Ridin' Smoke: due giorni di moto due tempi a Ciglione Malpensa

E’ andata in scena il 10 e 11 giugno la seconda edizone dell’evento dedicato alle moto due tempi nello storico circuito di Ciglione Malpensa: una due giorni non agonistica che punta alla condivisione della passione per le moto a miscela e che ha visto la presenza di quasi 150 appassionati da ogni parte d’Italia e d’Europa
20 giugno 2022

Due giorni di moto a due tempi, una festa del motore a ciclo breve e delle moto da cross: il 10 e l'11 giugno si è tenuto Ridin' Smoke, l’evento dedicato alle moto due tempi nello storico circuito di Ciglione Malpensa, una manifestazione non agonistica che punta alla condivisione della passione per le moto a miscela che quest’anno, alla sua seconda edizione, ha visto la presenza di quasi 150 appassionati da ogni parte d’Italia e d’Europa e il supporto di sponsor come Fantic, Red Bull, Fasthouse, Partseurope, Galfer, Eleveit, Whip, Gpgarage, Gobig, Bell, Dbr, 92design.

L’organizzazione ha garantito la presenza di piloti professionisti come Kevin Cristiano, Thomas Oldrati, Angelo Pellegrini, Rudy Moroni, Morgan Lesiardo, oltre che alla partecipazione del team ufficiale Fantic; a questi top rider si sono aggiunti numerosi appassionati che hanno condiviso un weekend gomito a gomito con i loro beniamini con la possibilità di giarare sul tracciato insieme a loro, condividere la tavola o semplicemente scambiare allegramente le proprie impressioni nel pieno rispetto di quel modo di vivere il motociclismo di quando non esistevano i pass per poter entrare nei paddock e dove piloti e pubblico condividono gomito a gomito la propria passione.

L’evento è stato reso possibile grazie al meticoloso lavoro di Lorenzin che in due anni ha posto le basi affinché Ridin'Smoke diventi il punto di riferimento per le moto due tempi non solo in Italia, ma vista la buona presenza di partecipanti esteri, anche in Europa.

“La soddisfazione per questa edizione è tanta, con numeri inaspettati visto anche il periodo di gran caldo – afferma Lorenzin – e non nego di essere già stato contattato da numerose aziende perché l’evento possa crescere ancora: il potenziale è alto e sono già a lavoro per una nuova edizione nel 2023 nella quale si respiri sempre lo stesso clima di passione, pur con un’offerta ancora maggiore. Vedere persone che sono venute dalla Germania, dalla Svizzera o dalla Sardegna è motivo di grande orgoglio per me e per questo sono già concentrato per una terza edizione che possa raccogliere ancora più piloti e più appassionati”.

 

Foto: Francesco Colombo

Da Automoto.it

Caricamento commenti...