on the road

USA. Le strade più belle in moto degli States

- Oggi vi raccontiamo quali sono i percorsi più belli da fare in moto nel Nord America. A dire il vero non sono così tanti, e i nostri Muraglione, Futa e Trebbia sono decisamente più divertenti!
USA. Le strade più belle in moto degli States


Cosa mi manca di più quando sono in giro in moto qui negli USA? Le strade italiane! Davvero...
Sembra incredibile, ma in un territorio così vasto come gli Stati Uniti le strade veramente belle da percorrere in moto sono pochissime. Tanto che le poche che ci sono hanno nomi "speciali" e sono ritenute delle esperienze immancabili se davvero vuoi chiamarti "motociclista". Boh... Sta di fatto che qui nel Sudest ci sono una serie di passi sui monti Appalachi e sulle Smoky Mountains che hanno raggiunto lo status di veri e propri luoghi mitologici. Tipo il "Deal's Gap" o la "Tail of the Dragon" in North Carolina, oppure la "Cherohala Skyway" in Tennessee, oppure ancora il "Devil's Triangle", la "Moonshiner", la "Devil's Whip", o la "Six Gap" in Georgia.

Io le ho fatte più o meno tutte, e a parte il solito negozietto in cima al passo che prova a venderti magliette ed adesivi commemorativi, non mi sono sembrate nulla di speciale. Ebbene sì, lo ammetto: la magliettina della Tail of the Dragon l'ho comprata, ma giuro che è l'unica. Ma davvero, queste stradine con quattro curve perfettamente levigate non hanno niente a che vedere con una Futa, un Muraglione, una Val Trebbia o una vecchia Cisa. L'unico motivo per cui mi ricordo che la "Tail of the Dragon" ha 318 curve in 11 miglia è grazie a una delle più grosse risate che mi sono fatto negli ultimi anni: a Daytona ho infatti visto una coppia su uno scooter ed entrambi indossavano una maglietta giallo neon con scritto "Florida: 11 curve in 318 miglia". Grande sfottò!


Sì, la triste realtà qui è che le zone veramente divertenti per guidare la moto sono vicino a montagne e colline, che però rappresentano una minima parte del territorio americano. Le meravigliose strade del Colorado, dell'Oregon e della California (forse il posto più bello dove sia mai stato, motociclisticamente parlando) non riescono a compensare le sterminate pianure di assoluto "nulla" di Texas, Kansas, Missouri, New Mexico, gran parte di Nevada e Utah, quasi tutto il Sud, e via dicendo. E tra l'altro, con niente attorno e un limite di velocità ferocemente imposto di 70 miglia all'ora (112.6 km/h) le uniche emozioni per intere giornate derivano dal rischio di rimanere a secco o di addormentarsi per brevi istanti. Sì, mi è successo anche quello!
Nel prossimo futuro mi sono prefissato di andare a vedere le Ozark Mountains in Arkansas, e mi hanno parlato bene anche del nord dell'Idaho e dello stato di Washington, dove non ho avuto ancora la possibilità di girare come vorrei perché ero sempre in automobile.

Mi sono piaciuti il nord dello stato di New York (verso il Canada), il Vermont e l'interno della Pennsylvania, ma l'aver preso ettolitri d'acqua per una settimana a fila l'ultima volta che ci sono stato non mi ha lasciato proprio un bel ricordo. E tra l'altro qui negli States ho notato che l'abbigliamento antiacqua che si riesce a trovare non è della miglior qualità. Ma questa è un'altra storia...


Pietro Ambrosioni

  • polex, Roma (RM)

    Gli USA ti fanno passare la voglia di andare in mo

    Sono stato per piu' di 3 anni in Albama. 300 Miglia di retilinei per raggiungere gli Appalachian in North Carolina (le strade descritte nell'articolo). A quel punto puoi percorrere la Blue Ridge Parkway: e' una strada lunga centinaia di miglia che passa sulla cresta degli appalachian.
    In Italia ci sono strade fantastiche perche' devono raggiungere i paesi Medioevali sulla cima delle Montagne.
    Le cittadine Americane sono tutte cresciute in Pianura, e sono collegate da strade noiosamente dritte.
    Le strade dell'articolo sono state costruite per attraversare gli appalachian. Mentre la Blue Ridge Parkway credo che abbia uno scopo squisitamente turistico.
  • Scorpio06, Varese (VA)

    Non sono d'accordo!

    Ciao Pietro, come tu ben sai vivo anch'io in queste zone e frequento da anni le strade da te menzionate. Tant'e' vero che la prima volta ti ci ho portato proprio io su una di queste. Non concordo minimamente con la tua descrizione e senza voler far paragoni con le nostre strade Italiane dico che questo e' un paradiso per motociclisti. Alcune strade sono larghe e levigate, altre strette e tortuose altre ancora si estendono per centinaia di Km in luoghi remoti dove spesso capita di incontrare qualche orso prima di un essere umano. Insomma la Futa, Val Trebbia ecc sono dei bei posti ma questa parte dell'America non ha niente da invidiare. Riguardo poi a tutti quelli che parlano di troppa severita' delle forze dell'ordine, vorrei dire che sono anni che guido diciamo "non proprio" nei limiti consentiti e non ho mai avuto il benche' minimo problema, ho una Ducati Panigale che non e' proprio una moto da turismo ma con la quale compio mediamente 300/350 km ogni domenica e che l'80% sono composti da fantastiche curve.

    Vi aspetto tutti sulla Blood Mtn dove tutti i motociclisti della Georgia si ritrovano durante il WE per parlare di moto, modifiche o solamente scambiare due parole con "a fellow biker".

    Cheers

    Fabio
Inserisci il tuo commento