Moto Usate: vendite giù quest'anno. Va peggio rispetto al nuovo

Moto Usate: vendite giù quest'anno. Va peggio rispetto al nuovo
Mese di giugno negativo nel mercato dell'usato, anche se non è il peggiore del semestre. Semestre che da parte sua vede un calo superiore rispetto al mercato nuovo
11 luglio 2022

E' proseguita anche nel mese di giugno la flessione nelle vendite di moto e scooter usati in Italia.
I 69.202 passaggi di proprietà netti (ovvero tolte le minivolture che sono i trasferimenti temporanei a nome del concessionario in attesa della rivendita al cliente finale) hanno significato un calo del 7,5% rispetto a un anno fa.

Il dato segue il -5% di maggio e il -17,4% di aprile, che è stato il mese peggiore di questo 2022.

Il -7,5% visto a giugno è arrivato dopo un altro -6,8% patito a giugno 2021, anche se va detto che in quel caso il confronto andava con un 2020 in fortissima ripresa dopo i quasi due mesi di lockdown e quindi di chiusura anche delle concessionarie.

Sempre a giugno di quest'anno le nuove immatricolazioni hanno sofferto un -4,3%.
Come accade ormai da qualche mese uno dei motivi di questo andamento negativo ha a che vedere con un 2021 in rapporto molto vivace sul fronte degli acquisti e, specie ultimamente, nella non disponibilità di alcuni modelli nelle concessionarie per le note ragioni produttive legate alla carenza di alcune componenti.

Il rallentamento del nuovo ha finito per ripercuotersi sull'usato, visto che molto spesso all'acquisto del nuovo si accompagna la cessione di un usato. Insomma parrebbe che, specialmente nel caso delle moto nuove, a mancare sia soprattutto l'offerta e non tanto la domanda.

Nei primi sei mesi del 2022 i passaggi di proprietà netti sono stati 339.721, vale a dire -7% rispetto alle 365mila e rotte unità del periodo gennaio-giugno 2021.

Una diminuzione superiore rispetto al “nuovo”, che nel primo semestre da poco concluso ha visto le immatricolazioni a quasi 173mila unità, pari a un -2%. Numero che vale però anche un +18,7% rispetto al 2019 prepandemico e che segue un 2021 molto positivo.
Va però detto che la flessione contenuta nel 2% si deve all'incremento del 6,1% ottenuto dalle moto e al buon inizio d'anno, mentre gli scooter sono calati di quasi l'11%.

I dati dell'usato forniti dal bollettino mensile AutoTrend dell'ACI non fanno distinzione fra moto e scooter e quindi non possiamo dirvi che cosa si stia vendendo meglio nell'usato. Ma crediamo di non sbagliarci a ipotizzare che si tratti delle moto.

Chiudiamo con le radiazioni: a giugno le pratiche sono state 12.014, ovvero in crescita del 9,4% sull'anno precedente, mentre nel primo semestre il totale segna 59.466 radiazioni, mostrando una diminuzione dell'1,8% sull'analogo periodo del 2021.

fonte dati ACI

Argomenti

Da Automoto.it

Caricamento commenti...