sicurezza in moto

Protezioni in moto: usiamole anche d'estate!

- Non siamo moralisti e non vogliamo certo dirvi come dovete vestirvi in moto. Le protezioni non sono obbligatorie, però accettate il nostro consiglio bonario: usatele anche in città, non rovinatevi le vacanze e la salute per un po' di caldo! Il nostro amico Leonardo fa ammenda, e passerà l'estate a curarsi
Protezioni in moto: usiamole anche d'estate!

Solo due giorni fa discutevo - in modo pacifico e sereno - sui social con l'amico Vittorio sull'opportunità di indossare un minimo di protezioni anche d'estate, quando il termometro ti manda arrosto in sella alla moto. Vittorio, per carità, aveva anche ragione: "non toglieteci ogni libertà e che ognuno si regoli come ritiene". Tutto giusto, non ci sono leggi a imporci le protezioni estese e non saranno certo i costi sanitari elevatissimi - che ricadono sulle tasche di tutti - a convincerci all'uso di un abbigliamento adeguato in moto d'estate.

Tre centimetri di manubrio consumati dall'asfalto.
Tre centimetri di manubrio consumati dall'asfalto.

Oggi però ho deciso di scrivere queste righe, perché spero che facciano riflettere soprattutto i più giovani e che spingano qualche amico a superare la pigrizia e indossare giacca, guanti e pantaloni da moto anche sotto il sole d'agosto.
Mi sono recato come al solito presso l'officina a due passi dalla redazione, dovevo montare una coppia di gomme sulla moto per un test. Ma, sorpresa, il giovane apprendista Leonardo - che io chiamo Mimmo da sempre - non c'era. Se ne starà a casa per un bel pezzo. A curare le terribili abrasioni che ha su tutto il corpo, mani comprese. Cos'ha fatto Mimmo? Ha dato gas alla sua moto di 500 cc ed è successo il patatrac. E' caduto da solo, senza coinvolgere nessuno e, per fortuna, non si è rotto niente. Ma era in pantaloncini e maglietta.
E ora? Beh, se avete lo stomaco forte, date un'occhiata alle foto qui sotto (le abbiamo volutamente offuscate, ma non aprite la gallery se pensate vi possano urtare). Addio vacanze e tanto, tanto dolore da sopportare di giorno e di notte. Mimmo ha solo 21 anni e ha pagato la sua inesperienza (oltre a una evidente dose di imprudenza). Può succedere. Ma con un minimo di abbigliamento da moto avrebbe drasticamente limitato i danni. 

Tutto qui, non vogliamo fare la paternale a nessuno. Non siamo dei santi, ma dei semplici motociclisti. Forse solo con un po' di esperienza sulle spalle e qualche cicatrice addosso: indossate l'abbigliamento protettivo da moto, ci sono capi freschi e ventilati. Sicuramente più comodi delle garze che Mimmo dovrà cambiare nei prossimi giorni. 

 

ATTENZIONE: LE IMMAGINI DELLA GALLERY CHE SEGUE POSSONO URTARE LA SENSIBILITA' DEI LETTORI!

 

 

 

 

 

  • RustyMC, Foggia (FG)

    "FrescoFresco" di caduta...e mi è andata alla grande: scivolata in curva in discesa non veloce ma al punto giusto per perdere l'anteriore. Da solo e per fortuna senza nessuno dietro o peggio davanti. Tanta paura, Speed Triple raschiata, e dolori ed abrasioni sparsi. Ancora oggi dopo una settimana non so perchè sono caduto, dopo anni d'esperienza la prima volta così grave: forse troppo pietrisco, forse troppo liscio l'asfalto, forse troppo veloce in curva, forse troppo rigide le sospensioni della mia Speed (credo proprio questo!).

    Sono finito in ospedale in codice giallo, e ringrazio di aver avuto guanti e giacca protettiva che hanno tamponato i danni (naturalmente tutto buttato), peggio per il mio fondoschiena che ha subito una bella abrasione da asfalto...avevo i jeans, ma non oso immaginare se fossi stato in tshirt e bermuda! Per cui ringrazio il mio buon senso che mi fa indossare sempre un minimo di protezione, e che mi farà ancora comprare altri indumenti tecnici. Per la cronaca ho battuto anche la testa, e il mio casco jet in fibra ha assorbito bene il colpo...quindi io farei meno polemica su questo accessorio indispensabile (tanto quanto quello integrale ovviamente) a meno che non sia davvero una scodella.

    Ripenso sempre all'incidente di Simoncelli, e al suo casco integrale da centinaia di euro che si è sfilato come un berretto a velocità stradale...non da motogp! L'urto è stato violento okay, ma non esiste protezione che tenga se un brutto giorno cadi nel punto sbagliato!
  • ice_age, Genova (GE)

    Ciao, la verità è che per strada in estate, a parte pochi motociclisti "di lungo corso" siamo quasi tutti (poco) vestiti allo stesso modo, c'è solo differenza tra scooter e moto, i primi hanno le infradito i secondi no perché non riesci a cambiare marcia. Io un minimo di protezioni le uso, e nelle ore buie metto anche le "bretelle" ad alta visibilità. Sono un po' stufo, dopo qualche mancato contatto, di sentirmi dire "Non ti ho visto!"
    Saluti e... prudenza!
Inserisci il tuo commento