Nuova Yamaha XSR 900 2022. Cambiano l'estetica e la tecnica

Maurizio Gissi
  • di Maurizio Gissi
Cambia in maniera importante la sport heritage Yamaha nell'edizione 2022. Estetica ridisegnata, telaio d'alluminio, motore tre cilindri potenziato ed elettronica derivati dall'ultima MT-09
  • Maurizio Gissi
  • di Maurizio Gissi
2 novembre 2021

Arrivata in vendita nel 2016, la sport heritage Yamaha XSR900 è stata la prima esponente della famiglia Faster Sons.

Sviluppata allora sulla base tecnica della naked sportiva MT-09, per il 2022 evolve in maniera importante ricevendo tutti gli aggiornamenti apportati quest'anno sulla MT-09. Cresce quindi cilindrata e potenza, riceve una nuova ciclistica e nell'occasione si presenta con un'estetica ridisegnata.

Il nuovo serbatoio nel profilo si rifà a modelli iconici Yamaha come la RD350 e soprattutto alle GP di fine anni Settanta e primi anni Ottanta.
Al posto della sella sottile del modello precedente ne arriva una molto scavata nella zona anteriore e ingrandita nella coda, a formare un ideale codino che ospita la luce posteriore.

Le luci sono full Led e il faro rotondo ha i supporti in alluminio spazzolato. La strumentazione TFT è montata su una nuova piastra forcella, i tappi forcella sono lavorati e il logo XSR è in alluminio.
Tra le altre finiture degne di nota ci sono i comandi a pedale forgiati, serbatoi dei freni neri e specchietti retrovisori montati alle estremità del manubrio.

I colori della nuova XSR900 sono il Legend Blue, ciano e giallo con forcella e ruote color oro, e il Midnight Black, con motivi in rosso, forcella e comandi neri.

La Legend Blue ricorda le Yamaha Sonauto da gara, da GP come da Paris-Dakar, ovvero le moto schierate nel mondiale 250 e 500 dall'importato francese di Yamaha. Testimonial del servizio fotografico è, non a caso, Christian Sarron, campione del mondo 250 con Yamaha e vincitore anche in 500 con la quattro cilindri di Iwata.

La XSR900 sarà nelle concessionarie a partire da aprile 2022, il prezzo non è stato ancora comunicato.

Piattaforma MT-09

Nuovo telaio e motore CP3, come detto, sono quelli dell'ultima MT-09 e della derivata Tracer 9.

La XSR si distingue però per il forcellone più lungo che equipaggia il telaio in fusione di lega leggera. L'interasse sale infatti dai 1.430 mm delle MT-09 ai 1.495 della XSR (è di 1.500 mm sulla crossover Tracer 9) e questo per una diversa messa a punto ciclistica e per una differente posizione di guida che è più arretrata sulla sella rispetto alla MT-09.

Anche l'altezza sella è diversa: 810 mm sulla XSR e 825 sulla naked. Differente è di conseguenza il telaietto posteriore.

Differisce poi l'escursione della sospensione posteriore che sulla XSR è maggiore: 137 mm di escursione ruota (la stessa della Tracer 9 da cui deriva anche il forcellone) invece di 122 mm. Davanti la forcella rovesciata Kayaba conserva invece i 120 mm di corsa utile della ruota della MT-09.

In comune alle due versioni soni poi i freni (bidisco anteriore da 296 mm con pinze radiali), le ruote da 17 pollici SpinForged alleggerite e i pneumatici di sezione sportiva: 120/70 e 180/55.
Il peso in ordine di marcia (con serbatoio benzina da 15 litri pieno) è dichiarato in 193 kg (4 in più rispetto alla MT-09).

fonte immagini: Courtesy EICMA

 

Il motore è il rinnovato tre cilindri in linea bialbero e dodici valvole CP3 con perni di biella a fasatura irregolare. La cilindrata è salita a 899 cc (+43 cc) allungando la corsa e ci sono nuovi pistoni alleggeriti.
La potenza è aumentata a 119 cavalli (prima erano 115) a 10.000 giri e la coppia massima è di 9,5 kgm a soli 7.000 giri.

Da segnalare anche la frizione assistita e anti saltellamento, mentre il cambio a sei marce ha i primi due rapporti più lunghi.
Il pacchetto elettronico beneficia della piattaforma inerziale a sei assi derivata da quella della YZF-R1. I controlli di trazione e di slittamento, oltre all'ABS, sono quindi di tipo cornering ed è presente anche il sistema di controllo dell'impennata. L'acceleratore è di tipo elettronico e ci sono quattro D-Mode per l'erogazione della potenza contro i tre precedenti.
Di serie la XSR900 è dotata di comando cambio Quick Shift e di cruise control.

Caratteristiche in breve

  • Design influenzato dai modelli storici Yamaha Racing
  • Dettagli e materiali di qualità
  • Illuminazione a LED
  • Illuminazione posteriore a LED no look
  • Pacchetto di assistenza al pilota, IMU a 6 assi
  • Controllo della trazione, controllo dello slittamento, controllo freni e controllo dell'impennata
  • Motore CP3 EU5 da 889 cc
  • Cambio elettronico bidirezionale , Cruise Control e frizione antisaltellamento A&S
  • Telaio Deltabox
  • Cerchi SpinForged leggeri
  • Sospensioni regolabili
  • Doppio disco da 298 mm con pompa radiale Brembo
  • Comando a pedale freno in alluminio forgiato
  • Telaietto a basso profilo specifico per la XSR900 con pedane passeggero a scomparsa
  • Indicatori a LED
  • Specchietti alle estremità del manubrio
  • Piastra forcella a triplo morsetto
  • Serbatoio da 15 litri ispirato alle competizioni con tappo di rifornimento in stile racing

Ultime da News

Da Automoto.it

Caricamento commenti...

Hot now

Yamaha XSR 900 (2022)
Yamaha

Yamaha
Via Tinelli 67/69
20050 Gerno di Lesmo (MI) - Italia
848 580 569
https://www.yamaha-motor.eu/it/it/

  • Prezzo 10.499 €
  • Cilindrata 889 cc
  • Potenza 119 cv
  • Peso 193 kg
  • Sella 810 mm
  • Serbatoio 15 lt
Yamaha

Yamaha
Via Tinelli 67/69
20050 Gerno di Lesmo (MI) - Italia
848 580 569
https://www.yamaha-motor.eu/it/it/

Scheda tecnica Yamaha XSR 900 (2022)

Cilindrata
889 cc
Cilindri
3 in linea
Categoria
Naked
Potenza
119 cv 88 kw 10.000 rpm
Peso
193 kg
Sella
810 mm
Pneumatico anteriore
120/70ZR17M/C (58W)
Pneumatico posteriore
180/55ZR17M/C (73W)
Inizio produzione
2021
tutti i dati

Maggiori info

Ultimi articoli su Yamaha XSR 900 (2022) e correlati