Mercato dell'usato

Le Belle e possibili di Moto.it: Honda VFR 750R RC30

- La Superbike giapponese per antonomasia, vincitrice delle prime due edizioni del Mondiale. Rara e pregiata, è ancora ricercatissima da collezionisti ed appassionati
Le Belle e possibili di Moto.it: Honda VFR 750R RC30

Poche moto hanno esaltato i motociclisti sportivi come la Honda RC30. Nata teoricamente come VFR 750R, la quattro cilindri a V di Tokyo era davvero troppo evocativa per non adottare nell’immaginario collettivo la denominazione progettuale interna che da sempre identifica i progetti speciali e le moto da corsa. In questo caso ce n’era ben ragione: la RC30 veniva realizzata direttamente da HRC, ed era stata progettata con una sola missione: vincere nelle gare per derivate di serie di tutti i livelli. Anche a costo di penalizzarla nell’uso stradale in un’epoca in cui andare in pista non era certo passatempo diffuso quanto oggi.

L’RC30 era leggerissima (185kg a secco), con un telaio che sembrava preso pari pari dalla NSR500 di Wayne Gardner, sospensioni pluriregolabili e tantissimi accorgimenti per facilitarne l’uso in circuito – pochi lo ricordano, ma per esempio fu proprio lei la prima moto targata a proporre quella frizione antisaltellamento che solo un decennio dopo iniziò a venire adottata dalle altre sportive.

La linea ancora attuale della Honda RC30
La linea ancora attuale della Honda RC30

Il motore era potentissimo per l’epoca (112 cavalli, più di qualunque altra sette-e-mezzo dell’epoca) anche se penalizzato da una rapportatura fatta esclusivamente per la pista. Merito di un propulsore praticamente fatto a mano, con bielle in titanio, radiatore sdoppiato a profilo curvo, comando della distribuzione alleggerito (ma sempre ad ingranaggi, come allora tradizione sui V4 Honda) e un’inedita fasatura dell’albero a 360 invece che a 180° - come il prototipo ufficiale RVF da Endurance – che gettò le fondamenta alla rivoluzione del big bang che arrivò di lì a breve sulle due tempi del Motomondiale.

A livello sportivo la RC30 fu una rivoluzione, e costrinse la concorrenza ad adeguare in fretta e furia le loro 750. La Honda conquistò le prime due edizioni del Mondiale Superbike (1988 e 1989) e dominò per diversi anni i campionati nazionali di categoriaforcellone monobraccio e pinze freno a sgancio rapido la resero popolarissima nell’endurance, dove diventò una delle moto preferite dai team privati tanto per la sua competitività quanto per un’affidabilità quasi surreale: diverse fra le squadre meno ricche riuscivano a correre un’intera stagione senza revisioni pesanti sul motore.

La RC30 impegnata in gara nel Mondiale con Fred Merkel
La RC30 impegnata in gara nel Mondiale con Fred Merkel

La Honda RC30 si trova con relativa facilità sul mercato dell’usato, anche se a quotazioni non esattamente popolari per gli esemplari meglio tenuti. A questo proposito, attenzione alle moto usate in gara (vedi sopra) e successivamente rivestite da stradali: gli indicatori sono i soliti – incoerenza nell’usura fra carenature immacolate e ciclistiche e motori sottostanti, cerchi segnati da troppi cambi gomma rispetto al chilometraggio dichiarato e segni di scivolate mascherati alla bell’e meglio.

Potete trovare diversi esemplari di RC30 nella nostra sezione mercato; le richieste economiche non sono certamente popolari, ma in pochi casi come questo si può davvero dire che ci si mette in casa un pezzo di storia motociclistica.

  • alessio01, genova (GE)

    Regolamentare

    Io sono dell'idea che non sia del tutto scorretto "mettere mano" alla situazione delle moto d'epoca attuale.
    L'italiano si è adeguato a suo modo al cambiare dei tempi ed in giro sono stufo di vedere migliaia di Dominator del 92" di "interesse storico"...
    Se ci fosse più controllo la Rc30 non avrebbe certo problemi ad essere considerata una moto sulla quale NON pagare bolli ed assicurazioni.
    Poi il fenomeno delle cafe' racer... Di originale hanno solo la targa ma guarda caso sono tutte iscritte al registro storico...
    Da notare che Ne posseggo una...
  • Mattingaz, Rimini (RN)

    Gran moto...e il bollo?

    Gran moto...sogno di infanzia lontana...

    Pagarci il bollo? Si e' una carognata, come per tutte le altre moto di 20 anni...

    E' anche fastidioso pero' che ci vogliano 20mila euro per acquistarla...

    Forse il primo scoglio e' quello...non il bollo...
Inserisci il tuo commento

Scheda tecnica

Honda VFR 750 R RC30
  • Informazioni generali
  • Misure
  • Motore
  • Ciclistica
  • Batteria
  • Marca Honda
  • Modello VFR 750 R
  • Allestimento VFR 750 R RC30
  • Categoria Super Sportive
  • Inizio produzione 1988
  • Fine produzione 1993
  • Prezzo da 13.427
  • Garanzia n.d.
  • Optional n.d.
  • Lunghezza 2.180 mm
  • Larghezza 700 mm
  • Altezza 1.185 mm
  • Altezza minima da terra 130 mm
  • Altezza sella da terra MIN n.d.
  • Altezza sella da terra MAX n.d.
  • Interasse n.d.
  • Peso a secco 216 Kg
  • Peso in ordine di marcia 236 Kg
  • Cilindrata 748 cc
  • Tipo motore termico
  • Tempi 4
  • Cilindri 4
  • Configurazione cilindri a V
  • Disposizione cilindri longitudinale
  • Inclinazione cilindri -
  • Inclinazione cilindri a V 90
  • Raffreddamento a liquido
  • Avviamento elettrico
  • Alimentazione iniezione
  • Alesaggio 70 mm
  • Corsa 48,6 mm
  • Frizione multidisco
  • Numero valvole 16
  • Distribuzione bialbero
  • Ride by Wire n.d.
  • Controllo trazione n.d.
  • Mappe motore n.d.
  • Potenza 102 cv - 74 kw - 9.500 rpm
  • Coppia 7 kgm - 66 nm - 10.500 rpm
  • Emissioni Euro 0
  • Depotenziata No
  • Tipologia cambio meccanico
  • Numero marce 6
  • Presenza retromarcia No
  • Consumo medio VMTC 13 km/l
  • Capacità serbatoio carburante 19 lt
  • Capacità riserva carburante 3,5 lt
  • Trasmissione finale catena
  • Telaio Doppio trave in alluminio a diamante
  • Sospensione anteriore Forcella Showa da 41 mm
  • Escursione anteriore 140 mm
  • Sospensione posteriore Monobraccio Pro-Link regolabile nel precarico
  • Escursione posteriore 130 mm
  • Tipo freno anteriore doppio disco
  • Misura freno anteriore 296 mm
  • Tipo freno posteriore disco
  • Misura freno posteriore 256 mm
  • ABS No
  • Tipo ruote integrali
  • Misura cerchio anteriore 17 pollici
  • Pneumatico anteriore 120/70 VR17
  • Misura cerchio posteriore 18 pollici
  • Pneumatico posteriore 170/60 VR17
  • Batteria n.d.
  • Capacità n.d.
  • Autonomia e durata n.d.
  • Batteria secondaria n.d.
Honda

Usato: Honda VFR 750 R RC30

Vedi tutti
Indietro Avanti

Confronta moto

Confronta la moto selezionata con quella che vuoi, sia nuova che uscita dai listini.

Ad esempio puoi confrontare la moto che desideri acquistare con quella da te posseduta in questo momento e vedere le differenze.

Confronta