Novità

Kawasaki W800 Limited Edition

- Sarà venduta in serie limitata questa elegante versione della bicilindrica classica di casa Kawasaki, elaborata a livello di cromie e verniciature. E' realizzata per il Giappone, ma poi chissà...
Kawasaki W800 Limited Edition

La Kawasaki W 800 è la sola classica presente nel listino Kawasaki. E' in vendita dal 2011 ma precedentemente, nela cilindrata 650, era stata venduta dal 1999 al 2010. In Italia l'anno scorso è stata al decimo posto fra le Kawasaki più vendute, con 109 unità, davanti alle cruiser di famiglia e alle icone sportive ZX-6R e ZX-10R.

In casa Triumph, la Bonneville è stata anche l'anno scorso il modello più venduto in Italia, con un rapporto di 7 a 1 rispetto al modello Kawasaki. Ma il divario numerico non rispetta i valori in campo, perché la W800 è quello che si dice una buona moto.
Un modello che si rifà alla W1 del 1967, a sua volta progettata prendendo come esempio le bicilindriche parallele inglesi che nei primi anni sessanta erano il riferimento per la stragrande maggioranza dei motociclisti e molte industrie. Un peccato originario che non ha impedito alla W 650, e poi W 800, di conquistare molte appassionati e preparatori di moto complete come di parti speciali.

In Giappone la W800 riscuote un buon successo e da metà di aprile sarà in vendita anche in una nuova versione Limited Edition, trecento esemplari – non pochi e che danno la misura della buona diffusione di questo modello - che si differenziano per la colorazione e per alcune finiture rispetto al modello standard. Come sulla Special Edition, commercializzata anche da noi in passato, la W800 Limited ha motore nero e cerchi anodizzati oro. L'impianto di scarico è però cromato e la colorazione è bicolore con parafanghi verniciati anziché cromati, mentre la sella è nera con fasce bianche. Non si sa ancora se una variante simile potrà arrivare da noi prossimamente.

  • enrico.64, Milano (MI)

    Questa Kawasaki che vende 1/7 della Bonneville, è, a mio modo di vedere, l'ennesimo esempio di come la maggior parte delle moto viene scelta per moda e non per le vere qualità.
    Ho avuto l'occasione di osservare i due modelli da vicino, affiancati l'uno all'altro: la Jap da lezioni di qualità su ogni particolare osservabile, un raffinato gioiellino. L'inglese, appare molto più pesante e meno rifinita, un aspetto un po' sovietico e molto cinese, una specie di grande "Mash".
    Provate anche voi, la Bonneville, prima di questo confronto da vicino, in parallelo, mi piaceva molto. Adesso la considero solo una moto molto carina, dalla mediocre qualità costruttiva e di materiali e con un prezzo troppo alto per ciò che offre.
  • lucluc64, Trana (TO)

    Ciao a tutti, sono un felice possessore di una W800 SE che mi sta dando un sacco di soddisfazioni. Il problema alla pompa della benzina è stato risolto da tempo e il freno a disco posteriore, montato su una moto di questa potenza, è assolutamente adeguato. C'è da dire poi che rispetto a Triumph, qua molte cose sono di serie (cavalletto centrale, tappo benzina con serratura, ruote a raggi, contagiri, sella amovibile, lucchetto per casco...). Detto questo, indubbiamente Bonneville è molto bella, come anche Guzzi V7.
Inserisci il tuo commento

Nuovo: Kawasaki W

Vedi tutti
Indietro Avanti

Usato: Kawasaki W

Vedi tutti
Indietro Avanti

Confronta moto

Confronta la moto selezionata con quella che vuoi, sia nuova che uscita dai listini.

Ad esempio puoi confrontare la moto che desideri acquistare con quella da te posseduta in questo momento e vedere le differenze.

Confronta