Mercato asiatico

Kawasaki Ninja 250RR, per ora solo in Asia

- Una nuova versione della Ninja d'accesso con propulsore monocilindrico per i mercati orientali. Difficilmente arriverà qui da noi
Kawasaki Ninja 250RR, per ora solo in Asia

Si chiamerà Kawasaki Ninja 250RR o 250SL a seconda del mercato specifico, e sarà in un primo momento riservata ai mercati asiatici: ad Akashi, per rendere la moto più adatta al traffico e alle strade del lontano oriente, hanno pensato bene di alleggerire la propria Ninja d'accesso e renderla più ricca di coppia ai bassi regimi. Niente di più facile di adottare un propulsore monocilindrico, rifacendo ovviamente da zero il telaio - in questo caso in tubi d'acciaio, soluzione leggera ed efficace.

 

La scelta tecnica ha portato ad un sacrificio in termini di potenza massima (27,6 cv, ovvero circa 4 in meno rispetto alla 250 bicilindrica) ma, appunto, ad un miglioramento del valvore di coppia e ad un risparmio di 23 kg rispetto al modello a due cilindri.

 

E' molto difficile che, a così poca distanza dal lancio della 300 bicilindrica, la 250RR possa arrivare in Europa. E' invece certo che sostituirà sui mercati emergenti dell'estremo oriente la 150 con propulsore a due tempi, sempre meno appetibile anche dove le normative ancora ne permettono l'impiego. 

 

  • tirone, Bari (BA)

    Solo 4cv in meno della bicilindrica

    e ben 23 kg in meno di peso. Forse potevano farci un pensierino sull'importazione.
  • mswans, Guidizzolo (MN)

    E perchè dovrebbe

    essere importata? C'è già la 300 bicil. Basta un restilyng come questa e il gioco è fatto.
Inserisci il tuo commento