Lifan V 400: dalla Cina ancora una Cruiser

Lifan V 400: dalla Cina ancora una Cruiser
Piccola è con le giuste proporzioni monta un motore V2 raffreddato ad acqua da circa 40cv, troppo pochi? In Asia va così, ma in Europa avrebbe senso?
4 luglio 2024

Tutto ciò che rientra nei segmenti cruiser o bobber sembra davvero popolare in terra d’oriente. Sono sempre più numerose le moto che cavalcano questo genere di filosofia. Uno stile nato negli Usa sotto i famosi marchi Harley-Davidson o Indian e che ora sembra ormai facente parte della cultura motociclistica orientale. Eppure, grazie (o per colpa) delle normative di gran parte del terreno asiatico, la cilindrata preponderante è molto spesso a ridosso dei fatidici 400cc. Caratteristica che pone queste moto in un universo parallelo rispetto alle originarie Cruiser americane, non tanto per i cavalli, che per questa Lifan V400 si fermano a 39,4cv, ma soprattutto per il valore di coppia che ha sempre caratterizzato questo mondo e che è strettamente condizionata dalla cilindrata.

Fatto è che queste realizzazioni sono sempre più frequenti e per un pubblico più oltranzista sembrano davvero tragicomiche. Eppure, va così… c’è poco da fare. Intanto, attraverso un design ben curato, un total black da vera Yankee la Lifan V 400 di piccolo ha solo la cilindrata, tutto il resto è bello generoso. Lunga 2.340mm, larga 980 alta 1090 e con un interasse di 1560mm ha dalla sua dimensioni da grande. La vorreste qua da noi in Europa? Difficile credere che sarà distribuita nel nostro territorio, ma intanto, grazie a lei, apprezziamo la possibilità di riflettere ed interrogarci ancora una volta sul mondo a due ruote.

Foto: Motorradonline.de

Naviga su Moto.it senza pubblicità
1 euro al mese
Caricamento commenti...