rally

Honda alla Dakar 2014: nuovo team e nuova moto

- Altro tassello, fondamentale, del puzzle Dakar 2014. Il passato storico della Dakar e il futuro della specialità s’incontrano al Mugello per annunciare il passaggio di Joan Barreda alla Honda | P. Batini
Honda alla Dakar 2014: nuovo team e nuova moto

 

Joan Barreda
Joan Barreda

L’obiettivo di Honda, Barreda & Co. è quello di vincere, e quando un obiettivo è così precisamente non negoziabile è “inevitabile” che produca effetti collaterali di non secondari livello e portata. Sono “progetti” che non hanno scadenza, e che sfornano prodotti di elevato livello i cui beneficiari sono quegli appassionati che diventano clienti privilegiati.

Di questo e di altro torneremo a parlare, certamente perché la “bomba” che deflagra è la notizia, ma il raggio dei suoi effetti non può essere limitato ai fatti più sensazionali e immediati. Restano da spiegare i ruoli che hanno avuto e che sono destinati ad avere le altre entità chiave trascinate in quella che è una vera e propria “operazione”, ovvero di largo coinvolgimento. Il ruolo di Wolfgang Fischer e di SpeedBrain, per esempio, o quello del potenziale Alessandro Botturi per ora disatteso, delle Esperienze imprescindibili scese in campo e dei collegamenti tra “operazioni” solo apparentemente slegate ma riunite in questo Triangolo delle Bermuda cronologico degli eventi che sintetizzano la rivoluzione ambientata nell’affascinante Pianeta del Rally-Raid.

La spoletta che innesca la “rivoluzione” ha un nome ed un cognome, quelli di Joan Barreda, 29 anni, di Castellon de la Plana, Spagna, attitudini da fuoriclasse e un futuro già fulgido, ed un Marchio, quello di Honda, che è l’imprinting di quel futuro oggi annunciato al Mugello.

  • Luuks, Milano (MI)

    ah cavolo no,

    non si capiva dall'articolo, ma sostanzialmente speedbrain adesso è honda.... non sono Barreda e il portattore d'acqua che han tradito.
  • Luuks, Milano (MI)

    concordo

    l'unico mio interesse per questa notizia è appunto la speranza che Botturi si ritrovi prestissimo in sella ad un mezzo competitivo! basta, voglio vedere un tricolore sul podio della dakar, dove da troppo tempo manca.
Inserisci il tuo commento