Vendite nel mondo

Husqvarna mette a segno un nuovo record di vendite. A breve le stradali

- Il marchio controllato da KTM Group mette a segno il quarto incremento annuo di fila. Nel 2017 ha venduto nel mondo il 20% di moto in più e, in attesa dei nuovi modelli stradali, il fatturato è salito a 250 milioni di euro
Husqvarna mette a segno un nuovo record di vendite. A breve le stradali

Da quando è stata acquistata da Pierer Industrie AG, e passata poi a KTM Group sempre nel corso del 2013, la marca di origini svedesi ha visto una ripresa rapida delle vendite grazie alle sinergie di prodotto e produttive messe in campo da KTM.
Mentre Husqvarna sta ritagliandosi una propria fisionomia alternativa a KTM - un processo più evidente nella famiglia dei modelli stradali di imminente commercializzazione - crescono costantemente i suoi risultati di vendita e finanziari.

Nel 2017 le vendite delle "Husky" hanno raggiunto le 36.883 unità, crescendo del 20% rispetto a un anno prima. Il fatturato è salito da 200 a 250 milioni di euro, mettendo a segno un +25%.
Questo è il quarto aumento di fila per Husqvarna: ricordiamo che nel 2015 le vendite avevano visto un +32% e il 2016, con 30.700 unità, aveva registrato addirittura un +43%. Si tratta di numeri attribuibili unicamente ai modelli off-road, minicross e supermoto, che soprattutto nel 2016 avevano conosciuto un ampio rinnovamento della gamma.

Nel corso del 2017, seguendo quanto fatto  sulle KTM enduro, sono arrivate fra l'altro le nuove "due tempi" a iniezione TE 250i e TE 300i.
Una nuova spinta commerciale è attesa con l'arrivo sul mercato delle inedite Vitpilen 401, Svartpilen 401 e Vitpilen 701, modelli totalmente stradali che saranno disponibili a breve, e che inizialmente erano stati annunciati per fine 2017. Saranno i primi modelli della famiglia Real Street, che idealmente riporteranno alle origini, stradali e agonistiche, delle prime Husqvarna costruite in Svezia nell'ormai remoto 1903.
 

 

  • Korean, Villaricca (NA)

    Finalmente qualcuno, competente, che dice la verità sul rapporto evasione/imposizione fiscale.
  • sestacorda, Sant'Agata li Battiati (CT)

    @pasqual1aka Tuono
    Ciao, non c'è certo bisogno di possedere una laurea in economia con lode e un master per dirti che il mio discorso è assolutamente corretto e formalmente ineccepibile, ma si da il caso che io la laurea in economia con lode e il master ce li abbia e quindi posso confermarti tutto. :)))

    Un saluto anche dal mio amico Tom Morello.
Inserisci il tuo commento