videogames

Ride 2: per chi sogna la moto [Video Prime Impressioni]

- Abbiamo messo le mani su una copia di Ride 2 di Milestone, il gioco in uscita il prossimo autunno sviluppato dalla casa milanese. Andiamo a vedere com’è in questo video di prime impressioni

Sognate da tempo una moto? Volete mettervi in sella ad un mito del passato? Vi piacerebbe vedere come ve la cavate con un joypad in mano contro giocatori in giro per il mondo? Milestone ha pensato anche a voi. Ride 2, videogames disponibile in autunno per Play Station 4, Xbox One e Steam PC, è il seguito del fortunato Ride, lanciato nel 2015 e accolto con calore dalla critica e dagli appassionati.

Stavolta, però, la software house meneghina non lascia nulla di intentato. Sono presenti, per prima cosa, tutti i marchi motociclistici mondiali, eccezion fatta per Harley-Davidson, con un parco moto che tocca le 230 unità. Tante le due ruote “storiche”, alcune delle quali entrate nell’immaginario collettivo, come la Honda NSR 250 o la Suzuki RGV 250 R, senza dimenticare i veri e propri “mostri” dei giorni nostri, come la Yamaha R1.

Se non volete rischiare nel traffico quotidiano, se vi volete concedere il lusso di sfrecciare a oltre 200 all’ora su piste iconiche che hanno fatto la storia del motorsport, o se più semplicemente volete “possedere” la moto dei vostri sogni, Ride 2 è il videogame che fa per voi

Piacevole – e benedetta – l’aggiunta della modalità relativa al supermotard: derivata direttamente dagli studi resisi necessari per Valentino Rossi: the Game, rappresenta forse la sfida più importante per i videogiocatori non esperti delle due ruote, con continui traversi e derapate di potenza che danno quel tocco di pepe in più, assistiti da una buona fisica di gioco.

La versione sulla quale abbiamo potuto concentrarci non era ancora definitiva, ma il lavoro dei ragazzi di Milestone su Ride 2 si fa davvero apprezzare nel suo complesso. Ottima l’introduzione di circuiti mitici e alcune delle Road Races più famose, come il Nurburgring Nordschleife o Macao, passando per la Northwest 200.

Occhio di riguardo anche per il pubblico femminile, che adesso potrà avere la propria controparte virtuale con avatar dedicati. Ampio lavoro è stato concentrato sulle customizzazioni di ogni particolare, da quelli estetici sia dell’abbigliamento del pilota che della moto, a per quelli funzionali, come utilizzo di soluzioni meccaniche differenti rispetto a quelle di serie.

Insomma, se non volete rischiare nel traffico quotidiano, se vi volete concedere il lusso di sfrecciare a oltre 200 all’ora su piste iconiche che hanno fatto la storia del motorsport, o se più semplicemente volete “possedere” la moto dei vostri sogni, Ride 2 è il videogame che fa per voi.

  • Nick_Farl_3897820, Lama dei Peligni (CH)

    Sono D'accordo con dadopoli. E da quello che si vede sembra semplicemente una versione arricchita solo di contenuti, moto e piste in più. Ma il primo è risultato veramente deludente. Una lentezza disarmante e una giocabilità al limite del ridicolo.
  • wolf.wood, Fossalto (CB)

    risponde la redazione

    Come siamo caduti in basso: la recensione di un videogame su moto.it, per chi sogna? Cosa? Siete alla ricerca di nuovi contatti, per caso? Mah! *************************** NOTA DELLA REDAZIONE: Caro Wolf, diamo spazio anche agli appassionati di videogiochi (di moto). Ce ne sono tanti sia tra i giovanissimi che - persino - tra i piloti di moto. Non vediamo tutta questa tragedia nel recensire un gioco, le pare? Un saluto, Andrea Perfetti
Inserisci il tuo commento