corsi

Scuola Federale Motorally a Umbertide: un successo

- Un successo per il numero dei partecipanti e per l'entusiasmo che hanno dimostrato nonostante il maltempo abbia condizionato le giornate, rovinando soprattutto la domenica quando era in programma il giro più lungo
Scuola Federale Motorally a Umbertide: un successo

La Scuola Federale Motorally è ormai un appuntamento fisso per gli appassionati della disciplina e ne sancisce l’apertura ufficiale della stagione.

Organizzata dal Rally Managing Group del Comitato Motorally, capitanato da Antonio Assirelli, questa nona edizione è partita con i migliori presupposti. Innanzitutto la location: Umbertide al centro di un variegato ed interessante territorio rallistico, poi l’ospitalità nelle strutture dell’Hotel Rio perfetta per questo genere di manifestazioni in un ambiente familiare con la simpatia esplosiva del cuoco Marco, poi, la partecipazione di una quarantina di piloti neofiti di ogni ètà giunti da tutta Italia ed infine lo Staff capitanato da Antonio Assirelli proponeva i migliori esperti nazionali, in primis, gli istruttori i campionissimi Chiesa, Graziani e Mancini. Purtroppo, però, il maltempo con neve, pioggia e freddo ha imperversato per tutto il week end rendendo i percorsi al limite dell’inagibilità e rovinando in parte le lezioni sul campo.

I partecipanti sono arrivati un po’ da tutta Italia, da Napoli a Cuneo, segno dell’interesse che c’è per la specialità. Il venerdì lezioni in aula dove gli istruttori hanno spiegato i regolamenti il montaggio della strumentazione ed i sistemi di lettura fino alla preparazione atletica ed il primo soccorso in gara.
Il sabato dopo una prima fase di preparazione sui mezzi via tutti sul fettucciato per la formazione dei gruppi e poi via ai primi giri con il road book con un tempo da tregenda.
La domenica prevedeva il giro più lungo che però a causa del maltempo veniva ampiamente rimaneggiato con grande dispiacere dei partecipanti.


I ragazzi del MC Fratta OffRoad di Umbertide che curavano l’organizzazione sul campo, capitanati da Giovanni Montanucci, a causa dell’eccezionale maltempo hanno dovuto rivoluzionare il percoso all’ultimo minuto. Tra di loro si è rivisto con piacere Gianluca Volonterio veterano del Motorally e figura carismatica della zona. Gianluca fa il fabbro, battendo il ferro il modo tradizionale nella sua bella ed antica fucina in Montone. Realizza i manufatti più disparati: cancelli, alari per camini candelabri e quant’altro. Qualche anno fa si presentò ad una gara sostenendo la moto con un bellissimo cavalletto ovviamente in ferro battuto.


Da sempre Fantic Motor sostiene questa iniziativa collaborando con l’organizzazione alla ricerca di nuovi giovani talenti. Alla ribalta, quest’anno, Michele Lombardi che parteciperà quest’anno al campionato nella classe 50 . La sua velocità e grinta hanno suscitato i commenti molto positivi da parte degli istruttori.
 

Filippo Caselli è un appassionato gilerista di Ferrara anche quest’anno si è ripresentato alla Scuola con la sua bellissima Gilera RC 600 del ’90 modello nato espressamente per il Motorally e che ebbe anche un buon successo commerciale ai suoi tempi. Filippo, proprietario di un piccolo bar di tendenza in centro a Ferrara raccontava con trasporto del suo lavoro che lo mette ogni giorno a contatto con l’umanità più disparata. Il suo sogno nel cassetto: partecipare ad un grande evento con la sua Gilera d’epoca.


Anche Matteo Battistini si è presentato con un mono dantan: la Honda XL 600 di papà. Lo zio poi gli ha prestato una giacca Barbour dei suoi tempi che si è rivelata utilissima viste le condizioni meteo. Esperienza molto positiva per lui con l’unico problema di caricare il pesante mezzo sull’alto pianale del furgone a noleggio.


Nadia Mondello, incaricata dalla Federazione, di realizzare il video della manifestazione scendendo verso Umbertide è rimasta bloccata dalla neve nella zona di Verghereto passando praticamente la notte all’addiaccio. Nonostante le difficoltà del momento è riuscita a soccorrere una cagnolina, anche lei persa nella bufera. Battezzata, ovviamente, Neve è diventata subito la mascotte della Scuola.

Michele Lombardini
Michele Lombardini


Notte in bianco anche per Ennio Lombardi papà del giovanissimo Michele e di professione fornaio.
Dopo aver accompagnato il figlio ad Umbertide ed aver passati pomeriggio e sera nel montaggio della strumentazione da rally sul Fantic 50 è ritornato, a casa in negozio a Fano a preparare il pane per il week end; dopo l’ultima infornata via di nuovo verso Umbertide. Inutile dire che dopo un’altra giornata sotto acqua e neve sia andato a letto presto. Se non è passione.
 

 Valentina Spoletini, anche lei giovanissima, è arrivata accompagnata da due amici : Stefano Chiavarini e Stefano Pazzagli che le hanno fatto un po’ da padri putativi accompagnandola nelle prime uscite enduristiche. Valentina non ha ancora molta esperienza ma a vederla girare nel fettucciato, ridotto ad una fangaia da girone dantesco, mette in mostra determinazione e passione da vendere.


Massimo Chinaglia
è ormai uno dei veterani della specialità. La sua esperienza va dalle gare nazionali fino alle partecipazioni a svariate edizioni della Dakar, Bajas e vari Rally africani. Da alcuni anni collabora con il Comitato come tecnico delle strumentazioni e nella preparazione dei mezzi. Ad Umbertide ha portato la sua bellissima strumentazione “da aula” per meglio spiegare ai ragazzi tutti i funzionamenti dell’apparecchiatura dal vivo.


Roberto Zanetti,
invece, ha presentato ad Umbertide il prototipo del suo nuovissimo strumento elettronico di navigazione integrato. L’apparecchiatura, molto più leggera ed economica della precedente è il frutto del lavoro di una piccola equipe di tecnici bolognesi. Quest’anno verrà avviata la sperimentazione per arrivare alla produzione definitiva nella prossima stagione.


Oltre ai tanti neofiti erano presenti anche due personaggi eccellenti: Serena Ghione e Fabio Mauri. Serena reduce da una stagione ricca di soddisfazioni con un bel titolo di Campionessa Italiana Motorally è stata premiata nella serata di sabato da Antonio Assrelli assieme a Matteo Graziani per con la medaglia di bronzo nel Campionato Mondiale Rally. Anche quest’anno intende partecipare al Motorally, TT ed eventualmente a qualche manifestazione internazionale sempre con Old Farm Racing sul KTM 350 ed un nuovo sponsor: Cross Shop.

Fabio Mauri, Campione Italiano nella Marathon 2012, l’impresa 2013 l’ha già realizzata: ha portato al traguardo della Dakar la sua Yamaha centrando al primo colpo il sogno di tutti i rallisti. Durante la lezione sulle gare “Africane” ha raccontato ai ragazzi la sua esperienza.


Pasquale Alfonsi “Pasqualone o Pasqualino” che si voglia dire è un altro dei preziosi collaboratori sul campo del RMG. Fondamentale la sua presenza sul percorso con la sua motona. Prima e durante le manifestazioni si fa letteralmente in quattro per risolvere le problematiche. E quando si fa in quattro uno così ce ne è veramente per tutti.


Anche quest’anno, dunque, la Scuola è stata un successo e con il tempo sta diventando un vero happening per i cultori della specialità. La creatura del Comitato Motoralli sta sempre più perfezionandosi per insegnare e divulgare questa bellissima disciplina. La Scuola è anche luna splendida occasione per conoscere nuove persone e scambiarsi opinioni ed esperienze.

L’unico appunto riguarda il maltempo che ha condizionato le giornate rovinando soprattutto la Domenica quando era in programma il giro più lungo. Purtroppo nell’affollatissimo calendario delle manifestazioni non ci sono troppi spazi per eventuali spostamenti. In futuro sarebbe meglio prevedere (ammesso che ci sia) una location con un clima più dolce.

Nazzareno Falappi

  • spazz, Mondolfo (PU)

    fantastica esperienza

    Una fantastica esperienza, istruttori di altissimo livello e bravissimi a trasmettere le loro conoscenze. Un mondo completamente sconosciuto ma di cui mi sono innamorato; e poi al termine delle lezioni ascoltare le avventure e gli aneddoti di chi ha partecipato alle 'vere' Dakar non ha prezzo!!! Un saluto al mitico Nazzareno, cinque minuti con lui e già lo consideri come un amico di vecchia data.
    Una sola parola: INDIMENTICABILE
  • battirex, Bologna (BO)

    Grande Nazzareno!!

    E' stata una bellissima esperienza, grazie anche al tuo aiuto e a Ennio sono riuscito a risolvere il problema delle manopole e del fianchetto prima della prova di domenica! A Umbertide ho trovato un sacco di persone disponibili e un ambiente sano. Un ringraziamento speciale anche al mio angelo custode Pasqualone, che mi ha salvato più volte dal metro di fango in cui mi trovavo e a Matteo Graziani che ha riportato l'xl sulla retta via!
    CI VEDIAMO ALL'ELBA!!

    Matteo Battistini
Inserisci il tuo commento