Attualità

La FMI premia Tony Cairoli e Claudio De Carli

- L’iridato di cross ed il suo team manager hanno ricevuto dal Presidente Copioli un riconoscimento per le loro imprese sportive
La FMI premia Tony Cairoli e Claudio De Carli

E’ dovuto arrivare al nono titolo mondiale per vedersi aprire le porte della Federazione: ma nella vita c’è sempre una prima volta, e quella vissuta da Antonio Cairoli ha avuto un significato davvero speciale.

Ad attenderlo, i massimi livelli federali, ad iniziare dal Presidente Giovanni Copioli, che ci teneva davvero a consegnare al grande pilota di Patti la targa-ricordo che ne celebra le vittorie.

Accanto ad Antonio, l’uomo con cui condivide le (tante) gioie e i (pochi, pochissimi, per fortuna) dolori sportivi: quel Claudio De Carli team manager del De Carli Racing Team, che accolse in casa sua un Cairoli “emigrante“ in cerca di gloria e per primo intravide in lui il potenziale del campione.

Oggi i due formano una coppia inossidabile, cementata dalle vittorie (a proposito, se Antonio è arrivato a nove titoli iridati, Claudio ne ha ben dieci in bacheca…) e sempre proiettata ai prossimi traguardi.

Antonio Cairoli ha regalato al presidente Copioli una sua maglietta di gara autografata (foto Taglioni)
Antonio Cairoli ha regalato al presidente Copioli una sua maglietta di gara autografata (foto Taglioni)

Ma a viale Tiziano non si è parlato solo di sport: l’onorevole Vincenzo Garofalo, Vice Presidente della IX Commissione Trasporti ed appassionato di motocross, oltre che presidente del gruppo parlamentare “amici delle due ruote“, si è complimentato con Cairoli per i risultati raggiunti e con la FMI per il lavoro svolto per il Nuovo Codice della Strada.

Il Presidente Copioli ha dichiarato: «Sono molto lieto di accogliervi nella sede della Federazione ed onorato della Vostra presenza, che rende lustro a tutto il movimento motociclistico. I vostri risultati, ottenuti con sacrificio e professionalità, sono esempio per i nostri giovani piloti e motivo di orgoglio per questa Federazione. Avremo il piacere di rivedere Antonio Cairoli, insieme a Kiara Fontanesi e Franco Morbidelli, alla cerimonia dei Collari d’Oro del CONI dove, per la prima volta in assoluto, verrà premiato anche un Moto Club».

Dal canto suo, Antonio ha detto: «E’ una grande soddisfazione ritirare questo riconoscimento. E’ la prima volta che accade, e ringrazio la FMI. Il 2017 è stata una stagione fantastica: siamo partiti molto forte per poi amministrare il vantaggio nel corso dell’anno. In prospettiva 2018, speriamo di migliorare ancora per vincere nuovamente».

«Anche io - è Claudio De Carli a parlare - ringrazio la FMI per questo riconoscimento. Tony entrò nel mio team grazie ad un progetto nato con la Federazione stessa, che mi chiese di scegliere un giovane da portare in alto. Scelsi lui perché aveva le doti giuste. Certo, non avrei mai pensato di vincere così tanto insieme, ma lui è abituato a stupirmi. La vittoria di quest’anno, poi, ha un sapore davvero unico, perché arrivata dopo due stagioni travagliate, con Antonio perseguitato dagli infortuni e gli avversari sempre più forti e motivati. Ma lui si è superato, regalandoci emozioni che non dimenticheremo, come la gara di Trento, ed arrivando ad un titolo meritato, conquistato non solo con la supremazia in pista, ma anche con la tattica ed il ragionamento. In questo modo sanno vincere solo i veri campioni, i fuoriclasse assoluti».

 

  • ubi761, Alessandria (AL)

    grandissimo Tony ! Sono certo che anche nel 2018 si presenterà motivato e pronto alla battaglia con i giovani scalpitanti, in primis Herlings e Gajser.
Inserisci il tuo commento