Prova adventure

Benelli TRK 502X

- La declinazione Adventure dell’apprezzata TRK 502, convince per le sue buone doti dinamiche, l’estetica riuscita e soprattutto per un prezzo davvero imbattibile: 5.990 euro f.c.

Ci era piaciuta parecchio la Benelli TRK 502, una crossover di cilindrata media - anzi, secondo i distorti parametri attuali, medio/piccola - con un look e degli ingombri da moto grande, di quelle che non sfigurano davanti al bar del passo di montagna.
Una moto non solo “furba”, perché è andata ad occupare uno spazio lasciato vuoto da altre Case motociclistiche, ma anche ben fatta, dalle buone prestazioni e con un prezzo di acquisto allettante.

Questa versione “X” tiene quanto di buono abbiamo apprezzato sulla TRK 502, ma si dota di un equipaggiamento tecnico che la rende adatta anche ad un uso più avventuroso e fuoristradistico. Cambia non poco la ciclistica, con la ruota a raggi da 19 pollici anteriore brandita da una forcella - sempre con steli da 50 mm - con escursione maggiorata, così come quella del mono, che guadagna le regolazioni idrauliche della compressione e dell’estensione oltre a quella del precario prevista sulla versione prettamente stradale. Inoltre lo scarico viene spostato in una posizione più protetta in caso di guida su percorsi accidentati, e quindi passa dall’alloggiamento sotto al motore ad uno più conservativo sul lato destro. Anche i pneumatici di primo equipaggiamento, i Metzeler Tourance  da 110/80-19 e 150/0-17, pur garantendo ottime prestazioni su asfalto, consentono di guidare in sicurezza pure sullo sterrato.

Benelli TRK 502X
Benelli TRK 502X

Queste modifiche garantiscono una maggiore luce a terra, ma alzano anche il piano di seduta della sella fino a 850 mm (come optional è disponibile una sella ribassata di 30 mm), particolare che potrebbe infastidire i guidatori alti meno di un metro settantacinque.

L’impianto frenante è stato modificato: i dischi freno sono sempre da 320 mm davanti e 260 mm dietro, ma ora hanno un disegno a margherita; inoltre le pinze anteriori a due pistoncini hanno un attacco tradizionale e non più radiale, per renderne la risposta meno aggressiva, caratteristica apprezzata quando si abbandona l'asfalto. Naturalmente è presente l’ABS, che è disinseribile sulla ruota posteriore attraverso un pulsante, particolare molto utile nella guida in fuoristrada.

Pensate per l’utilizzo estremo, ma che possono essere utili anche in tutti gli altri contesti, le protezioni tubolari del motore sono piuttosto invasive dal punto di vista estetico, ma proteggono in maniera eccellente, nel malaugurato caso in cui si cada,  sia il motore che la carrozzeria.

Per il resto la TRK 502 X è identica alla TRK 502: stesse sovrastrutture, medesimo telaio a traliccio con piastre in acciaio, così come il forcellone, anch’esso con sezione a traliccio, particolare distintivo del prodotto Benelli. Tre le colorazioni disponibili: Bianco, Rosso, Nero.

Il bicilindrico parallelo conferma quanto di buono avevamo constatato sulla TRK 502, quindi ritroviamo i 47,6 cv a 8.500 (i 35 kW necessari per la patente A2), così come i 46 Nm a 6.000 giri di coppia massima. Prestazioni che potrebbero avere qualche difficoltà a rendere piacevole e dinamica la guida di una moto che con il pieno di benzina del serbatoio da 20 litri raggiunge i 235 kg di peso, ma che, come leggerete più avanti è tutt’altro che “ferma”.

La strumentazione analogico/digitale è condivisa con la TRK 502: discretamente leggibile e ricca di info, visualizza sul display il tachimetro, due contachilometri parziali, livello carburante, temperatura del liquido di raffreddamento, orologio e rapporto inserito. Pratica, anche se non particolarmente attraente dal punto di vista estetico, la presa USB alloggiata sul lato sinistro della carena è certamente utile per l’alimentazione di eventuali accessori, navigatore o smartphone in primis.

  • Potenza massima 47,6 cv
  • Coppia massima 46 Nm
  • Peso in ordine di marcia 235 kg
  • Serbatoio 20 litri
  • Prezzo f.c. 5.990 euro

Come va

In sella alla TRK 502 X sembra di stringere il manubrio di una moto di cilindrata superiore ai suoi 500 cc, i volumi e gli ingombri la fanno sembrare più “grande” di quanto non dica il libretto. Di conseguenza, l'accoglienza per guidatore e passeggero è ottima, e la triangolazione sella-manubri-pedane garantisce un comfort elevato insieme ad una positiva sensazione di controllo.
Da sottolineare che le pedane sono dotate di rivestimento in gomma, per smorzare le vibrazioni (invero presenti solo ad elevato regime), che all’occorrenza, per esempio se si indossano stivali da fuoristrada, possono essere smontate facilmente.
qualità percepita è buona, e considerando il prezzo della TRK 502 X c’è poco da fare gli schizzinosi: certo, qualche saldatura potrebbe essere più curata, il parabrezza migliorare la trasparenza e i fili elettrici degli indicatori di direzione posteriori fatti passare internamente piuttosto che in vista e poco protetti, ma nel complesso la "Benellina" si merita la promozione.

Le sensazioni che si provano in sella sono in gran parte positive, e riportano alla mente quelle della TRK 502: un motore non particolarmente potente, ma piacevole e con del carattere, peraltro dotato di un gran bel sound, a differenza di gran parte dei bicilindrici in linea che abbiamo provato in questi anni, davvero poco esaltanti da questo punto di vista. Un motore che gradisce girare tra i 4 e i 7.000 giri per dare il meglio di sé, ma scende senza problemi anche sotto ai 3.000 all’occorrenza, riprendendo (con calma …) senza strappi. Inutile allungare fino alla zona rossa, la spinta cala prima, mentre le vibrazioni diventano più fastidiose. Viene descritto come poco assetato, con consumi reali ben oltre i 20 km/l, e dunque con un'autonomia ottima considerando i 20 litri di capacità del serbatoio: quindi, senza fretta, si possono affrontare viaggi di una certa importanza, magari con il supporto delle borse laterali Givi da 33 litri e il top case da 50 (optional). Il rapporto peso/potenza potrebbe entrare in crisi con passeggero e bagagli, ma nell’uso “solitario” la bicilindrica pesarese difficilmente si trova in difficoltà, e, supportata da un cambio preciso e anche discretamente rapido, si trae d’impaccio in ogni situazione.

L’abbiamo messa alla prova sugli sterrati collinari nell’entroterra di Pesaro e si è destreggiata ottimamente. Guidata in maniera pulita e rotonda, affronta con disinvoltura qualsiasi terreno, la potenza moderata mette a proprio agio il guidatore che deve fare i conti con eventuali perdite di aderenza solo a comando (nel senso che se le deve cercare!). La moto appare ben bilanciata e l’assetto rimane sempre composto, anche se un pelo sostenuto, con le sospensioni che non vanno in crisi, ma che forse risultano un pelo rigide. Questa caratteristica però, diventa un pregio una volta tornati con i pneumatici sull’asfalto, la TRK 502 X appare a suo agio e si guida con piacere, la si deve accompagnare in ingresso e nei cambi di direzione, anche perché la ruota anteriore da 19 pollici ha di fatto sacrificato un poco della rapidità garantita dal 17 pollici della TRK 502, ma nel complesso appare tutt’altro che pesante e goffa, a dispetto di un peso non proprio modesto. Ottimo il comportamento delle Metzeler Tourance di primo equipaggiamento, pneumatici che troviamo solo su moto di ben altro prezzo, e che rendono merito alla scelta della Benelli di non risparmiare troppo su particolari così determinanti (purtroppo negli ultimi tempi non è difficile provare moto di qualità equipaggiate con pneumatici economici o non proprio recenti in termini di modello e non di fabbricazione). Questi probabilmente aiutano anche l’impianto frenante, che offre prestazioni adeguate e una modulabilità eccellente, senza che l’ABS sia chiamato in causa fastidiosamente anche quando il fondo è sterrato.

La potenza ridotta del motore emerge solamente quando si cerca la massima prestazione, e obbliga a dare tutto il gas sfruttando anche l’ottima manovrabilità del cambio, andando a spasso tranquilli, invece, non ci si sente affatto in debito di cavalleria, basta e avanza quella a disposizione, soprattutto per il potenziale cliente di questa moto (che sta riscuotendo un successo inaspettato), quindi un motociclista con poca esperienza o meglio ancora un motociclista che ritorna in sella senza velleità e lontano dalle gesta eroiche dei piloti da bar. Si bada al sodo e anche al soldo!

Pregi e difetti

  • Rapporto qualità/prezzo | Guidabilità | Comfort
  • Vibrazioni agli alti regimi | Qualche finitura migliorabile

Maggiori informazioni

Moto: Benelli TRK 502X

Luogo: Pesaro/Urbino

Terreno: Extraurbano, sterrato

Meteo: Sole, 30°

Foto: Orazio Truglio

Abbiamo utilizzato

Giacca: Ixon

Guanti: Ixon

Casco: Caberg Tourmax Marathon

Scarpe: TCX X-Street Air

Pantaloni: Dainese Bonneville Slim Jeans

  • mael56, Baiso (RE)

    hanno copiato il " BENELLI "
  • massimo.conti, Fiorenzuola d'Arda (PC)

    ho guidato il Transalp 600 per 4 anni e cercavo una degna erede per sostituirla perchè la moto deve anche piacere e la Honda CB500X francamente non mi "attizza", trovo che la Benelli sia molto più bella, diciamo anche che le rivali non esistono, se si guarda alle medio-piccole come BMW 0 Triumph 800 aumentano le prestazioni ma il prezzo raddoppia...
Inserisci il tuo commento

Scheda tecnica

Benelli TRK 502 X (2018)
  • Informazioni generali
  • Misure
  • Motore
  • Ciclistica
  • Batteria
  • Marca Benelli
  • Modello TRK 502
  • Allestimento TRK 502 X (2018)
  • Categoria Turismo
  • Inizio produzione 2017
  • Fine produzione n.d.
  • Prezzo da 5.990 - franco concessionario
  • Garanzia n.d.
  • Optional n.d.
  • Lunghezza 2.200 mm
  • Larghezza 915 mm
  • Altezza 1.490 mm
  • Altezza minima da terra 220 mm
  • Altezza sella da terra MIN 840 mm
  • Altezza sella da terra MAX n.d.
  • Interasse 1.525 mm
  • Peso a secco 213 Kg
  • Peso in ordine di marcia n.d.
  • Cilindrata 500 cc
  • Tipo motore termico
  • Tempi 4
  • Cilindri 2
  • Configurazione cilindri in linea
  • Disposizione cilindri trasversale
  • Inclinazione cilindri -
  • Inclinazione cilindri a V n.d.
  • Raffreddamento a liquido
  • Avviamento elettrico
  • Alimentazione iniezione
  • Alesaggio 69 mm
  • Corsa 66,8 mm
  • Frizione multidisco
  • Numero valvole 4
  • Distribuzione bialbero
  • Ride by Wire n.d.
  • Controllo trazione n.d.
  • Mappe motore n.d.
  • Potenza 48 cv - 35 kw - 8.500 rpm
  • Coppia 5 kgm - 45 nm - 5.000 rpm
  • Emissioni Euro 4
  • Depotenziata
  • Tipologia cambio meccanico
  • Numero marce 6
  • Presenza retromarcia No
  • Consumo medio VMTC n.d.
  • Capacità serbatoio carburante 20 lt
  • Capacità riserva carburante 3 lt
  • Trasmissione finale catena
  • Telaio Traliccio in tubi d’acciaio ad alta resistenza.
  • Sospensione anteriore Forcella upside-down con steli del diametro di 50 mm
  • Escursione anteriore 145 mm
  • Sospensione posteriore Forcellone oscillante con monoammortizzatore laterale.
  • Escursione posteriore 50 mm
  • Tipo freno anteriore doppio disco
  • Misura freno anteriore 320 mm
  • Tipo freno posteriore disco
  • Misura freno posteriore 260 mm
  • ABS
  • Tipo ruote raggi
  • Misura cerchio anteriore 19 pollici
  • Pneumatico anteriore 110/80- R19 - M/C 59V
  • Misura cerchio posteriore 17 pollici
  • Pneumatico posteriore 150/70 - R17 – M/C 69V
  • Batteria n.d.
  • Capacità n.d.
  • Autonomia e durata n.d.
  • Batteria secondaria n.d.
Benelli

Nuovo: Benelli TRK 502 X (2018)

Vedi tutti
Indietro Avanti

Usato: Benelli TRK 502 X (2018)

Vedi tutti
Indietro Avanti

Confronta moto

Confronta la moto selezionata con quella che vuoi, sia nuova che uscita dai listini.

Ad esempio puoi confrontare la moto che desideri acquistare con quella da te posseduta in questo momento e vedere le differenze.

Confronta