Suzuki e-Choinori, un brevetto mostra una soluzione originale per le batterie

Suzuki e-Choinori, un brevetto mostra una soluzione originale per le batterie
Nicola Andreetto
Il piccolo scooter elettrico prodotto in collaborazione con Panasonic punterà anche sulla facilità di accesso alle batterie, un'ottima soluzione in previsione di battery swapping
14 maggio 2024

Lo scorso ottobre 2023, Suzuki ha mostrato grande vitalità al Japan Mobility Show portando il primo scooter ad idrogeno ma anche il prototipo di un piccolo scooter elettrico da città. Il nome richiama alla memoria un altro piccolo scooter della Casa, il Choinori appunto, prodotto tra il 2003 e il 2007 e che aveva una spiccata attenzione all'ambiente e all'economicità. La sua futura versione, l'e-Choinori, ne riprende le forme ma è totalmente elettrificato. A distanza di qualche mese dalla sua prima apparizione, torniamo a parlare di lui per un brevetto che ci mostra la soluzione escogitata per un rapido accesso alle batterie. Non è infatti necessario alzare o muovere la seduta per accedere ai due pacchi batteria e per estrarli. Il loro posizionamento aiuterebbe inoltre a mantenere il baricentro basso e, ad occhio, sembrano particolarmente compatti. Dato che al momento si tratta solo di un brevetto, non vengono forniti i pesi e le capacità delle singole batterie e neppure come siano protette dagli urti e dalle intemperie. Di certo è una soluzione che sembra strizzare l'occhio al battery swapping, quindi allo scambio rapido che potrebbe essere una soluzione interessante in città anche per flotte di scooter in sharing.