Superbike nazionale

Ducati: la Panigale V4R domina anche in BSB

- Con la tripletta di Donington, Scott Redding passa a condurre il campionato britannico
Ducati: la Panigale V4R domina anche in BSB

Avete un team e volete vincere in Superbike? A giudicare da questo inizio 2019, pare esserci una ricetta semplice ma vincente, anche se forse non economicissima. Prendete una Ducati Panigale V4R in configurazione Superbike, metteteci sopra un pilota fresco di MotoGP e il resto è tutta discesa.

Scettici? Guardate il Mondiale, dove la Ducati ufficiale nelle mani di Bautista domina tanto da sollevare polemiche a non finire; ma anche la British Superbike, dove la tappa di Donington ha visto una micidiale tripletta ad opera di Scott Redding e della sua Panigale V4R gestita dal team Paul Bird Motorsport (che i più attenti ricorderanno nel Mondiale Superbike con Kawasaki, ma anche in MotoGP ai tempi delle CRT), che li ha fatti schizzare in testa alla classifica.

E anche nel CIV, dove la Superbike è attualmente dominata da Michele Pirro, si potebbe ricordare come il pugliese, arrivando dai prototipi ed essendo collaudatore della Desmosedici, di fatto possa essere considerato un pilota della MotoGP.

Tornando seri, Scott Redding ha finalmente conquistato la prima vittoria in BSB, dopo due prove non troppo fortunate a Silvertone e Oulton Park, e ha conquistato così la testa della classifica provvisoria anche grazie al format della prova di Donington, la prima Triple Crown della stagione, con tre manche invece delle tradizionali due. Ora Redding e la sua Panigale V4R sono davanti all'altra Ducati di Bridewell con 115 punti contro 109, dando riscontro ai propositi di riscatto che l'inglese non ha mai nascosto dopo la sua uscita dalla MotoGP.

La stagione della BSB - che prevede ancora sei prove della main season prima dello Showdown, una forma di Playoff che rimette tutto in gioco fra i primi sei classificati - pare premiare Ducati (e dimostrare quanto sia guidabile la Panigale V4R anche senza ausili elettronici alla faccia di chi la accusa di essere troppo vicina alla MotoGP, visto che il regolamento British Superbike impone centralina unica MoTec senza traction control) che, al momento, piazza tre moto nei primi sei posti.

La Panigale V4R potrebbe essere sulla buona strada per rinverdire i fasti della 916, all'epoca mezzo praticamente imprescindibile per vincere, sia a livello mondiale che nazionale.

  • lucamax62, Milano (MI)

    Mi pare di sentire uno spot di qualche tempo fa : "TI PIACE VINCERE FACILE ?"

    Poi se per vincere con quella moto bisogna metterci sopra un pilota ex MotoGp, non sono cosi sicuro che alla fine sia una pubblicità cosi positiva per il marchio Ducati.
  • pio1977, Faenza (RA)

    La Ducati ha deciso di investire nei piloti. La novità è questa.
    Sicuramente la v4r è un ottima moto (è appena nata).
    Il mondiale MotoGP la Ducati lo perde perché marquez è un pilota mostruoso
Inserisci il tuo commento

Scheda tecnica

Ducati Panigale V4 R 1000 (2019 - 20)
  • Informazioni generali
  • Misure
  • Motore
  • Ciclistica
  • Batteria
  • Marca Ducati
  • Modello Panigale V4
  • Allestimento Panigale V4 R 1000 (2019 - 20)
  • Categoria Sportive
  • Inizio produzione 2018
  • Fine produzione n.d.
  • Prezzo da 40.150 - franco concessionario
  • Garanzia 24 mesi chilometraggio illimitato
  • Optional n.d.
  • Lunghezza n.d.
  • Larghezza n.d.
  • Altezza n.d.
  • Altezza minima da terra n.d.
  • Altezza sella da terra MIN 830 mm
  • Altezza sella da terra MAX n.d.
  • Interasse 1.469 mm
  • Peso a secco 172 Kg
  • Peso in ordine di marcia 193 Kg
  • Cilindrata 998 cc
  • Tipo motore termico
  • Tempi 4
  • Cilindri 4
  • Configurazione cilindri a V
  • Disposizione cilindri longitudinale
  • Inclinazione cilindri -
  • Inclinazione cilindri a V 90
  • Raffreddamento a liquido
  • Avviamento elettrico
  • Alimentazione iniezione
  • Alesaggio 81 mm
  • Corsa 48,4 mm
  • Frizione multidisco
  • Numero valvole 4
  • Distribuzione desmodromica
  • Ride by Wire
  • Controllo trazione
  • Mappe motore 3
  • Potenza 221 cv - 162 kw - 15.250 rpm
  • Coppia 11 kgm - 112 nm - 11.500 rpm
  • Emissioni Euro 4
  • Depotenziata No
  • Tipologia cambio meccanico
  • Numero marce 6
  • Presenza retromarcia No
  • Consumo medio VMTC n.d.
  • Capacità serbatoio carburante 16 lt
  • Capacità riserva carburante n.d.
  • Trasmissione finale catena
  • Telaio Telaio “Front Frame” in lega di alluminio alleggerito e con rigidezze ottimizzate
  • Sospensione anteriore Forcella Öhlins NPX 25-30 pressurizzata a regolazione manuale
  • Escursione anteriore 120 mm
  • Sospensione posteriore Ammortizzatore Öhlins TTX36 a regolazione manuale
  • Escursione posteriore 130 mm
  • Tipo freno anteriore doppio disco
  • Misura freno anteriore 320 mm
  • Tipo freno posteriore disco
  • Misura freno posteriore 245 mm
  • ABS
  • Tipo ruote integrali
  • Misura cerchio anteriore 17 pollici
  • Pneumatico anteriore 120/70 ZR 17"
  • Misura cerchio posteriore 17 pollici
  • Pneumatico posteriore 200/60 ZR17"
  • Batteria Batteria agli ioni di litio
  • Capacità n.d.
  • Autonomia e durata n.d.
  • Batteria secondaria n.d.
Ducati

Confronta moto

Confronta la moto selezionata con quella che vuoi, sia nuova che uscita dai listini.

Ad esempio puoi confrontare la moto che desideri acquistare con quella da te posseduta in questo momento e vedere le differenze.

Confronta