TEST SCOOTER

YAMAHA Neo's 50

Grazie, io non bevo
- Yamaha rinnova Neo's 50, ora spinto dal motore 4t a iniezione. A 1.990 Euro offre buone prestazioni e consumi record
YAMAHA Neo's 50

Le due motorizzazioni di Neo’s 50
Yamaha ed MBK, brand che fa capo all’azienda di Iwata, si sono confermati leader del mercato europeo nel segmento degli scooter di 50 centimetri cubici.
L’azienda giapponese, forte di questo primato, ha messo mano al suo puledro di battaglia, Neo’s 50. Sino ad oggi lo scooter  a ruote basse (da 12 pollici) di larga sezione era spinto esclusivamente dalla brillante motorizzazione a 2 tempi, a cui si affianca oggi la versione a 4 tempi che fa a meno dell’olio della miscela e si accontenta – come vedremo – di poche gocce di benzina verde.
I due propulsori convivono nel listino Yamaha (il duetì costa poco meno, 1.760 Euro), ma hanno target differenti.
Più sbarazzino e giovanile il modello alimentato a miscela, indirizzata ad un pubblico più maturo e adulto la versione a iniezione che andiamo a descrivere.

Iniezione elettronica e 3 valvole per cilindro
Il protagonista del nuovo Neo’s 4 tempi è sicuramente lui, il piccolo propulsore di 50 centimetri cubici alimentato dall’iniezione elettronica e raffreddato a liquido.

Neo’s dispone di 2,3 Kw a 7.000 giri/min e di una coppia massima di 3,15 Nm allo stesso regime

Si tratta di un piccolo ed evoluto gioiellino meccanico, basti pensare che la distribuzione a singolo albero a camme dispone di 3 valvole. Una raffinatezza necessaria a garantire le necessarie prestazioni del cinquantino giapponese.
E i numeri danno ragione a Neo’s, che dispone di 2,3 Kw a 7.000 giri/min e di una coppia massima di 3,15 Nm allo stesso regime. Valori sufficienti a spostare con brio i 95 kg dello scooter (in ordine di marcia, con 5,4 litri di benzina e tutti i liquidi).

Look raffinato
Il modello 2009 riceve in dote linee più raffinate e filanti. La finiture si dimostrano, a dispetto della cilindrata ridotta, assai curate e prendono le distanze dalla concorrenza low cost del far east.
Le plastiche sfoggiano vernici brillanti e i materiali sono di buona qualità. Sono interessanti anche le capacità di carico, grazie al capiente vano sottosella (contiene un casco integrale) e alla pedana piatta dotata di gancio portaborse.
I comandi al manubrio si manovrano agevolmente e sotto gli occhi del pilota spicca la nuova strumentazione con display LCD (a fondo blu sul 4 tempi e arancione sul 2 tempi).
I dati forniti sono esaustivi, non manca ad esempio il comodo indicatore a barre della benzina.

Freno a disco e ruote larghe
Neo’s 4 tempi sfoggia le note ruotone da 12” munite di pneumatici di larga sezione, rispettivamente 120/70 all’avantreno e 130/70 al retrotreno. Il diametro ridotto non inficia la stabilità sui tratti sconnessi, grazie alle buone capacità ammortizzanti della forcella anteriore Paioli che garantisce 70 mm di corsa utile.
L’impianto frenante dispone della solida accoppiata composta dal disco anteriore da 190 mm di diametro e dal tamburo posteriore.

Silenzio, si gira
Prontissimo all’avviamento (sia elettrico che a pedale), Neo’s impiega poco tempo per conquistare chi bada alla sostanza e ha un occhio attento al portafoglio.
Il sellone è comodo e accoglie dignitosamente chi supera il metro e ottanta senza che le ginocchia vadano a cozzare contro il retro scudo. All’occorrenza anche il secondo trova spazio a bordo, grazie alla presenza di due funzionali pedane pieghevoli.
Il propulsore vanta emissioni sonore bassissime, solo i veicoli elettrici sanno fare meglio. E così è uno spasso sgusciare nei centri storici senza attirare gli sguardi pungenti dei pedoni.
Le prestazioni sono di norma il lato dolente delle motorizzazioni a 4 tempi di piccola cilindrata, ma i tecnici di Yamaha hanno compiuto un piccolo capolavoro. Tanto più se si considera che Neo’s è stato provato in configurazione “codice”, ossia rispettosa del limite di velocità massima di 45 km/h.
Lo spunto al semaforo è discreto, ma basta superare i 10 km/h per godere della sostenuta coppia disponibile ai medi regimi che porta a toccare i 50 orari indicati (corrispondenti al citato – e anacronistico - limite imposto dalla Legge) in poche decine di metri.

YAMAHA NEO'S 50
YAMAHA NEO'S 50

Il propulsore consente di superare pendenze impegnative come le rampe dei garage senza sforzo e non teme le salite. L’abbiamo messo alla frusta sui continui saliscendi di Barcellona, ma non siamo riusciti a piegare i suoi Newton metri, nemmeno con il passeggero a bordo. Davvero un bel risultato per un cinquantino “a norma”. Nessun due tempi – che rispetti il limite dei 45 orari – può vantare prestazioni simili.
Il telaio regala una buona stabilità, e le gomme panciute digeriscono il pavé e le sconnessioni dell’asfalto. La forcella è una buona incassatrice, mentre il monoammortizzatore posteriore evidenzia  qualche rigidità di troppo.
La frenata è sicura e abbina la buona potenza del disco anteriore all’impeccabile modulabilità del tamburo posteriore, particolarmente apprezzabile sull’asfalto bagnato teatro della prova.

Commentiamo infine i consumi del nuovo Neo’s 50 4 tempi, una voce in cui lo scooter Yamaha segna un bel dieci in pagella. Con un litro di benzina è possibile coprire 35 km, lasciandosi alle spalle una scia di emissioni davvero ridotta.


Pregi


Consumi ridotti – Qualità costruttiva - Silenziosità

Difetti


Sospensione posteriore rigida a pieno carico
 

  • giovannig1, Palermo (PA)

    euro 2 ???

    non riesco a capire perché un ciclomotore del genere, a "basse"
    emissioni e ad iniezione sia omologato euro 2
  • Zio84, Milano (MI)

    Bello ma.....

    Senza dubbio è molto bello e raffinato,ma con un motore quattro tempi scpinge un po poco,allora si dovrebbe o fare 2 tempi o fare un 75cc 4t e allora le prestazioni sarebbero perfette ma nessuno ci ha pensato prima??
Inserisci il tuo commento

Scheda tecnica

Yamaha Neo's 50 4t (2009 - 20)
  • Informazioni generali
  • Misure
  • Motore
  • Ciclistica
  • Batteria
  • Marca Yamaha
  • Modello Neo's 50
  • Allestimento Neo's 50 4t (2009 - 20)
  • Categoria 50 c.c.
  • Inizio produzione 2008
  • Fine produzione n.d.
  • Prezzo da 2.490 - franco concessionario
  • Garanzia 3 anni
  • Optional n.d.
  • Lunghezza 1.840 mm
  • Larghezza 663 mm
  • Altezza 1.125 mm
  • Altezza minima da terra 154 mm
  • Altezza sella da terra MIN 790 mm
  • Altezza sella da terra MAX n.d.
  • Interasse 1.275 mm
  • Peso a secco 95 Kg
  • Peso in ordine di marcia 95 Kg
  • Cilindrata 49,4 cc
  • Tipo motore termico
  • Tempi 4
  • Cilindri 1
  • Configurazione cilindri -
  • Disposizione cilindri -
  • Inclinazione cilindri -
  • Inclinazione cilindri a V -
  • Raffreddamento a liquido
  • Avviamento eltettrico e a pedale
  • Alimentazione iniezione
  • Alesaggio 38 mm
  • Corsa 43,6 mm
  • Frizione n.d.
  • Numero valvole n.d.
  • Distribuzione n.d.
  • Ride by Wire n.d.
  • Controllo trazione n.d.
  • Mappe motore n.d.
  • Potenza 3 cv - 2 kw - 7.000 rpm
  • Coppia 0 kgm - 3 nm - 7.000 rpm
  • Emissioni Euro 2
  • Depotenziata No
  • Tipologia cambio automatico con variatore
  • Numero marce -
  • Presenza retromarcia No
  • Consumo medio VMTC n.d.
  • Capacità serbatoio carburante 5,4 lt
  • Capacità riserva carburante n.d.
  • Trasmissione finale cinghia
  • Telaio n.d.
  • Sospensione anteriore Forcella telescopica
  • Escursione anteriore 70 mm
  • Sospensione posteriore Monoammortizzatore idraulico
  • Escursione posteriore 60 mm
  • Tipo freno anteriore disco
  • Misura freno anteriore 190 mm
  • Tipo freno posteriore tamburo
  • Misura freno posteriore 110 mm
  • ABS No
  • Tipo ruote n.d.
  • Misura cerchio anteriore 12 pollici
  • Pneumatico anteriore 120/70-12
  • Misura cerchio posteriore 12 pollici
  • Pneumatico posteriore 130/70-12
  • Batteria n.d.
  • Capacità n.d.
  • Autonomia e durata n.d.
  • Batteria secondaria n.d.
Yamaha

Confronta moto

Confronta la moto selezionata con quella che vuoi, sia nuova che uscita dai listini.

Ad esempio puoi confrontare la moto che desideri acquistare con quella da te posseduta in questo momento e vedere le differenze.

Confronta