GP degli Stati Uniti

SBK 2019. Davies chiude in testa le libere a Laguna Seca

- Primo tempo di Davies che precede Rea di soli 32 millesimi. Buono il terzo posto di Bautista davanti a Sykes e Haslam. Dodicesimo Melandri e diciassettesimo Rinaldi nella sua prima volta a Laguna
SBK 2019. Davies chiude in testa le libere a Laguna Seca

Sulla pista dove ha conquistato tre vittorie e sette podi negli ultimi quattro anni, e dove lo scorso anno (leggi tutti gli articoli) ha fatto registrare il record della pista, Chaz Davies si scrolla di dosso la crisi che lo attanagliava da inizio stagione, e chiude in testa i primi due turni di prove libere. Solo sesto al termine della prima sessione, il gallese della Ducati nel pomeriggio ha abbassato il proprio best lap di quasi un secondo, ed ha preceduto Jonathan Rea di soli 32 millesimi. Il campione del mondo era stato il più veloce nelle FP1, e nel finale del secondo turno ha provato a riprendersi la vetta della classifica, ma si è migliorato di pochi millesimi ed ha dovuto cedere la leadership a Davies. 


Convincente la prova dell’altro pilota della Ducati, Álvaro Bautista. Lo spagnolo aveva corso qui molti anni fa in MotoGP, e al debutto sulla pista del cavatappi con una Superbike ha sfruttato la sessione del mattino per prendere le misure al tracciato californiano, terminando al settimo posto. Nel secondo turno non solo è stato più veloce di oltre otto decimi ed è salito al terzo posto, ma ha mostrato anche un buon passo gara. Tom Sykes aveva portato la BMW in seconda posizione al termine delle FP1, ma poi non è riuscito a migliorarsi di molto, ed è scivolato in quarta posizione: ottimo risultato per la nuova BMW, che a Laguna può contare anche sul rientrante Markus Reiterberger, sedicesimo nella classifica finale. 


Solo decimo in mattinata, Haslam ha saputo risalire sino al quinto posto, grazie ad un giro di oltre un secondo più veloce del suo best lap del primo turno. Continua a stupire Loris Baz con la R1 del team Ten Kate, che termina al sesto posto, ed è primo dei piloti Yamaha davanti a Toprak Razgatlıoğlu: il giovane turco del team di Manuel Puccetti aveva fatto segnare il terzo tempo nelle libere del mattino, ma nel secondo turno non si è ripetuto, ed ha fatto fatica a migliorare il suo miglior crono. 

Non è stata una grande giornata per Alex Lowes e Michael Van der Mark, rispettivamente ottavo e nono, ad oltre otto decimi da Davies. I due ufficiali Yamaha precedono un grintoso Jordi Torres, decimo ed ultimo pilota a chiudere a meno di un secondo dalla prima posizione. Alle spalle del pilota di Pedercini troviamo la coppia del team GRT Yamaha formata da Sandro Cortese e Marco Melandri.
Tredicesimo Tati Mercado, davanti ad Eugene Laverty, che dopo aver dovuto rinunciare al round di Donington sembra ora in grado di rientrare definitivamente da Laguna. Quindicesimo posto per la wild card locale J.D. Beach, mentre chiudono la classifica il già citato Reiterberger ed i tre piloti che hanno debuttato solo oggi su questa pista, vale a dire Michael Ruben Rinaldi, autore di una caduta senza conseguenze nel pomeriggio alla curva otto, Ryuichi Kiyonari e Alessandro Delbianco che terminano nell’ordine. 

 

Scarica tutte le classifiche

  • lapotanna, Monfalcone (GO)

    semplicemente Davies è sempre andato fortissimo a laguna
  • Katana05, Novellara (RE)

    Salve Baldi, qualcuno sostiene che Dorna abbia sanzionato Honda per non aver sostituito l'infortunato Camier per due gare (ne sarebbe concessa solo una). Genesio Bevilacqua smentisce categoricamente. E'possibile sapere come stanno veramente le cose?
Inserisci il tuo commento