enduro

Assoluti d'Italia e Coppa Italia Enduro: consacrati i campioni italiani 2013

- Alex Salvini si laurea per il secondo anno consecutivo campione italiano assoluto. Assegnati anche i nuovi tricolori delle classi E1 2T, E3, Stranieri, Assoluta, Club, Team e i vincitori di Cadetti, Junior, Senior e Major
Assoluti d'Italia e Coppa Italia Enduro: consacrati i campioni italiani 2013

Non poteva concludersi se non nei migliori dei modi la stagione duemilatredici del Campionato Italiano Assoluti d’Italia/Coppa Italia che ha visto il suo settimo atto svolgersi, domenica 1 settembre, a Cassano Magnago (VA). Grande bagarre tra i protagonisti del massimo tricolore nazionale per la conquista della vetta del podio di giornata e del più ambito titolo italiano.
Battaglie che hanno animato le vie della cittadina di Cassano Magnago fin dalla giornata di sabato, quando, a partire dalle ore 18.30, i nostri atleti si sono cimentati nella spettacolare prova Super Test, consumata tra gli ostacoli dell’Estrema, con i piloti che si sono sfidati in duelli mozzafiato all’ultima curva. Ai bordi della speciale uno straordinario e caloroso pubblico, accorso davvero numeroso ad assistere e sostenere i propri beniamini. Pubblico presente in gran numero, quando si è svolta la gara vera e propria, con le quattro prove speciali messi in piedi dal Motoclub Cassano Magnago in collaborazione con i Mc Green Pistons, Abbiate Guazzone, Visab, e Lesa, affrontate per quattro volte.


Le lotte sono state serrate, con i migliori esponenti del fuoristrada nazionale ed internazionale che ci hanno regalato, come sempre, grande spettacolo, incoronando a fine giornata uno straordinario Alex Salvini che, oltre ad aggiudicarsi la giornata, si laurea per il secondo anno consecutivo campione italiano assoluto.
Il bolognese dell’HM Honda Zanardo si porta a casa inoltre il Trofeo Mika Ahola, instituito lo scorso anno in memoria del grande campione finlandese e consegnato ad ogni stagione al miglior pilota della generale di campionato.
Alle spalle di Salvini, si sono piazzati oggi Jeremy Tarroux
(Sherco), a tre secondi dalla vetta del podio, e l’australiano in forze al team CH Racing Husqvarna Matthew Phillips.
 

Grande stagione per Rudy “Bomber” Moroni, neo tricolore 2013 della categoria E1 2T. Dopo l’infortunio e l’operazione all’osso frontale che lo ha costretto a saltare la prova di Ampezzo, il pilota ufficiale del team KTM Farioli è riuscito a dimostrare il suo talento e la sua determinazione, recuperando il gap da Davide Soreca (Yamaha Boano) e aggiudicandosi cosi il titolo nazionale, arrivato oggi con un’ottima prestazione e la vittoria di giornata.
Alle spalle di Moroni uno scatenato Nicolas Pellegrinelli (KTM Treviglio Diligenti Team), in grande crescita nelle ultime prove, sia a livello nazionale che europeo. Al terzo posto troviamo Soreca, ritardato da qualche errore di troppo.

Gara da incorniciare anche per Maurizio Micheluz
(Suzuki Rigo Moto), grande protagonista della classe E1 con la vittoria di categoria ottenuta davanti al suo leader Thomas Oldrati (Husaberg) e a Giacomo Redondi (KTM Iron Racing Team).
Giornata sfortunata per Simone Albergoni (HM Honda Zanardo), tra i principali attori della E1 oggi, ma costretto al ritiro per una brutta caduta durante l’ultima prova in linea. Sospetta frattura della spalla e sospetto trauma cranico (ora in fase di accertamento) per Simone.


Nella E2, prima posizione per Alex Salvini, che termina davanti a Oscar Balletti e Fabio Mossimi, rispettivamente in sella a una KTM del Team Iron Racing e a una Yamaha del Team Miglio.
Il duello Monni – Philippaerts che ha tenuto tutti gli appassionati con il fiato sospeso per tutta la stagione, ha finalmente proclamato il re della E3.
Ad alzare lo scettro a fine giornata il portacolori della KTM Farioli Manuel Monni che, a distanza di due stagioni dal suo esordio nel mondo dell’Enduro, si laurea campione italiano di categoria. Il perugino del Gruppo Sportivo Fiamme Oro ha terminato la sua gara odierna in seconda posizione, davanti a un forte Deny Philippaerts (Beta Boano).
Una vittoria quella di Deny che non è stata sufficiente però per superare in campionato Monni. Terza posizione per un altro ex crossista, il ventitreenne Gianluca Martini (Beta).

Parla francese la categoria riservata agli Stranieri grazie al pilota ufficiale Sherco Jeremy Tarroux, che per la seconda volta consecutiva sale sul gradino più alto del podio, questa volta davanti a Matthew Phillips e il fresco vincitore della stagione, Eero Remes (TM). Il Trial David Fornaroli, il G.S. Fiamme Oro (campione italiano) e il Motoclub Sebino sono le prime tre squadre della classifica Club, mentre tra i Team vince sia la giornata che il titolo il Team Diligenti Racing.


Nella Coppa Italia, i nuovi vincitori per la stagione duemilatredici che il prossimo anno andranno a sfidare i campioni degli Assoluti sono, nell’ordine, Mirko Spadre (Cadetti), Marco Montelaghi (Junior), Alessandro Corradin (Senior) e Maurizio Casartelli (Major). Per quanto riguarda i risultati odierni invece, nella Cadetti primo posto per Corrado Romaniello (KTM), seguito da Mirko Spandre (Husaberg) e Fabio Pampaloni (TM), mentre nella Junior i migliori piloti in gara sono stati Marco Montelaghi (KTM), Alessandro Talamo (KTM) e Pietro Pini (Husqvarna). Grande festa per Alessandro Corradin (HM Honda), pilota di casa e vincitore della categoria Senior davanti a Eric Rebellato (KTM) e Massimo Wolkow Mutti (KTM). Ottima giornata per Matteo Zoppas (KTM), il più veloce nella classe Major, che vince lasciandosi alle spalle Maurizio Casartelli (HM Honda) e Simone Fiaccadori (KTM).


Foto di
Emanuele Vertemati

  • naldo01, Perugia (PG)

    COPLIMENTI AL GRANDE CAMPIONE " MANUEL MONNI"
Inserisci il tuo commento