scooter

Il nuovo Honda PCX 125

- Scopriamo le caratteristiche dello scooter costruito in Thailandia dalla Honda. Garantisce consumi fino a 46 km/l grazie al sistema Stop & go
Il nuovo Honda PCX 125


La popolarità degli scooter di piccola cilindrata non conosce sosta. I veri punti di forza sono la praticità, la capacità di carico e quel divertente senso d’indipendenza che solo le due ruote sono in gradi di offrire.
L’obiettivo di Honda è quello di creare scooter differenti adatti ai più disparati stili di vita; per questo la gamma disponibile in Italia spazia dai lussuosi maxiscooter (SW-T400) ai modelli di minor cilindrata (famiglia SHi).
Il PCX è dedicato a quella clientela in cerca di un compatto scooter 125cc conveniente in ogni ambito: dal costo d’esercizio a quello di gestione, dalla praticità all’eleganza – grazie ad un look moderno che richiama il Forza 250.


Costruito in Thailandia secondo gli standard Honda

Gli scooter moderni non rappresentano unicamente mezzi destinati a muoversi con facilità, ma anche oggetti ricercati; è quindi naturale che il design e la qualità costruttiva siano curati – anche in questo prodotto costruito in Thailandia secondo gli standard “Made by Global Honda".
Il PCX 125 è l’ideale “primo” scooter per i neofiti, ma appare anche utile ed affidabile per un prolungato uso quotidiano.

Il cruscotto, analogico e digitale, presenta a destra l’ago del tachimetro e l’indicatore dell’originale “Stop & Go”, l’indicatore del livello carburante e tante altre comode letture dei parametri.
La sella incorpora inoltre il supporto lombare per il guidatore e una generosa porzione a disposizione del passeggero. Sotto la sella, un regolare vano (con serratura) è in grado di ospitare un casco integrale e tanti altri oggetti d’uso frequente; vi è anche un vano portaoggetti anteriore. Quando vi sono ulteriori necessità di carico, il portapacchi posteriore può alloggiare un bauletto portaoggetti da 26 litri (non in dotazione).


Il PCX si appresta a debuttare in Europa in tre colorazioni monocromatiche. In tutte le versioni, sella e rivestimento dell’area dell’abitacolo sono di colore nero, come i cerchi da 14” in alluminio pressofuso.
Le colorazioni scelte sono:
- Pearl Himalaya White
- Asteroid Black Metallic
- Seal Silver Metallic


Motore

L’efficace propulsore ha un funzionamento silenzioso e regolare. Grazie alla compatta e leggera configurazione SOHC, il motore ottiene un valido spunto al semaforo in accelerazione (5,5 secondi per 50 metri), grazie all’efficace trasmissione a cinghia. Il raffreddamento a liquido presenta il radiatore collegato al motore, in modo da mantenere dimensioni compatte e peso contenuto. E’ naturalmente presente l’iniezione elettronica Honda PGM-FI, per un’erogazione della potenza sempre lineare - per un livello di consumi e di emissioni ridotto al minimo. Il PCX stabilisce livelli record (soli 46,0 km/litro*), che consentono di potersi godere a lungo l’uso dello scooter dopo il pieno (6,2 litri) prima di ritornare al distributore.


Dispositivo “Stop & Go”


I bassi consumi di questo scooter sono aiutati anche dalla presenza dell’innovativo sistema “Stop & Go”, una “prima assoluta” per Honda sui modelli ad iniezione (ricordiamo l’@125/150 ES, montato su un monocilindrico 4T a carburatore, prodotto in Italia all’inizio degli anni 2000). In pratica, il motore si spegne automaticamente se rimane fermo (ed al minimo) per più di 3 secondi. Si riparte semplicemente ruotando la manopola del gas. Questa modalità, che si abilita tramite il pratico interruttore posto sulla parte destra del manubrio, migliora il consumo di un ulteriore 5%.*

*Valori rilevati da Honda. Consumo di carburante del PCX: 46,0 km/l con sistema “Stop & Go” in funzione (modalità WMTC).


Alternatore privo di spazzole


Al risparmio di carburante contribuisce anche lo starter con alternatore senza spazzole, che svolge una doppia azione: funziona da motorino d'avviamento all'accensione e genera elettricità per dispositivi quali l’accensione (candela) e le luci. Il sistema privo di spazzole, già sperimentato sullo Zoomer 50cc, viene qui introdotto per la prima volta su uno scooter “ottavo di litro”. Grazie alle sue dimensioni compatte è stato possibile contenere peso e volume complessivo del propulsore, mentre i ridotti attriti interni assicurano una miglior gestione del carburante ed un’incredibile affidabilità.


Ciclistica

La sagoma del PCX avvolge un telaio tubolare in acciaio con trave dorsale inferiore. Insieme alla sella bassa ed al vasto spazio per i piedi, l’interasse da 1.305 mm contribuisce a rendere sempre stabile e semplice la guida.
L’adozione degli pneumatici da 14” contribuisce al superiore comfort di guida. Il freno anteriore da 220cm, montato su leggere ruote a cinque razze in alluminio, sfrutta l’azione del CBS (Frenata Combinata), che ripartisce con efficacia la forza frenante applicata sia anteriormente che sul robusto tamburo posteriore.  L’azione coordinata della forcella telescopica da 31 mm e dei due ammortizzatori posteriori, rende stabile la guida del PCX.

Honda Accessori ha sviluppato per il nuovo PCX 125 una vasta gamma d’accessori dedicati, che includono il bauletto portaoggetti, un parabrezza alto e l'allarme antifurto - tutti progettati  per ottimizzarne il design e la maneggevolezza.
 

  • Fulvio49, TORINO (TO)

    ERA ORA

    Da oggi chi avrà il dubbio per che Scooter [...] acquistare, indeciso tra dove spendere meno, è servito.
    Con una manciata di euro in più, potrà togliersi la soddisfazione di possedere una Honda con tanto di Officine specializzate e garanzia ''garantita da Honda''.
Inserisci il tuo commento