Attualità

Legge di Bilancio 2019: incentivi e bonus per i motociclisti, tutte le novità

- Fino a 3.000 euro di incentivi per chi rottama un Euro 0, Euro 1 ed Euro 2 per passare ad una moto o a uno scooter elettrico. Non passano però le detrazioni per chi acquista abbigliamento protettivo
Legge di Bilancio 2019: incentivi e bonus per i motociclisti, tutte le novità

La legge di bilancio 2019 porta alcune novità per i possessori di scooter e moto, incentivando la mobilità green, favorendo così la mobilità elettrica e il rinnovo del parco moto circolante; delusione invece per quanto riguarda le detrazioni fiscali per chi acquista abbigliamento protettivo: l'emendamento non è passato.

Come vi avevamo già anticipato, con la legge di bilancio 2019, arriva l’Ecobonus e vale anche per gli scooter e i motorini elettrici o ibridi. Il contributo, che può raggiungere al massimo il 30% del valore del mezzo, verrà erogato per chi rottama una moto o scooter Euro 0, Euro 1 ed Euro 2.
I mezzi nuovi potranno essere acquistati solo in Italia, e dovranno rientrare nelle categorie L1e ed L3e, quindi con potenza massima di 11 kW o 15 cv. 

Non solo però, con la legge di bilancio il governo ha voluto favorire anche la micro-mobilità elettrica, promuovendo l’utilizzo di mezzi di trasporto a propulsione prevalentemente elettrica, come segway, hoverboard e monopattini, autorizzando nelle città la sperimentazione della circolazione su strada di questi veicoli.

Non solo notizie positive però visto che, nemmeno quest’anno, il governo è riuscito a trovare le coperture necessarie per garantire detrazioni fiscali a chi dovesse acquistare dell'abbigliamento da moto protettivo

Andrea Dell’Orto, presidente di Confindustria ANCMA, ha commentato così la bocciatura dell’emendamento: “Si è persa un’occasione per contribuire a diffondere la cultura della sicurezza e ad abbassare i potenziali costi sanitari derivanti dagli incidenti stradali”. 
“Le case motociclistiche e i fornitori di componenti tecniche investono costantemente in ricerca e sviluppo per innalzare gli standard di sicurezza attiva delle moto. E anche i produttori di abbigliamento tecnico hanno introdotto negli ultimi anni importanti evoluzioni in questo ambito: il nostro lavoro è armonizzare gli sforzi di tutto il comparto, che tuttavia talvolta è già vanificato da fenomeni esterni come la trascuratezza nella manutenzione del manto stradale e delle infrastrutture”.

Oltre a queste misure, il Ministro dei Trasporti Danilo Toninelli, in un post su Facebook ha illustrato tutte le altre novità portate dal governo in materia di mobilità, parlando di autostrade, incentivi sui seggiolini, manutenzione delle infrastrutture e tanto altro.

  • bittercampari, Milano (MI)

    Ma chi non ha nulla da rottamare e volesse affacciarsi al mondo dell'elettrico.... niente incentivi ? Se così fosse sarebbe un peccato.
  • Giovanni Paolo De Paoli, Sanguinetto (VR)

    Se non sento l'odore della benzina, il rumore (musica) dello scarico non mi sento in moto, inoltre visto che faccio anche tirate di 800/1000 Km in tutta Europa, come si potrà fare con un mezzo che a malapena potrà fare 200 Km con una carica??? Ritengo sia un mezzo per andare al lavoro (se Vicino) o al bar non per veri motociclisti. Se ne potrà parlare quando le autonomie saranno decisamente molto più lunghe ed i costi decisamente molto inferiori.
Inserisci il tuo commento