Officine moto: il nostro sguardo su quel che succede

- Meccanici, gommisti e rivenditori di ricambi sono stati esclusi dalle attività obbligate alla serrata dal nuovo decreto ministeriale. Abbiamo provato a contattarne qualcuna per farci raccontare come hanno deciso di operare in questa fase di emergenza
Officine moto: il nostro sguardo su quel che succede

Tra le attività che possono continuare a svolgere regolarmente il loro lavoro ci sono anche le officine che effettuano la manutenzione e gli interventi di riparazione di moto e scooter.

Ne abbiamo contattato qualcuna per capire se e come continuano a lavorare e, tra queste ultime, qual è la loro percezione di quanto sta avvenendo nel settore

Sottolineiamo che, tuttavia, molte hanno deciso di operare soltanto su appuntamento, pertanto, il nostro consiglio è di verificare prima l'effettiva apertura per via telefonica o telematica.

Qui trovate il nostro elenco dei concessionari.

Harley-Davidson, Pavia - Max Pezzali, Dealer

Fin dall’inizio dell’emergenza abbiamo limitato gli accessi all’area vendita della concessionaria, consentendo l’ingresso di un cliente per volta in una zona specifica, e a distanza di sicurezza dal personale; contemporaneamente abbiamo limitato gli interventi meccanici allo stretto necessario, cioè al completamento delle lavorazioni in corso.

In seguito all’entrata in vigore delle norme di chiusura dei negozi, abbiamo deciso di interrompere contestualmente l’attività d’officina, data l’oggettiva difficoltà di garantire un’adeguata distanza interpersonale tra i meccanici.

Preferiamo applicare in modo rigoroso le norme di contenimento del virus: la nostra salute e quella dei nostri clienti sono beni troppo preziosi.

Moto Shop 2000, Napoli - Massimiliano De Michele, Responsabile Concessionaria

Il Gruppo De Michele è presente sul mercato con le due società Moto Shop 2000 e CDM Motors, rispettivamente, concessionarie e service ufficiali BMW, Aprilia, Moto Guzzi (Moto Shop 2000) e Ducati, Triumph e Kawasaki (CDM Motors).

Abbiamo seguito attentamente tutte le direttive emanate dal governo e adeguato la nostra attività di conseguenza. Prima del blocco:

- Sanificazione straordinaria degli ambienti
- Controllo del flusso della clientela
- Dotazioni e dpi per i nostri dipendenti

Dopo il blocco:
Successivamente, con la chiusura al pubblico delle attività abbiamo deciso di continuare a operare nelle attività di service e manutenzione perché ritenute essenziali per la collettività.

Per garantire, inoltre, un contatto diretto con i nostri clienti, abbiamo potenziato i canali di messaggistica social. In particolare per prenotazione service, richieste preventivo e info:

- Facebook Messenger attivo dalle 8.00 alle 23.00
- Contatti diretti WhatsApp con i venditori

Siamo operativi fisicamente con le attività service/officina che si svolgeranno esclusivamente su prenotazione. Abbiamo provveduto allo "smaltimento" dei veicoli in officina e aperto le attività invitato gli utenti a richiedere e prenotare manutenzione solo nei casi strettamente necessari.

In alcune circostanze è stato possibile anche procedere al ritiro di moto acquistate di recente (sia nuovo che usato).

Esclusivamente a distanza, invece, sono attivi i nostri venditori per qualsiasi richiesta di informazione o preventivo.

Ci siamo offerti anche con un servizio gratuito di consegna e ritiro veicoli, prima del "blocco spostamenti".

Attualmente siamo operativi per le attività amministrative e d'officina.

Ducati Milano - Fabio Di Chiara, Store Manager

Alla luce della delicata situazione sanitaria che sta vivendo il nostro Paese, Ducati Milano ha scelto per senso civico, morale e per salvaguardare la salute dei nostri cari, di chiudere le proprie sedi di Milano e Sesto San Giovanni.

Anche se il decreto prevede l'apertura delle sole officine, non riteniamo valga la pena mettere a rischio la salute dei nostri dipendenti, soprattutto considerando il blocco quasi totale della circolazione.

Siamo invece attivi in modalità online, gestiamo lead, telefonate, mail quotidianamente, per garantire comunque un servizio di assistenza verso il cliente.

Questo ci permette nel caso ci sia un cliente in panne con la propria moto e ne abbia effettiva necessità per recarsi a lavoro, di gestire un appuntamento a porte chiuse.

Ciciriello Moto, Andria (BT) - Nicola Ciciriello, Titolare

In questo momento particolare abbiamo deciso di sospendere l'assistenza per salvaguardare voi e noi dal #Covid-19.

Si comunica che per eventuali urgente di assistenza siamo disponibili previo appuntamento da concordare.

Auguriamo a tutti di superare quanto prima questo momento.

KTM Giglioli, Milano - Anna Benzoni, Titolare

Abbiamo chiuso tutte le attività dal 13/03, nel rispetto del decreto del governatore della Lombardia aspettiamo sino al 15/04 per nuove disposizioni a meno che non ci siano news diverse.

Al momento prendiamo nota delle richieste che arrivano via mail dei clienti che vogliono effettuare i tagliandi dopo questo momento di fermo.

Abbiamo tante moto nuove pronte per la consegna ferme in concessionaria che non siamo riusciti a consegnare ai clienti, che comunque non sarebbero riusciti ad usare.

Speriamo che passi tutto in fretta.

Ducati Roma - Andrea Venturi, Responsabile Marketing e Comunicazione

Il Service Ducati Roma è disponibile solo per attività straordinarie di comprovate esigenze lavorative, previo contatto telefonico.

Ktm Farioli, Bergamo - Marco Bertossi, Vendite Moto

Anche se non rientra nelle attività fermate con l'ultimo decreto la nostra officina resta chiusa. Per tutti coloro la cui motocicletta fosse l'unico mezzo di locomozione o per urgenze non differibili, un operatore può comunque rendersi disponibile previa verifica e appuntamento telefonico.

Ducati Bergamo/Bruno Moto - Mirko Maestroni, Store Manager

Consapevoli della situazione di criticità che coinvolge noi tutti e in ottemperanza del Dpcm, Ducati Bergamo/Bruno Moto ha deciso di seguire le linee guida di preservazione dal contagio da Covid-19 predisponendo la completa chiusura del suo esercizio commerciale ritenendo di primaria importanza la preservazione della salute dei propri dipendenti e stessi clienti.

Le condizioni lavorative degli ultimi giorni non permettevano lo svolgimento di una serena attività lavorativa quindi il titolare Bruno Gotti ha deciso di interrompere la presenza fisica nello store preferendo a questa l'attivazione dei servizi ai clienti tramite smart working in modo tale da fornire tutti quei servizi di cui possono necessitare e comunque non rinunciare a poter fornire tutte le informazioni necessarie agli stessi in questo particolare momento.

Attualmente la clientela può mettersi in contatto con noi attraverso il normale servizio mail e telefonico e successivamente in base alle esigenze del singolo cliente abbiamo introdotto l'uso di sistemi quali la videochiamata o l'instant messaging cosi da poter mantenere un continuo scambio di informazioni.

Siamo fiduciosi che questo momento passerà e vorremmo girare ai nostri clienti in primis e a tutti in generale un messaggio di positività adoperandoci al massimo per affievolire il disagio di  questa particolare situazione reinventando noi e la nostra attività con i sistemi più moderni a nostra disposizione.

E' nostra priorità continuare a far sentire la nostra presenza e reperibilità a tutta la clientela.

Abbiamo rallentato, ma non ci siamo mai fermati, pronti a ripartire il prima possibile.
 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento