video prova

Benelli 752S TEST: pro & contro della nuova nuda di Pesaro

- Vi raccontiamo come va la nuova nuda di Pesaro. Abitabile e comoda anche per i piloti alti, ha un motore dolce e lineare, con un bel sound. Costruita con cura, regala un bel feeling di guida nel misto. Migliorabile la frizione e la risposa dell’ABS sullo sconnesso

Benelli cresce. Lo fa nei numeri e nel grado di soddisfazione dei tanti clienti che hanno scelto Leoncino e TRK 502. Ora c’è l’atteso salto di cilindrata, grazie alla nuda 752S che porta al debutto il motore bicilindrico parallelo di 754 cc (che molti appassionati già sperano di vedere sulla TRK).
Ma veniamo alla verde novità del test. La Benelli 752S ha uno stile italiano, che richiama in alcuni dettagli modelli storici del passato come Monster e Brutale, ma amalgama il tutto con una personalità propria. La si nota nel motore, più grande come ingombri rispetto ai rivali giapponesi, e nelle componenti della ciclistica (vedi ad esempio io forcellone in tubi di acciaio) e nello scarico singolo a tromboncino.
Sgombriamo qui il campo dai dubbi: la moto è progettata e disegnata in Italia, mentre la produzione avviene in toto in Cina. Abbiamo letto commenti duri in merito, ma non siamo d’accordo. Alla fin della fiera il colosso proprietario (QianJiang che conta 14.000 dipendenti e produce 1.200.000 moto all'anno) ha salvato il marchio Benelli e dà lavoro a Pesaro a diverse decine di persone. Probabilmente senza i capitali asiatici, ora avremmo un altro caso “Gilera”. Benelli invece è viva e vegeta (ricordiamo che fu fondata nel 1905 a Pesaro da sei fratelli) e si sta facendo sempre più largo tra le grandi con moto pratiche e affidabili.

Ora con la 752S si punta anche allo stile e alle prestazioni. Vediamo come. Partiamo dal prezzo, che non è così lontano dalle concorrenti: 6.990 euro, che diventano circa 7.200 chiavi in mano. La 752S dispone di un nuovo motore: si tratta di un bicilindrico parallelo, con doppio albero a camme e 4 valvole per cilindro. L’elettronica è ridotta all’osso. Non ci sono ride by wire, mappe o controllo di trazione. La potenza è pari a 76 cavalli a 8.500 giri, la coppia massima di 67 Nm a 6.500 giri. Il cambio a sei marce è estraibile e la frizione dispone di assistenza in scalata e ha il comando a cavo. Il telaio è un traliccio in acciaio, al pari del forcellone. La forcella è una Marzocchi da 50 mm regolabile, mentre il mono è più semplice: si regola solo il precarico ed è montato senza leveraggi. I freni sono Brembo ad attacco radiale, con due dischi enormi da 320 mm davanti e 260 mm dietro.
Il serbatoio in lamiera contiene 14,5 litri (3 di riserva) e la moto pesa 226 kg col pieno (dato dichiarato). La sella dista 810 mm da terra.
Di serie troviamo i fari a led e la strumentazione TFT (bella da vedere, ma un po’ avara di informazioni: mancano temperatura esterna e consumo medio).

Ottimo il feeling con l'avantreno
Ottimo il feeling con l'avantreno

Come va

La Benelli 752S si dimostra subito abitabile anche con chi supera il metro e 80. Non è una moto piccola e si rivela abbastanza accogliente anche col passeggero, che ha una sella finalmente degna di questo nome.
Pesa più delle rivali dirette, lo si avverte in manovra in parcheggio. Ma ha un avantreno solido in curva, come vedremo tra poco. La sella è ospitale e duretta, mentre il motore e lo scarico non scaldano affatto. Tra l’altro il sound di serie non è niente male. Il bicilindrico ha un’ottima erogazione, priva di strappi persino a meno di 2.000 giri e poi cresce rotondo fino a 9.500 giri. Dà il meglio intorno ai 6.000 giri ed è sempre molto facile da gestire. Oltre i 5.000 giri compaiono un po’ di vibrazioni sul manubrio. Non ha una risposta decisa (come per esempio la rivale diretta, la Yamaha MT-07, più reattiva ai comandi del gas), è come se avesse un albero motore più pesante per privilegiare la dolcezza di funzionamento sulla verve. Un po’ di brio in più non avrebbe guastato, ma nel complesso il divertimento non manca mai. Il cambio è infatti molto preciso e morbido, mentre la frizione ha uno stacco impreciso da fermo, anche a causa della rapportatura finale lunghetta.

Veniamo alle doti della 752S tra le curve. Qui la Benellona ci è piaciuta senza riserve. Ha un ottimo avantreno, preciso, stabile, che dà tantissima sicurezza. Il telaio privilegia la stabilità sul veloce, ma nel misto ci si diverte e pure tanto (ottime le Pirelli Angel con cui abbiamo provato la moto di Pesaro). Le sospensioni sono sostenute nel setting di base, ma scorrevoli, e anche la frenata è potente e ben gestibile sui fondi lisci. Sullo sconnesso è invece emersa evidente la sensibilità eccessiva dell’abs, che entra troppo presto in azione allungando gli spazi.
La  Benelli 752S prevede il primo tagliando a 1.000 km e poi ogni 6.000.

La moto è comoda anche per i piloti alti
La moto è comoda anche per i piloti alti

Pro e Contro

  • Motore bello per erogazione e sound. Ciclistica facile, ottimo feeling con avantreno (peso superiore a rivali non disturba). Rapporto qualità prezzo ok: la moto è fatta bene.
  • ABS troppo invasivo sui fondi sconnessi. Frizione poco modulabile e rapporti finali lunghi. Strumentazione con poche info. Assenza del controllo di trazione. Qualche vibrazione sul manubrio oltre i 130 km/h.

Dati rilevati:

Velocità massima: 204 km/h (indicata 224)
Velocità reale a 130 km/h indicati: 118 km/h (a 5.700 giri)
Peso dichiarato: 226 kg col pieno (dichiarato)
Altezza sella: 81 cm
Consumo del test: 17 km/l

Maggiori info

Tester: Andrea Perfetti (185 cm, 85 kg)
Foto di Alessio Barbanti
Riprese di Fabrizio Partel, Camilla Pellegatta
Editing di Camilla Pellegatta

Abbigliamento usato dal tester:
Casco X-lite X 803 Carbon
Giacca Alpinestars Domino
Jeans Alpinestars
Scarpe Alpinestars

  • alexx6390, Roma (RM)

    carina

    moto carina e poco più, ma direi anche di giò visto. La nuova Benelli s'ispira senza mezzi termini alla Ducati Monster (telaio a traliccio), alla MV (faro anteriore) e linea del serbatoio alle Yamaha Fz.
    Non mi pronuncio sulla guida, dal momento che devo affidarmi ai resoconti della prova di Moto.it. Tuttavia mi sembra la solita naked che va di fatto ad affollare un segmento già piuttosto saturo senza offrire nulla di nuovo, il tutto ad un prezzo giapponese e quindi in linea con le concorrenti, euro più euro meno.
    La sostanza è che a mio avviso una moto inutile, la Benelli ci ha abiutato a modelli "coraggiosi" come la TRK o Leoncino proposte fresche e sicuramente in linea con i gusti del pubblico. Questa nuova 752 mi sembra già abbastanza invecchiata, i dati di vendita ci diranno quanto davvero piacerà questa nuova moto.
  • Fabio Ricci1, Gambassi Terme (FI)

    Esteticamente i japanesi sono già battuti
Inserisci il tuo commento

Scheda tecnica

Benelli 752 S (2019 - 20)
  • Informazioni generali
  • Misure
  • Motore
  • Ciclistica
  • Batteria
  • Marca Benelli
  • Modello 752 S
  • Allestimento 752 S (2019 - 20)
  • Categoria Naked
  • Inizio produzione 2018
  • Fine produzione n.d.
  • Prezzo da 6.990 - franco concessionario
  • Garanzia n.d.
  • Optional n.d.
  • Lunghezza n.d.
  • Larghezza 890 mm
  • Altezza 1.235 mm
  • Altezza minima da terra 190 mm
  • Altezza sella da terra MIN 800 mm
  • Altezza sella da terra MAX n.d.
  • Interasse 1.525 mm
  • Peso a secco 213 Kg
  • Peso in ordine di marcia n.d.
  • Cilindrata 754 cc
  • Tipo motore termico
  • Tempi 4
  • Cilindri 2
  • Configurazione cilindri in linea
  • Disposizione cilindri trasversale
  • Inclinazione cilindri -
  • Inclinazione cilindri a V n.d.
  • Raffreddamento a liquido
  • Avviamento elettrico
  • Alimentazione iniezione
  • Alesaggio 88 mm
  • Corsa 62 mm
  • Frizione multidisco
  • Numero valvole 4
  • Distribuzione bialbero
  • Ride by Wire n.d.
  • Controllo trazione n.d.
  • Mappe motore n.d.
  • Potenza 77 cv - 56 kw - 8.500 rpm
  • Coppia 67 nm - 6.500 rpm
  • Emissioni Euro 4
  • Depotenziata
  • Tipologia cambio meccanico
  • Numero marce 6
  • Presenza retromarcia No
  • Consumo medio VMTC n.d.
  • Capacità serbatoio carburante 20 lt
  • Capacità riserva carburante 3 lt
  • Trasmissione finale catena
  • Telaio Traliccio in tubi con piastre d’acciaio
  • Sospensione anteriore Forcella Marzocchi upside-down con steli ø 50 mm
  • Escursione anteriore 117 mm
  • Sospensione posteriore Monoammortizzatore regolabile nel precarico molla
  • Escursione posteriore 45 mm
  • Tipo freno anteriore doppio disco
  • Misura freno anteriore 320 mm
  • Tipo freno posteriore disco
  • Misura freno posteriore 260 mm
  • ABS
  • Tipo ruote raggi
  • Misura cerchio anteriore 17 pollici
  • Pneumatico anteriore 120/70-ZR17"
  • Misura cerchio posteriore 17 pollici
  • Pneumatico posteriore 180/55-ZR17"
  • Batteria n.d.
  • Capacità n.d.
  • Autonomia e durata n.d.
  • Batteria secondaria n.d.
Benelli

Nuovo: Benelli 752 S (2019 - 20)

Vedi tutti
Indietro Avanti

Usato: Benelli 752 S (2019 - 20)

Vedi tutti
Indietro Avanti

Confronta moto

Confronta la moto selezionata con quella che vuoi, sia nuova che uscita dai listini.

Ad esempio puoi confrontare la moto che desideri acquistare con quella da te posseduta in questo momento e vedere le differenze.

Confronta