Triumph Tiger 800 XR e XC: il video della nostra prova

Abbiamo provato la nuova XRx. Ha una grande versatilità che la rende perfetta per affrontare la città come il turismo a lungo raggio. Ha un motore potente, frena bene e sono scesi i consumi. Migliorabile la finitura delle pedane
27 novembre 2014

Punti chiave


Clicca qui per leggere la prova della nuova Tiger 800 XRx
Clicca qui per leggere la prova della nuova Tiger 800 XCx 

La Triumph Tiger 800 compie quattro anni e viene rivista in profondità per confermarsi nel segmento delle maxi enduro sotto il litro di cilindrata, segmento che negli ultimi anni è cresciuto parecchio.
La nuova 800 è sempre proposta in due versioni, ma nel 2015 cambiano i nomi e la maxi enduro spinta dal brillante tre cilindri compie un importante step. La versione stradale, senza becco e con la ruota anteriore da 19 pollici, si chiama XR. 
La sigla XC significa cross country e identifica, come nel passato, la versione con cerchi a raggi (davanti da 21"), becco anteriore e una sana attitudine a viaggiare su terra e fango.
Per la Tiger 800 XC, come pure per la Tiger 800XR, cambia leggermente l'estetica. Le nuove sovrastrutture e i fianchetti del serbatoio sono studiati per migliorare il raffreddamento dinamico del motore.

Qui trovate i prezzi di tutti gli allestimenti e le dotazioni di serie.

La Tiger 800 XR ha un prezzo di 10.390 euro f.c., mentre la Tiger 800 XRx costa 11.490 euro f.c.

La Tiger 800 XC costa 11.390 euro f.c., mentre la Tiger 800 XCx ha un prezzo di 12.490 euro f.c.

Questa prova mostra piloti professionisti in condizioni controllate e su strade chiuse al traffico. Non imitate simili comportamenti di guida che potrebbero essere pericolosi per voi e per gli altri.

Da Automoto.it

Caricamento commenti...