Mondiale di Enduro 2011. I risultati del GP d'Italia

Mondiale di Enduro 2011. I risultati del GP d'Italia
Moto.it
  • di Moto.it
La Sicilia ha regalato agli appassionati di Enduro un Gran Premio avvincente, dove i più grandi campioni si sono alternati in testa alle speciali nel corso dei 2 giorni. Ottima prestazione di Manzi nella Under 21
  • Moto.it
  • di Moto.it
16 maggio 2011


Mondiale di Enduro -  GP d'Italia
Primo giorno:

JONATHAN MANZI REGALA UN PO’ D’AZZURRO NEL GP D’ITALIA ENDURO IN SICILIA
Il giovane pilota della “Maglia Azzurra” Jonathan Manzi (KTM-Farioli), si è imposto ieri nella classifica della Coppa del Mondo “Under 21” riservata alle 125 2T facendo sua anche la terza posizione della classe EJ al termine della prima giornata del GP d’Italia Enduro disputata a Francavilla di Sicilia (ME) e valida come terza prova del Campionato del Mondo.
Manzi ha ottenuto una vittoria netta conquistando tutte le tredici speciali disputate della 125 2T, mentre nella classe EJ è sempre terminato nei primi cinque della classifica imponendosi in una speciale e facendo registrare tre volte il secondo miglior tempo.
Gli altri tre giovani italiani in “Maglia Azzurra” impegnati nella EJ, Giacomo Redondi (Husqvarna TE 310) è terminato decimo, Edoardo D’Ambrosio (HM-Honda 450 4T) undicesimo e Rudy Moroni (KTM-Farioli 250 2T) quattordicesimo, mentre il giovane portacolori del Team Italia Tommaso Mozzoni (KTM 125 2T) ha terminato la sua gara con un’ottima terza posizione nella classifica riservata alla Coppa 125 2t Under21.
Restando alla EJ bene anche Dany Philippaerts (Beta-Boano 450 4T) protagonista di una gara tutta in salita che lo ha visto partire dalla quarantesima posizione e tagliare il traguardo diciottesimo.

E1

Nella E1 doppietta Husqvarna; si è imposto il sette volte iridato Juha Salminen (Husqvarna TE 250 4T) davanti al connazionale e suo compagno di squadra, Matti Seistola (Husqvarna TE 250 4T). Terza posizione per un altro finlandese, Eero Remes (KTM 250 4T). Settimo invece per il nostro Thomas Oldrati (KTM 250 4T); è stato purtroppo rallentato da due scivolate in speciale e nella foga di recuperare ha commesso altri piccoli errori.
Sfortunato Cédric Melotte (Gas Gas 250 4T) costretto al ritiro a due speciali dalla fine mentre era in quarta posizione.

E2

Nella E2 duello senza esclusione di colpi tra i francesi Johnny Aubert (KTM 350 4T) e Antoine Meo (Husqvarna TE 310 4T). Alla fine è riuscito a prevalere Aubert di una decina di secondi. Terza posizione per lo spagnolo Ivan Cervantes (Gas Gas 250 2T), mentre il nostro Simone Albergoni (Husqvarna TE 310 4T) ha chiuso sesto rallentato da due scivolate in speciale.
Dodicesimo Oscar Balletti (Beta 450 4T) e tredicesimo Massimo Mangini (Beta-Boano 450 4T).

E3

Nella E3, priva di David Knight che potrà rientrare alle gare solo a settembre per l’operazione all’anca sinistra infortunata, si è imposto alla grande il francese Christophe Nambotin (Gas Gas 300 2T). Staccato di dodici secondi il quattro volte iridato Mika Ahola (HM-Honda 500 4T) e terza per lo svedese Joakim Ljunggren (Husaberg 300 2T).
Buona prova di Alex Salvini (Husqvarna TE 499) settimo malgrado tre cadute di cui una nella prima prova estrema in cui ha perso oltre trenta secondi prima di poter ripartire. Ottima decima posizione per Maurizio Micheluz (Fantic 300 2T) che dopo la recente vittoria nella prova di Campionato Europeo in Polonia ha ribadito di poter puntare alle primissime posizioni anche del mondiale.
Questi gli altri italiani della E3: undicesimo Fabio Mossini (Beta 500 4T), dodicesimo Alessandro Botturi (Gas Gas 300 2T), tredicesimo Maurizio Facchin (HM-Honda 500 4T), quattordicesimo Andrea Belotti (Husaberg 300 2T), diciassettesimo Matteo Zecchin (Fantic 300 2T).
Domenica si replica anche se la gara si disputerà su tre giri e non più su quattro in quanto risulterebbe ancora più selettiva della giornata di ieri.

Prima delle premiazioni la FMI ha presentato ufficialmente la Maglia Azzurra che sarà indossata dalla squadra italiana alla prossima Sei Giorni Enduro in Finlandia in programma dal 7 al 13 agosto. A mostrare con orgoglio la Maglia Azzurra sono stati il presidente della FMI Paolo Sesti, il responsabile dell’enduro italiano Franco Gualdi e il CT Gionni Fossati.
Insieme a loro i piloti Manzi, Redondi, Moroni e D’Ambrosio che quest’anno stanno disputando il Campionato del Mondo in Maglia Azzurra in un programma della FMI di supporto ai giovani in collaborazione con i team KTM-Farioli (Manzi e Moroni), Husqvarna-CH Racing (Redondi), HM-Honda-Zanardo (D’Ambrosio). Da ricordare, infine, che proprio nel 2011 la FMI festeggia il centenario della sua fondazione.


Secondo giorno

JONATHAN MANZI VINCE ANCORA LA 125 2T NEL GIORNO DELLA RIVINCITA DI MIKA AHOLA (E3) E DELLA HUSQVARNA PRIMA CON MATTI SEISTOLA (E1), ANTOINE MEO (E2).
Seconda giornata del GP d’Italia Enduro a Francavilla di Sicilia (ME) all’insegna delle rivincite e di una conferma. Partiamo subito dalla conferma: quella del giovane in “Maglia Azzurra” Jonathan Manzi (KTM-Farioli) che ha bissato la vittoria di sabato nella Coppa del Mondo “Under 21” riservata ai piloti in sella alle 125 2T. Manzi, inoltre, ha fatto sua la quarta posizione della EJ.
In questa classe hanno brillato anche Giacomo Redondi (Husqvarna TE 310 4T), quinto all’arrivo, mentre Edoardo D’Ambrosio (HM-Honda-Zanardo 450 4T) è terminato dodicesimo e Rudy Moroni (KTM-Farioli 250 2T) ventiduesimo per alcune cadute in speciale. Ventiquattresimo, Niccolò Mori (TM 450 4T) e ventiseiesimo il siciliano Davide Cutuli (TM).

E1

Rivincite invece nella E1, E2, E3. Nella E1, l’ex crossista della MX2 Matti Seistola (Husqvarna 250 4T), ha regalato alla Casa varesina la doppietta di questa classe dopo la prima posizione ottenuta sabato da Salminen. Seistola ha così centrato la sua prima vittoria nell’enduro da quando nel 2009 ha lasciato il cross.
Seconda posizione d’un soffio per un altro finlandese, Eero Remes (KTM 250 4T), mentre Salminen è finito terzo. Buona quarta posizione per il nostro Thomas Oldrati (KTM 250 4T), che sabato aveva sofferto di un calo fisico dovuto al caldo.

E2

Nella E2, rivincita di Antoine Meo e della Husqvarna che hanno inflitto oltre mezzo minuto allo spagnolo Ivan Cervantes (Gas Gas 250 2T). Terza posizione per Cristobal Guerrero (KTM 350 4T), mentre Johnny Aubert (KTM 350 4T) ha chiuso in quarta posizione rallentato da una caduta e dalla fatica dopo la straordinaria vittoria di sabato.

E3

Rivincita di Mika Ahola (HM-Honda-Zanardo 500 4T) nella E3. Il quattro volte campione del mondo non ha dato scampo a nessuno dei suoi avversari infliggendo oltre un minuto di distacco a Christpohe Nambotin (Gas Gas 300 2T), quest’ultimo vincitore sabato. Bella quinta posizione per Alex Salvini (Husqvarna TE 511) e sesta per Fabio Mossini (Beta 500 4T). Ancora punti importanti conquistati da Maurizio Micheluz (Fantic 300 2T) undicesimo all’arrivo, mentre Andrea Belotti (Husaberg 300 2T) ha concluso la sua gara in quattordicesima posizione. Ritirato per una brutta caduta Alessandro Botturi (Gas Gas 300 2T), mentre Oscar Balletti (Beta 450 4T) ha accusato problemi fisici dovuti al caldo.


CLASSIFICHE MONDIALE DOPO TRE GRAN PREMI

Classe E1: 1. Salminen punti 142; 2. Remes p.124; 3. Seistola p.109; 4. Oldrati p.97; 5. Thain p.89.
Classe E2: 1. Meo punti p.137; 2. Cervantes p.118; 3. Renet p.114; 4. Albergoni, Guerrero p.94; 5. Aubert p.93.
Classe E3: 1. Ahola punti p.144; 2. Nambotin p.131; 3. Ljunggren p.105; 4. Tarkkala p.96; 5. Mena p.91.
Classe EJ: 1. Hellsten punti 145; 2. Joly p.120; 3. Manzi p.106; 4. Roman, Fortunato p.92; 5. Guerrero V. p.91.
Classe 125 2T: 1. Manzi punti 147; 2. Oliveira p.133; 3. Redondi p.92; 4. Scott p.62; 5. Burrel p.49.


Fonte: Axiver

 
Naviga su Moto.it senza pubblicità
1 euro al mese