fiera di brescia

Kustom People Show. Buona la prima

- La prima edizione della Fiera bresciana ha chiuso con un buon riscontro di pubblico e tante iniziative promosse. Soddisfatti il Presidente della Federazione Italiana Customizer e gli Americani della IMBBA
Kustom People Show. Buona la prima

 
Kustom People Show ha chiuso la sua prima edizione con un bilancio tutto sommato positivo. Il sabato mattina alle 11.30 la prima edizione dell’unica Fiera bresciana interamente dedicata al Kustom ha vissuto il suo momento istituzionale, con la presenza delle autorità: il Presidente di Brixia Expo, Carlo Massoletti, e l'amministratore delegato Marco Citterio, gli assessori provinciali Fabio Mandelli (Sport e Tempo Libero) e Corrado Ghirardelli (Innovazione e Tecnologie), l’assessore comunale Maurizio Margaroli (Attività Produttive) e infine la più alta carica, quella del sottosegretario allo Sviluppo Economico Stefano Saglia. Tutti insieme, hanno presenziato al taglio del nastro. Con loro c'era anche DJ Ringo di Virgin Radio.

Le due giornate hanno visto alternarsi gli spettacoli di burlesque di Roxy Rose con le esibizioni dello skate team La Ghigliottina, quelle del gruppo bresciano Texans Country Dance e il coinvolgente rockabilly di Johnny Boy & the Ice Cream, mentre la serata di sabato, interamente organizzata da Virgin Radio, ha visto la band rockabilly dei Dragons e quella punk rock degli Andead esibirsi sul grande palco allestito per l’occasione, seguiti dal DJ set di Ringo e Giulia Salvi. Lo stesso palco il sabato pomeriggio ha visto la premiazione del pilota bresciano Fabrizio Perotti, vincitore del Triumph ParkinGO European Series, trofeo nel quale ha corso anche DJ Ringo.

La domenica ha invece ospitato il Bike Show di LowRide, a cui hanno partecipato oltre 40 moto. Due pedane davano accesso al palco, con le moto che salivano a motore acceso, come nei bike show americani. Due anche le classifiche e altrettante le premiazioni. La Top 10 ha visto vincitore il Nautilus di Kustom Garage, mentre sono state ben sette le “Best Of” premiate per ogni categoria. Domenica è stata anche la giornata in cui si è ufficializzata la partnership tra FIC (Federazione Italiana Customizer) e IMBBA (International Master Bike Builders Association). Per l’occasione, Mondo Porras, boss di Denver Chopper e costruttore della celebre Captain America del film Easy Rider, insieme a Jeff Starke, presidente di IMBBA e customizer di fama mondiale che annovera tra i suoi clienti anche Arnold Schwarzenegger, hanno presenziato all’evento organizzato dal Presidente della Federazione Italiana Customizer, Fabrizio Favre. Durante la cerimonia, alla presenza di oltre 30 degli associati FIC, è stato assegnato a Favre anche il prestigioso IMBBA Hall of Fame Award. Inoltre sono stati consegnati i certificati di Master Bike Builder II, il più alto livello di certificazione IMBBA, allo stesso Favre, a Jerry “Caronte” Chillico di Custombike e a Roberto Totti di Tottimotori, mentre a Giuseppe Bori di Bepy Moto Service e a Jonathan Minici di Ace of Spades sono andati i certificati di Bike Builder II.

 

Soddisfazione da parte degli espositori che hanno fatto ottimi affari grazie a un clima disteso e a stand ampi e correttamente disposti

Da parte di Jeff Stark è giunto l’invito per i customizer italiani affiliati alla FIC di partecipare al campionato mondiale che si terrà in Canada nel 2012, la cui nazione vincitrice avrà l’onore di ospitare l’edizione del 2014. Presente alla cerimonia anche Erwin Riegel, direttore della rivista tedesca Bikers Power e organizzatore dell'Arneitz Custom Show alla European Bike Week del Faaker See. Sia Fabrizio Favre sia gli ospiti stranieri hanno espresso apprezzamenti e gratitudine allo staff di Kustom People, per il loro interesse nello sviluppo dell’arte custom all’interno dell’industria motociclistica.
Soddisfazione anche da parte degli espositori che hanno fatto ottimi affari grazie a un clima disteso e a stand ampi e correttamente disposti, anziché ammassati l’uno sull’altro come si vede spesso in certi eventi improvvisati. 

Gli organizzatori si aspettavano circa 5000 persone e così è stato. La prima edizione è stata messa a dura prova da molti elementi disturbatori, tra cui il maltempo, che ha costretto a rinunciare al run domenicale organizzato dal Brescia Chapter, ma non a quello dei customizer in programma per sabato, con una ventina di special che hanno sfilato per la città di Brescia, terminando il giro in piazza della Loggia, dove sono state ammirate dal pubblico.

Terminata la Fiera è ora tempo di bilanci. Con oltre 90 espositori, Kustom People Show ha radunato il meglio del custom italiano. La visibilità data dai media presenti ai protagonisti della scena custom italiana è stata ai massimi livelli, al pari di eventi internazionali. Oltre alle importanti TV e testate quotidiane locali, che hanno avuto elogi e completi servizi sull’evento, erano presenti anche le telecamere di Nuvolari TV con la bella Maddalena Corvaglia che è andata alla scoperta della Fiera, non prima di aver fatto un giro su una splendida Royal Enfield in versione "Six Days" scrambler, preparata dallo specialista Mc Deeb.

Con l’apertura di Kustom People Show c’è stato inoltre il debutto di Garagestyle TV (www.garagestyle.tv) che, condotto da Serena Boldrini, ha seguito con una diretta l’intero evento e ha registrato migliaia di contatti nei due giorni della manifestazione. Impossibile citare tutti gli altri media su cui l’evento ha avuto presenza, ma al Kustom People Show si sono accreditati circa un centinaio di operatori dell’informazione, tra giornalisti, operatori TV e fotografi. Per la prossima edizione di Kustom People Show si annunciano altri ospiti importanti e altre iniziative di carattere internazionale, che contribuiranno a far conoscere il custom italiano in tutto il mondo.

 

  • Lorenzo.Rinaldi, Milano (MI)

    Ma voi del Trombo di tuono non sapete far altro che mandare in giro "scagnozzi" a commentare le centinaia di articoli usciti sul Kustom People Show? Ma possibile che nessun organo di stampa, compresi i giornali locali di Brescia, vi abbia dato retta? Possibile che ce l'abbiano tutti con voi? Possibile che, secondo quanto da voi asserito, tutti i giornalisti siano dei venduti? E il KPS li avrebbe comprati tutti? E che budget ha? Nemmeno la FIAT potrebbe farlo. Finché darete dei venduti a tutti i giornalisti non penso avrete possibilità di uscire su nessuna testata, a parte quella ridicola rivistina fatta di penosi copia-incolla da wikipedia, degno vostro partner. E anche la Federazione Italiana Customizer ce l’ha con voi? Ma ce l’hanno tutti con voi? Ma piantatela e iniziate a lavorare e soprattutto rispettate il lavoro dei giornalisti, che evidentemente se pubblicano solo articoli sul KPS e nessuno sul “trombo” forse un motivo ce l’avranno…
Inserisci il tuo commento