Mondiale Hard Enduro. È doppio Tristan Hart, Tennessee KO

Piero Batini
  • di Piero Batini
Il canadese si ripete, Lettebichler secondo per doppietta KTM. Roman, terzo, ancora al comando del mondiale a 2 prove dalla fine, 1 punto su “Mani” e 20 su Jarvis (7°). La prossima in Canada, a casa di Hart
  • Piero Batini
  • di Piero Batini
16 agosto 2022

Sequatchie, USA, 15 Agosto 2022. Tristan Hart, KTM, si è ripetuto. Ha battuto Manuel Lettenbichler, KTM, e Mario Roman, Sherco, e ha vinto per la seconda volta la Red Bull Tennessee KnockOut, prova americana e sesto appuntamento del Mondiale Hard Enduro. Aveva vinto l’edizione del 2020, mentre nel 2021, primo anno del Mondiale, la gara è stata, come molti altri appuntamenti, un affare provato tra Billy Bolt e Manuel Lettenbichler. Hart è ben lontano dal record, che appartiene all’americano Cody Web con 6 vittorie, ma in questo modo irrompe definitivamente nell’élite dell’Hard Enduro.

Red Bull Tennessee KnockOut è una gara atipica. Difficile ovviamente, ma spezzata in un’infinità di fasi, tra qualificazioni e scremature che la rendono una specie di “multi-sprint infernale”. L’Evento, organizzato per la 12ma volta da all’interno del Trials Training Center, famosa area dedicata al fuoristrada, è tuttora organizzata dal gestore del Camp e inventore della TKO, Dan Brown. Quest’anno al secondo impegno Mondiale, la Gara ha preso l’avvio dalla vicina Nashville, con la spettacolare e caratteristica prova dello Straigth Rhythm, fulminei shot testa a testa a ripetizione fino alla definizione, per eliminazione, del vincitore finale, nel caso specifico Alfredo Gomez.

Ma lo Straight Rhythm non è altro che spettacolo preliminare, poi si fa sul serio sulle variazioni TKO dell’Hard Enduro, che culminano con le due gare del gran finale della Domenica, giornata clou dell’Evento. E da lì in poi non c’è storia, almeno per quanto riguarda il vincitore, che è apparso insindacabilmente Tristan Hart, il 25enne canadese in forza al team FMF KTM Factory Racing. Assente Billy Bolt, ormai condannato a saltare tutte le restanti prove del Campionato per l’operazione al polso, e venuto quindi a mancare il duello Bolt-Lettenbichler che ha caratterizzato l’intera prima stagione del Mondiale, di volta in volta lo schieramento frontale del Campionato si modella sull’exploit di un Pilota. Alla Red Bull Romanics è stato Graham Jarvis, Husqvarna, vincitore per la settima volta, nel Tennessee è stata la volta di Tristan Hart.

Nonostante la “pulizia” dell’operazione, primo nelle qualifiche, imprendibile nelle due “manche” clou e imbattibile nello sprint finale, Hart ha avuto avversari degni sin dalle prime battute dell’Evento. In gioco il prestigio dell’occasione americana e la leadership del Campionato, sempre combattuto ma quest’anno particolarmente equilibrato. Se lo scorso anno, infatti, furono determinanti le vittorie, oggi anche i piazzamenti e, soprattutto, la costanza di rendimento, sembrano poter pagare alti dividendi.

Comunque, il primo, in un certo senso sorprendente rivale di Hart è Taddy Blazusiak, uno degli dei della specialità tornato da poco in forma smagliante, che è stato il primo a dare la caccia al canadese in fuga finendo alle sue spalle, e davanti al bulgaro Kabakchiev, nella Knock Out Race 1. Lettenbichler, Campione in carica, solo quarto e Mario Roman, leader della provvisoria di Campionato, appena settimo. Ma bisogna dare tempo al tempo, i gran premi dell’Hard Enduro sono materia complessa, da impastare con circospezione. Knock Out Race 2, infatti, ancora appannaggio chiarissimo di Hart, porta in primo piano Roman. Terzo ancora Kabakchov, Jarvis Re di Romaniacs quarto e Lettenbichler quinto che tira il fiato. Ultimo strappo, lo sprint finale, Hart dilaga ma Lettenbichler avanza indomabile alle sue spalle e supera Roman. Il podio finale è composto: 1° Tristan Hart, KTM; 2° Manuel Lettenbichler, KTM; 3° Mario Roman, Sherco. Bel quarto posto di Wade Young, Sherco, altro ex convalescente, e preoccupazione per Lettebichler, infortunato al tallone destro.

La graduatoria provvisoria del Mondiale vede ancora Mario Roman in testa con 88 punti. Tuttavia Mani Lettenbichler si è fatto sotto, appena un punto di ritardo e, assente Billy Bolt, al quarto posto sale sua maestà Graham Jarvis. Niente Mondiale Junior, né in USA né nella prossima Red Bull Outliers in programma nella Badlands canadesi di Calgary il week end del 27 e 28 Agosto. Lo Junior, leader Matt Green, tornerà nell’ultimo appuntamento della stagione, in Spagna.

© Immagini Red Bull Content Pool – Future7Media - HEWC – KTM – Husqvarna – GASGAS

Tennessee Knockout. Classifica Finale Assoluta.

1. Trystan Hart (KTM) 5 giri
2. Manuel Lettenbichler (KTM) +1:19.577
3. Mario Roman (Sherco) +58.055
4. Wade Young (Sherco) +2:55.829
5. Teodor Kabakchiev (KTM) 4 giri
6. Ryder LeBlond (KTM) +39.752
7. Alfredo Gomez (GASGAS) +26.267
8. Graham Jarvis (Husqvarna) +43.098
9. Cody Webb (Sherco) +59.056
10. David Cyprian (KTM) +28.429

 

Campionato del Mondo Hard Enduro. Situazione dopo 6 Prove.

1. Mario Roman (Sherco) 88 punti
2. Manuel Lettenbichler (KTM) 87
3. Graham Jarvis (Husqvarna) 68
4. Teodor Kabakchiev (KTM) 63
5. Billy Bolt (Husqvarna) 62
6. Alfredo Gomez (GASGAS) 56
7. Michael Walkner (GASGAS) 49
8. Wade Young (Sherco) 46
9. David Cyprian (KTM) 45
10. Matthew Green (GASGAS) 36

Il Calendario del Campionato del Mondo Hard Enduro 2022

Round 1: Minus 400 - Israel, Aprile 5-7
Round 2: Xross - Serbia, Maggio 18-21 (Also FIM Junior World Cup)
Round 3: Red Bull ErzbergRodeo - Austria, Giugno 16-19 (Also FIM Junior World Cup)
Round 4: Red Bull Abestone - Italia, Luglio 9-10 (Also FIM Junior World Cup)
Round 5: Red Bull Romaniacs - Romania, Luglio 26-30

Round 6: Red Bull TKO - USA, Agosto 13-14
Round 7: Red Bull Outliers - Canada, Agosto 27-28
Round 8: Hixpania Hard Enduro - Spagna, Ottobre 7-9 (Also FIM Junior World Cup)

Argomenti

Da Automoto.it

Caricamento commenti...