit Moto di Pirelli - e un altro è stressare la gomma in una gara di soli dieci giri, che proprio per la sua brevità è caratterizzata da ritmi altissimi, staccate decise e forti  accelerazioni”.

A disposizione di 15 piloti

In altre parole per avere la sicurezza di poter utilizzare la SCQ anche nella Superpole Race bisognerebbe provarla in gara. Da qui l’idea di testarla in uno dei più competitivi campionati nazionali: il National Trophy 1000. Ideato e realizzato dal Moto Club Spoleto, il National corre assieme al CIV e disputerà il suo secondo round all’Autodromo di Vallelunga, nel weekend del 7 ed 8 maggio. In quell’occasione Pirelli metterà a disposizione dei primi 15 piloti delle FP1 che li vorranno utilizzare, tre pneumatici SCQ per le qualifiche e le due gare che si correranno sabato pomeriggio e domenica mattina sulla distanza di dieci giri.  

“Come dice la sigla la SCQ è una gomma da qualifica - ci spiega Max Damiani, Racing Manager Pirelli/Metzeler Italia, ma l’abbiamo realizzata anche per la Superpole Race o comunque per gare brevi.

Com’è consuetudine Pirelli utilizza vari campionati nazionali italiani ed esteri (IDM, BSB o CEV) come piattaforma di sviluppo per i propri prodotti. Le nostre gomme non devono andare bene solo per Rea o Bautista, ma anche per chi le compera e le utilizza in pista nelle gare o nei trofei nazionali, o semplicemente per divertirsi in sicurezza. A Vallelunga renderemo disponibili tre gomme SCQ ai primi 15 piloti delle FP1 del National Trophy 1000, con un doppio obiettivo.

Il primo è quello di testare la gomma nelle due gare ed il secondo di acquisire il parere dei piloti. Non dimentichiamoci che anche la SCQ, come tutti i nostri prodotti, una volta conclusa la fase di sviluppo verrà immessa sul mercato, fedele al nostro motto: “we sell what we race and we race what we sell (vendiamo quello con cui corriamo e corriamo con quello che vendiamo)

Ultime da Superbike

Da Automoto.it

Caricamento commenti...

Hot now